A Natale regala un libro

Ecco alcune proposte selezionate all’interno della vasta bibliografia di romanzi noir della Fratelli Frilli Editori

A NATALE REGALA UN LIBRO

Un libro è per sempre, non passa mai di moda, non ha una data di scadenza e crea sempre delle emozioni a chi li riceve. Leggere un libro è farsi trasportare in un mondo parallelo fatto di diversi personaggi e luoghi a volte sconosciuti. Se poi quel libro è un giallo, questo mondo diventa ancora più affascinante e intricato e ricco di mistero.

A Natale scegli il tuo regalo tra la vasta collezione di noir proposti dalla Fratelli Frilli Editori. “Il Banchiere di Milano” di Ippolito Edmondo Ferrario, “Il delitto di via Filodrammatici” di Emiliano Bezzon, “Il Respiro dell’alba” di Antonella Grandicelli, “Garzaia della Roggia Torbida” di Ezio Gavazzeni, “Giallo al Cimitero Maggiore” di Paola Varalli, “La Pazienza della Formica” di Marina Bertamoni, “La Verità è nel Principio” di Carla De Bernardi, “La villa dei cadaveri” di Luisa Ferrari, “Milano sotto tiro” di Matteo Speroni, “Morte a Porta Venezia” di Mauro Biagini e “Ti verrò a trovare in sogno” di Roberta Spadotto, sono solo alcuni degli ultimi romanzi di successo pubblicati dalla Fratelli Frilli Editori.

Tutti i libri fanno parte della collezione SuperNoir Bross, F.lli Frilli Editori, e sono disponibili in tutte le librerie d’Italia e nei principali store digitali.

Questa voce è stata pubblicata il 16 dicembre 2021, in Uncategorized.

LIBRI: Il passato dietro l’angolo

NATALE CON "IL PASSATO DIETRO L'ANGOLO" DI MICHELA BELLINI

Veronica abita a Milano dove lavora come stylist. La sua vita è quella di una donna di successo, frenetica e soddisfacente, senza legami stabili. Una sera viene aggredita e buttata in terra da una persona che non riesce a vedere. Da quel momento si succedono episodi inquietanti che minano la sua sicurezza e la sua stabilità mentale: altre aggressioni, violazioni di vario tipo del suo appartamento e così via. Poi ad una festa incontra Dario, giovane fotografo del quale finirà per innamorarsi. Anche la storia con lui si trasforma però in un incubo

perché Dario comincia ben presto a farla soffrire. Tra le aggressioni dello sconosciuto e i maltrattamenti di Dario, Veronica scivola rapidamente verso l’alcolismo e l’autodistruzione. Nella vita di Dario è nascosto un segreto: una sorella alcolizzata di cui è l’unico ad occuparsi che pian piano lo trascina verso lo squilibrio mentale. Queste vicende alla fine si ricollegano, svelando l’identità e le motivazioni del persecutore. La situazione precipita verso l’inevitabile catarsi: per entrambi i protagonisti ci sarà una sorta di riscatto finale anche se di segno opposto.

Michela Bellini è nata a Milano, dove vive. Dopo studi classici si laurea in Lingue specializzandosi in Letteratura angloamericana. Da sempre appassionata lettrice, negli anni Novanta si dedica alla scrittura di favole che crea insieme alle sue figlie. Passa poi ai racconti e alla poesia, pubblicando varie raccolte. La passione per le storie la porta a scrivere un giallo psicologico, nasce così Il passato dietro l’angolo. Ama scattare foto e per questo apre un suo blog sul quale, quando arriva la pandemia, pubblica un diario ironico del primo lockdown, corredato di foto, che ha poi raccolto in un libro: Diario ai tempi del Corona. Ha pubblicato: Diario ai tempi del Corona – cronaca semiseria di un incubo (Amazon kdp 2021), IO E IL MOSTRO (Gedi Gr. Editoriale Spa 2015), SUCCEDE (Gedi Gr. Editoriale Spa 2015), Foglie Sparse (Ed. Tracce 2004), L’ultima collana (Oedipus 2004), Tempo variabile (Bulzoni Editore 2001). Ha partecipato: nel 2020 e nel 2018 al FIPM (Festival Internazionale di Poesia di Milano), nel 2017 al Festival Internazionale della Poesia di Strada di San Donato, nel 2017 e nel 2016 a “Cortili in-versi” a Rogoredo e a vari Reading poetici. Ha esposto: nel 2016 la sua mostra di foto e poesie “Frammenti” alla Camera del Lavoro a Milano e allo Spazio Coop di Rogoredo.

Questa voce è stata pubblicata il 16 dicembre 2021, in Uncategorized.

AL TEATRO DELLA CONTRADDIZIONE VA IN SCENA “MILANO SOTTO TIRO”

Uno spettacolo tratto dal nuovo romanzo di Matteo Speroni

Matteo Speroni – giornalista e scrittore

Il 2 e 3 dicembre lo scrittore Matteo Speroni salirà sul palco assieme a Folco Orselli per illustrare la pièce teatrale tratta dall’omonimo romanzo noir edito da Fratelli Frilli Editori (regia di Speroni, Orselli e Paola Tintinelli).

Come lapilli scagliati verso la platea, nello spettacolo “Milano sotto tiro”, emergono frammenti del romanzo scritto da Matteo Speroni.

Sul palcoscenico si alternano e si scompongono le pagine del romanzo per essere ricomposte in una sequenza originale che suggerisce all’immaginazione nuove prospettive narrative che lasciano spiazzati.

Al centro della narrazione il Commissario Egidio Luponi (che indaga su una serie di omicidi che avvengono a Milano) e le sue riflessioni. Considerazioni che si avvicendano in un readig accompagnato da musiche, effetti sonori e luminosi, interpretati da Matteo Speroni e Folco Orselli.

Nelle pagine del libro sono tante le storie e i personaggi che l’autore inserisce all’interno del romanzo e che riesce magistralmente a giostrare in contemporanea. Attraverso l’opera teatrale l’atmosfera diventa ancora più ricca di sottofondi e di viaggi mentali. Le pagine del libro raccontano di un finale che lascia increduli, sbigottiti. Anche in questo “trailer teatrale” lo spettatore verrà accompagnato in questo viaggio che pone l’attenzione sul tema dell’indifferenza e del disprezzo della vita altrui, sulla crudeltà inflitta per appagare i propri bisogni o, più semplicemente, per noia. Un vuoto pericoloso, che sa di morte.

Teatro della Contraddizione via della Braida 6, Milano, il 2 e il 3 dicembre alle 20.45. Ingresso € 10 con pre-notazione obbligatoria a prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it e tessera gratuita obbligatoria da ri-chiedere sul sito http://www.teatrodellacontraddizione.it. Il romanzo è in vendita nelle librerie e negli store digitali. F.lli Frilli Editori SuperNoir Bross € 14,90.

Per interviste all’autore e invio immagini in alta definizione

Questa voce è stata pubblicata il 26 novembre 2021, in Uncategorized.

MIRABELLO CARRARA – CAPSULE COLLECTION SUITE: SUITE DREAMS

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

E’ una linea di soffici spugne, morbide ed eleganti che vestono i momenti di relax e trasformano ogni bagno in una suite esclusiva.

Omaggio alla sartorialità italiana, di cui Carrara è da sempre un perfetto interprete, la capsule collection Suite propone un gusto sobrio e raffinato e, per questo, particolarmente adatta ad abitazioni di lusso.

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

La linea presenta set viso e ospiteteli e accappatoi in soffice spugna 100% cotone, ed è declinata in quattro disegni che, nel loro sobrio minimalismo, sono la perfetta reinterpretazione dei tessuti tipici della sartorialità italiana: partendo dalla fantasia chevron, e passando per il gessato e il pied de poule, si arriva infine a un pois molto minimale.

Due le varianti cromatiche naturali e sussurrate in cui è declinata la linea, beige e grigio, per momenti di benessere esclusivi.

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

Controllata da Caleffi al 70%, MIRABELLO CARRARA nasce dalla fusione delle storiche maison Mirabello e Carrara, attive nella commercializzazione di prodotti Home Fashion nel segmento Luxury. Mirabello inizia l’attività nel 1978 e si è sempre riconfermata, negli anni, un punto di riferimento prestigioso nella produzione di biancheria da letto, sinonimo di qualità ed eccellenza. Carrara, fondata nel 1948 dalla famiglia Carrara, è nota per collezioni esclusive di biancheria in spugna e per la casa, distribuite in department store e boutique di lusso a livello nazionale ed internazionale e dedicate a coloro che cercano la qualità senza compromessi.

Questa voce è stata pubblicata il 20 novembre 2021, in Uncategorized.

Giallo al cimitero maggiore

Nuovo noir di Paola Varalli, Giallo al cimitero maggiore, Fratelli Frilli Editori
*
Pagg. 208 coll. SuperNoir Bross €14,90 Isbn 9788869435621

Milano, Cimitero Maggiore, all’improvviso tra le tombe iniziano a passeggiare personaggi che dovrebbero risiedere nei loculi. Zombie? Niente affatto, ma ci vuole poco ad Anita Valli per capire che gatta ci cova e scoprire l’ennesima trama gialla. Forse l’agenzia di pompe funebri Legno di Pero ha qualche responsabilità in questa faccenda? Come è possibile che persone morte e sepolte vadano a zonzo per Milano? E chi c’è nella tomba al posto loro? Con l’amica Mirella Bonetti, Anita avvierà una nuova indagine strampalata che porterà le due “squinzie” di via Gallarate ad occuparsi di clochard che spariscono, di sepolture sospette, di baristi gentili e di viaggi in Liguria a bordo del vecchio furgone con cui Anita trasporta mobili restaurati. Il buon amico Marchino, al solito, le aiuterà. Jarod il labrador farà del suo. E si spera che, questa volta, il bel
commissario Giorgio Santini non sia costretto a soccorrerle in extremis.

Paola Varalli, originaria della provincia di Varese, quando aveva due anni è approdata a Milano, che considera, dunque, la sua città. Dopo la laurea in Architettura, ha lavorato come grafica e poi come progettista di allestimenti per fiere e mostre, cosa di cui si occupa tuttora. Ama il suo lavoro, adora leggere, e poi… la vela, le passeggiate nei boschi, i cavalli, l’orto, il cioccolato e gli amici sinceri: per fortuna può vantarne una vasta schiera! Quando riesce a rubare tempo alle frenetiche attività a cui si dedica, si rilassa con la “Settimana enigmistica”, di cui apprezza i giochi più stimolanti; ovviamente adora scrivere, lo ha sempre fatto solo per sé, fino a quando, nel 2005, ha deciso di affrontare la stesura di un romanzo e di prendere parte a un concorso letterario, vincendolo. Da allora non la ferma più nessuno. Ha partecipato, vincendo, a concorsi letterari, come “Corpi” lanciato dal mensile “Marea” di Genova e “Milano Noir e Giald” indetto dal Centro Culturale Cox 18. È stata finalista con racconti in diversi concorsi letterari e le sue storie sono pubblicate su molte antologie, tra cui 44 gatti in noir, Tutti i sapori del Noir e I luoghi del noir (Fratelli Frilli Editori) Delitti di lago (Morellini). Quattro volte natale e Odio l’estate (Todaro). Il suo romanzo noir Incroci Obbligati, primo premio al concorso “Delitto d’Autore” 2005 patrocinato da ACSI di Lucca, è stato pubblicato presso la Fratelli Frilli Editori nel novembre del 2017. Con questo noir si è aggiudicata un posto in finale al premio letterario “Garfagnana in giallo 2018” e una menzione a “Giallo Garda” nelle sezioni giallo classico e romanzi editi. Con Oakmond Publishing ha pubblicato Trilogia milanese. Sempre con Fratelli Frilli Editori ha pubblicato nel 2019 L’antiquario del Garegnano (menzione speciale in numerosi concorsi letterari tra cui La quercia del Myr).

Questa voce è stata pubblicata il 15 novembre 2021, in Uncategorized.

IL GIALLO È SERVITO

BookCity Milano presenta

IL GIALLO È SERVITO

Il 18 novembre dalle 17:00 alle 19:00 alla Antica Trattoria Salutati di Milano

Una serata all’insegna del romanzo noir d’autore è quella organizzata presso l’Antica Trattoria Salutati di Milano, all’interno della rassegna dedicata al libro e alla lettura (giunta alla sua decima edizione) promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, che vedrà coinvolta tutta la città dal 16 al 22 novembre.

Sette scrittori (quattro autrici e tre autori) di noti romanzi noir, tutti appartenenti alla scuderia Fratelli Frilli Editori, saranno presenti il 18 novembre dalle ore 17:00 alle ore 19:00 all’Antica Trattoria Salutati in via Coluccio Salutati, 15 per un evento esclusivo in cui gli autori presenteranno il loro ultimo romanzo. L’occasione sarà ghiotta per vivere delle emozioni noir in diretta e, accompagnato da un calice di vino, gustare un assaggio di ottimo risotto…naturalmente giallo!

Gli scrittori protagonisti dell’evento e le loro opere:

· Garzaia della Roggia Torbida, Ezio Gavazzeni

· Giallo al Cimitero Maggiore, Paola Varalli

· La Verità è nel Principio, Carla De Bernardi

· La villa dei cadaveri, Luisa Ferrari

· Milano sotto tiro, Matteo Speroni

· Morte a Porta Venezia, Mauro Biagini

· Ti verrò a trovare in sogno, Roberta Spadotto

Per partecipare all’evento è necessario accreditarsi inviando una mail a press2[AT]ardechecomunicazione.com

La partecipazione a tutti gli appuntamenti di BookCity è gratuita con prenotazione obbligatoria. L’accesso sarà possibile solo con Certificazione Verde COVID 19 (denominata Green Pass) valida. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata degli eventi.

Questa voce è stata pubblicata il 15 novembre 2021, in Uncategorized.

L’ANIMA BUONA DI SEZUAN

Teatro Manzoni

OMAGGIO A GIORGIO STREHLER

MONICA GUERRITORE

DI BERTOLT BRECHT
TRADUZIONE E ADATTAMENTO ROBERTO MENIN

CON MATTEO CIRILLO, ALESSANDRO DI SOMMA, ENZO GAMBINO, NICOLÒ GIACALONE, FRANCESCO GODINA, DIEGO MIGENI, LUCILLA MININNO

REGIA MONICA GUERRITORE
ISPIRATA ALL’EDIZIONE DI GIORGIO STREHLER (MILANO 1981)

Nella capitale della provincia cinese del Sezuan giungono tre dèi alla ricerca di qualche anima buona e ne trovano solo una nella prostituta Shen Te, che accorda loro ricovero per la notte. Il compenso offerto per tale atto di bontà consentirà a Shen Te di vivere bene, ma il compenso è accompagnato dal comandamento di continuare a praticare la bontà. La povera prostituta apre una tabaccheria, ma si trova subito addosso uno sciame di feroci parassiti, da cui è costretta a difendersi. Per farlo, una notte, si traveste da cugino cattivo e spietato, ma interviene l’amore a complicare la situazione… Ne L’anima buona di Sezuan c’è tutta la tenerezza e l’amore per gli esseri umani costretti dalla povertà e dalla sofferenza a divorarsi gli uni con gli altri. Monica Guerritore mette in scena la meravigliosa parabola di Brecht regalandoci un magistrale esempio di teatro civile, politico e di poesia, in omaggio alla versione di Strehler del 1981

.

Questa voce è stata pubblicata il 4 novembre 2021, in Uncategorized.

Prénatal: una collezione che abbraccia la famiglia

Dietro l’obiettivo che l’ha immortalata, una fotografa e il coinvolgimento emotivo del suo dolce pancione.

Prénatal, una collezione che abbraccia la famiglia

Prénatal unisce e accompagna la famiglia che cresce con capi e accessori studiati per i
bambini 0-8 anni e la mamma dall’attesa all’allattamento. All’interno tutto il necessario per la
quotidianità, dai capi più comodi e pratici a quelli dal taglio ricercato.
Una collezione che Prénatal mostra oggi nella sua essenza, #borntobeafamily, come racconta
l’hashtag dedicato alla campagna AI 2021. Negli scatti che si susseguono tra mura domestiche
e ambientazioni naturali, sfilano i capi che uniscono la famiglia in un abbraccio di colori caldi e
morbidi tessuti.
Per interpretare al meglio quest’obiettivo, Prénatal ha deciso di affidare gli scatti allo sguardo
femminile della fotografa Clara Vanucci. Una professionista profondamente voluta anche per lo
stato interessante in cui si trovava al momento dello shooting. Una scelta in linea con la mission
aziendale che vuol dar voce ai genitori, alle donne, alle mamme. La profonda empatia tra la
fotografa e le famiglie sul set ha dato vita a degli scatti emozionali, capaci di raccontare quello
che c’è dietro ad ogni capo indossato o accessorio condiviso.

Prénatal, una collezione che abbraccia la famiglia

Una sessione fotografica che è stata al contempo immortalata per testimoniare i valori che
si nascondono dietro un brand creato a misura di famiglia. Un progetto nel progetto che ha
dato vita a delle micro pillole tratte dall’intervista rilasciata dalla fotografa e disponibile sui canali
social Prénatal.

Questa voce è stata pubblicata il 4 novembre 2021, in Uncategorized.

GOLOSARIA PORTA A MILANO IL GUSTO DELLA COLLEGANZAe il volto dell’Italia enogastronomica

Capace di fare rete per ripartire più forte

la rassegna di Paolo Massobrio e Marco Gatti torna al MiCo – Milano Convention Centre con i migliori produttori food&wine e un ricco un palinsesto di eventi

Manifestazione food&wine a Milano: quando e dove si terrà – City Milano News

Il Gusto della Colleganza. E’ questo il tema di Golosaria 2021: due termini, che servono per raccontare l’idea di ripartenza che Golosaria vuole rilanciare nel prossimo futuro e che metterà sul palco del MiCo – Milano Convention Center dal 6 all’8 novembre
 
Si parte dal Gusto, che è l’essenza di un lavoro declinato sul libro IlGolosario e che in oltre trent’anni è andato oltre alla sua accezione di senso e di rimando al mangiarbere, diventando un modo di vedere le cose e di raccontarle, basato su storie di assaggi ma anche di incontri. Si arriva quindi alla Colleganza, termine mutuato dal linguaggio della psicologia che è la chiave da cui ripartire dopo il Covid, scoprendo nuove alleanze tra produttori e botteghe, negozi di città e di campagna o realtà di territorio che si uniscono per inseguire un progetto comune. 
 
Un tema che a Golosaria troverà interpretazione nell’area Food, con le storie e i prodotti degli espositori selezionati da ilGolosario, quindi nell’area Wine, che quest’anno potrà contare su uno speciale focus dedicato ai 20 anni dei Top Hundred, il riconoscimento ai migliori vini d’Italia che è avvenuto senza mai premiare le cantine degli anni precedenti e che ha portato sul mercato di Milano tanti produttori nuovi e sconosciuti, innescando un vero processo di distinzione. Un anniversario che sarà segnato dal debutto de “L’Emozione del Vino”, volume scritto a quattro mani da Paolo Massobrio e Marco Gatti per festeggiare l’importante traguardo.
 
Una celebrazione che sarà interessata anche dalla presenza dell’Enoteca di Golosaria, che favorirà la conoscenza di alcune etichette memorabili, ma anche di moltissime delle cantine premiate negli anni affiancate da importanti realtà del panorama vitivinicolo nazionale: dai campioni del gruppo Santa Margherita a quelli di Tenuta Stella, passando per i vini di Genagricola mentre interi territori si potranno conoscere grazie alla presenza del Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e del Consorzio del Gavi; quindi la Valpantena, la Regione Valle d’Aosta, l’Oltrepò Pavese con il Buttafuoco Storico e le Strade del Vino e dei Sapori lombarde che svilupperanno il tema della Colleganza voluto da Regione Lombardia. E ancora, le Regioni Molisee Friuli Venezia Giulia. Al pari dei Maestri del Gusto della provincia di Torino che si riveleranno attraverso gli show cooking. Official wine di Golosaria Milano sarà il Garda doc, che accompagnerà tutti i momenti salienti della manifestazione.

A Golosaria Milano si ritrovano le botteghe della Colleganza



Oltre agli spazi fisici, sarà poi ricco il palinsesto di incontri, dibattiti, show cooking e wine tasting che che animerà le aree di Golosaria declinando il tema di questa edizione ma anche dando spazio a temi di stretta attualità che toccheranno la sfera dell’etica e della sostenibilità, quest’ultima espressa anche nella scelta di nuovi materiali totalmente green per le borse e i portacalici di Golosaria, quest’anno realizzati in carta cemento grazie alla collaborazione con Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica da sempre al fianco di Golosaria per sensibilizzare a un utilizzo consapevole delle risorse. Inoltre, facendo leva su un portale completamente rinnovato, Golosaria darà seguito all’esperienza digitale della passata edizione continuando a sviluppare il canale online come occasione di confronto, dialogo e opportunità di business per le aziende.
 
Tra le novità dell’edizione 2021 la preview che Golosaria vivrà in alcuni ristoranti/hotel di Milano con gli aperitivi a base di bollicine firmate Garda Doc, lo spumante ufficiale di Golosaria presente anche all’interno della rassegna nelle aree espositive e in tasting dedicati. 
 
Un appuntamento in continua evoluzione che potrà contare sulla presenza di importanti partner a supporto, a partire da Acqua Lauretana, sponsor storico della manifestazione che anche quest’anno con la sua acqua più leggera d’Europa porterà a Golosaria un’idea di benessere rivolta tanto all’alta ristorazione quanto alla vita quotidiana. Quindi Grana Padano con il focus sulla centralità del suo racconto declinato sull’asse della “Territorialità”, del “Savoir Faire” e della “Bontà Responsabile” e Petra con i suoi incontri e laboratori con tasting su pane, dolci e pizza dedicati sia alla cucina professionale, ma anche per la cucina di casa. 

Si confermano inoltre le storiche media partnership di Golosaria con Mi-Tomorrow, le testate del Gruppo Tespi, Radio Bruno e Trenord, travel partner della rassegna.
 
L’accesso alla manifestazione sarà consentito esclusivamente dimostrando il possesso di green pass internazionale, test molecolare/antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti alla data d’ingresso o certificato di completa guarigione dopo il contagio (valido 180 giorni dalla data di termine della malattia riportato sul certificato).

I NUMERI DI GOLOSARIA MILANO
12.000 mq espositivi
25.000 presenze (consumer e operatori) [edizione 2019]
350 artigiani del gusto e cantine
150.000 visitatori sul web [edizione 2020]
 
LE AREE DI GOLOSARIA MILANO 2021
Agorà. E’ il palco principale della rassegna, che ogni anno si apre con un talk show dedicato al tema della rassegna e tutte le premiazioni delle tre giornate: dalle botteghe (domenica pomeriggio), ristoranti (lunedì) e cantine (domenica mattina).


Food. E’ la parte più ampia della rassegna, che accoglie i produttori di cose buone selezionati da IlGolosario e i nostri partner storici. Dove fare i nostri acquisti, borsa (di Golosaria) alla mano.

Wine. Questo è lo spazio che accoglie le cantine selezionate negli anni da Paolo Massobrio e Marco Gatti dove conoscere le etichette e incontrare i vignaioli.
 
Enoteca di Golosaria. Il grande banco d’assaggio di Golosaria con oltre duecento etichette selezionate  direttamente dai vent’anni di Top Hundred, il premio ai 100 migliori vini d’Italia.
 
PetraLab. La farina protagonista  in pasticceria, nella panificazione e nella pizza contemporanea  invita i suoi Maestri per mettere le mani in pasta e dialogare con il pubblico degli appassionati  di  lievitati e lievitazioni.
 
Cucina di strada.  Lo street food  di qualità che nasce dall’esperienza dei produttori e dei  ristoratori di Golosaria. Aperta durante tutta la durata della manifestazione.
 
Winetasting. Non solo  degustazioni guidate ma un vero e proprio confronto tra chi assaggia, giornalisti e sommelier professionisti, e il pubblico della manifestazione.
 
Showcooking. Gli chef del Golosario si confrontano con i prodotti in rassegna, li interpretano  e li rielaborano in ricette della tradizione e dell’innovazione.
 
 

Per scoprire programma ed espositori
www.golosaria.it

Questa voce è stata pubblicata il 2 novembre 2021, in Uncategorized.

MIND THE GUM: IN TV IL NUOVO SPOT CON ZLATAN IBRAHIMOVIĆ NEI PANNI DEL MIND COACH

Non mollare mai, questo è il messaggio al centro dello spot di MIND THE GUM che vede protagonista Zlatan Ibrahimović

La prima campagna TV sulle reti nazionali segna una svolta importante per la start up milanese.

Mind The Gum Blister

Noi siamo tipi che mollano?”, chiede Ibrahimović a uno stanco professionista seduto davanti al pc che è sul punto di abbandonare la scrivania.  Lo spot da 30’’ è rivolto a tutti coloro che, nelle piccole o grandi sfide quotidiane, si trovano a fronteggiare stress, stanchezza mentale, mancanza di energia. È qui che interviene il Mind Coach Zlatan. Con la sua ben nota personalità, non transige sul fatto che il lavoratore possa lasciare a metà ciò che sta facendo. Mind The Gum racchiude così in un piccolo integratore in chewing gum la carica di energia mentale e concentrazione che aiuta anche Zlatan ogni giorno a dare il massimo sul campo. Perché, come recita il mantra dell’azienda: “Success is a state of mind”, il successo parte prima dalla mente.

MIND THE GUM, il primo integratore alimentare in chewing gum con 15 componenti attive per energia mentale e concentrazione, si prepara a chiudere il 2021 con un piano media a 360° che porterà il brand per la prima volta in TV con uno spot ideato da Cookies & Partners e prodotto da Ushuaia, che avrà come protagonista il socio e testimonial della start-up, Zlatan Ibrahimović.

La campagna televisiva, partita il 24 ottobre 2021, sarà in onda sulle principali reti nazionali, prime time compreso, fino a dicembre e alla pianificazione tv si aggiunge la comunicazione digital che approfondirà ancora di più il concept “Success is a state of mind”, illustrando tutte le situazioni in cui Mind The Gum, attraverso Zlatan, può fare la differenza. Lo stesso Ibra racconterà attraverso una serie di interviste esclusive cosa significano per lui i temi vicini alla filosofia del brand Mind The Gum: Successo, Motivazione, Leadership e molto altro. A coronamento di tutta l’operazione anche un concorso che coinvolgerà i punti vendita e metterà in palio una giornata con il campione svedese.

Mind The Gum: la linea completa e innovativa

L’azienda ha sviluppato una linea completa di integratori innovativi nel formato chewing gum con formule studiate per diversi benefici: una formula rilassante che con 12 nutrienti bilanciati tra cui melissa e biancospino dona benessere mentale immediato senza causare sonnolenza, nel prodotto Chewing Calm, ed una formula che supporta le difese immunitarie e le vie respiratorie con Lattoferrina a rilascio sublinguale e vitamina C, D3, Zinco e Sambuco dentro Immuni Gum, e il sostegno giornaliero di vitamina C con C-gum.

Al link lo spot: https://youtu.be/RENGO7c0QBQ

Giorgio e Carlo Pautrie
MIND THE GUM
E’ un integratore alimentare in formato chewing-gum in grado di agire in modo rapido su concentrazione e energia mentale. Grazie alla sua formula unica di 15 componenti attive con caffeina, vitamine, amminoacidi e antiossidanti aiuta a combattere la stanchezza mentale.
La storia di MIND THE GUM nasce da un incidente quasi fatale subito da Giorgio Pautrie, il fondatore, che di fronte a una frattura dell’osso del collo, decide di non mollare gli studi di Economia all’Università Bocconi. Determinato a conseguire la laurea, Giorgio ricorre a energy drink e integratori nella speranza di migliorare le proprie performance mentali. Decisivo l’incontro con il dottor Andrea De Zanetti, titolare della Farmacia Legnani, punto di riferimento a Milano per la medicina naturale specializzata nella produzione di integratori alimentari di elevata qualità. Combinando l’idea di Giorgio e l’équipe di specialisti del laboratorio farmaceutico nasce MIND THE GUM.
Nel giugno 2015, Giorgio si laurea dando 23 esami e tesi in soli 392 giorni e con il fratello Carlo presenta l’idea per la creazione della startup al concorso organizzato da Speed MI Up, l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano. Nasce così la Dante Medical Solutions srl, che introduce sul mercato MIND THE GUM.
Oggi MIND THE GUM è un’azienda valutata più di 17 milioni di euro, con oltre 6 milioni di MIND THE GUM vendute. Tra i soci figura Zlatan Ibrahimović, che è diventato anche testimonial del brand, e altri 8 calciatori di serie A quali, Leonardo Bonucci, Marco Verratti, Alessio Romagnoli, Mattia Perin, Ignazio Abate, Massimo Ambrosini, Andrea Bertolacci, Salvatore Sirigu.
Questa voce è stata pubblicata il 29 ottobre 2021, in Uncategorized.