Archivi

Private Sale

GetAttachmentThumbnail?id=AQMkADAwATE4MTYxLWE2ZTQtYjJmZC0wMAItMDAKAEYAAAM9M7Ri%2BtTHRZC87ANib9v7BwAXDXkg%2BFEgQY4UsxQIVLuoAAACASIAAACctQiZrzTNRaIDIUF1WenKAAHKwFIxAAAAARIAEAB9C%2Fxjr40dQawYeDh67KRj&thumbnailType=2&owa=outlook.live.com&scriptVer=20181112.04&isc=1&X-OWA-CANARY=VIHMjvmt3UaLvMsnQ3omOPAcZ0XgVdYYDgsAY6_T9VufE4g9gxesrzbivZqKzllbTIy32EoNY4k.&token=eyJhbGciOiJSUzI1NiIsImtpZCI6IjA2MDBGOUY2NzQ2MjA3MzdFNzM0MDRFMjg3QzQ1QTgxOENCN0NFQjgiLCJ4NXQiOiJCZ0Q1OW5SaUJ6Zm5OQVRpaDhSYWdZeTN6cmciLCJ0eXAiOiJKV1QifQ.eyJ2ZXIiOiJFeGNoYW5nZS5DYWxsYmFjay5WMSIsImFwcGN0eHNlbmRlciI6Ik93YURvd25sb2FkQDg0ZGY5ZTdmLWU5ZjYtNDBhZi1iNDM1LWFhYWFhYWFhYWFhYSIsImFwcGN0eCI6IntcIm1zZXhjaHByb3RcIjpcIm93YVwiLFwicHJpbWFyeXNpZFwiOlwiUy0xLTI4MjctOTg2NTctMjgwMDAwNTg4NVwiLFwicHVpZFwiOlwiNDIzNzMxMzg4NTI3MzU3XCIsXCJvaWRcIjpcIjAwMDE4MTYxLWE2ZTQtYjJmZC0wMDAwLTAwMDAwMDAwMDAwMFwiLFwic2NvcGVcIjpcIk93YURvd25sb2FkXCJ9IiwibmJmIjoxNTQzNDg0OTYzLCJleHAiOjE1NDM0ODU1NjMsImlzcyI6IjAwMDAwMDAyLTAwMDAtMGZmMS1jZTAwLTAwMDAwMDAwMDAwMEA4NGRmOWU3Zi1lOWY2LTQwYWYtYjQzNS1hYWFhYWFhYWFhYWEiLCJhdWQiOiIwMDAwMDAwMi0wMDAwLTBmZjEtY2UwMC0wMDAwMDAwMDAwMDAvYXR0YWNobWVudC5vdXRsb29rLmxpdmUubmV0QDg0ZGY5ZTdmLWU5ZjYtNDBhZi1iNDM1LWFhYWFhYWFhYWFhYSJ9.gbwj_73rrKetsF0Rd9u7o8H2MTuH5sWHO7CqwCRSJDD-w_45hPYPFUlLT0WTjM3P0NYRoxRN3a4-kLJB3pgLH2STt1Eb4sRHfkM05a25BeJ283CYzw2uT9Q4fc5lqPZwgY9zGshzpQydsfBFQed-JfSszpOhxw0JHbVfguVOMhDVk5HjoyNWu2EEehTtgFc1fA4CrPoDT5DPyb4rzqjU3-_rS6WEsdnkoK7-gjh3WUhKUQ7U7pxZ-zwIofAlOLFjXBc4IbVntRxpbGlTDVyfCm23E-qOSgNtW1Oivf5tLspT30-NhnBJL1uXj9CA4c7BQF2CeUflGyH6ug3a5KTB9w&animation=truePrivate Sale Milano è un organizzazione che si occupa di creare eventi durante l’anno nella città di Milano dando la possibilità ai brand di far conoscere e vendere il proprio prodotto ovviamente a prezzi ribassati!
L’intento di Private Sale Milano è creare un evento che non parli solo di vendita di abbigliamento ma che interagisca con altre forme del settore, Arte, Fotografia, Musica. GetAttachmentThumbnail?id=AQMkADAwATE4MTYxLWE2ZTQtYjJmZC0wMAItMDAKAEYAAAM9M7Ri%2BtTHRZC87ANib9v7BwAXDXkg%2BFEgQY4UsxQIVLuoAAACASIAAACctQiZrzTNRaIDIUF1WenKAAHKwFIxAAAAARIAEADY%2FjmPYGP4Qpx9KWucIHIe&thumbnailType=2&owa=outlook.live.com&scriptVer=20181112.04&isc=1&X-OWA-CANARY=PQUtNvc_OUqk_QeO0wR-hGADhm_gVdYY939c9qu9A7fxObYgFT9hEjshIF6D1GfguSGNyn6HbIw.&token=eyJhbGciOiJSUzI1NiIsImtpZCI6IjA2MDBGOUY2NzQ2MjA3MzdFNzM0MDRFMjg3QzQ1QTgxOENCN0NFQjgiLCJ4NXQiOiJCZ0Q1OW5SaUJ6Zm5OQVRpaDhSYWdZeTN6cmciLCJ0eXAiOiJKV1QifQ.eyJ2ZXIiOiJFeGNoYW5nZS5DYWxsYmFjay5WMSIsImFwcGN0eHNlbmRlciI6Ik93YURvd25sb2FkQDg0ZGY5ZTdmLWU5ZjYtNDBhZi1iNDM1LWFhYWFhYWFhYWFhYSIsImFwcGN0eCI6IntcIm1zZXhjaHByb3RcIjpcIm93YVwiLFwicHJpbWFyeXNpZFwiOlwiUy0xLTI4MjctOTg2NTctMjgwMDAwNTg4NVwiLFwicHVpZFwiOlwiNDIzNzMxMzg4NTI3MzU3XCIsXCJvaWRcIjpcIjAwMDE4MTYxLWE2ZTQtYjJmZC0wMDAwLTAwMDAwMDAwMDAwMFwiLFwic2NvcGVcIjpcIk93YURvd25sb2FkXCJ9IiwibmJmIjoxNTQzNDg0OTYzLCJleHAiOjE1NDM0ODU1NjMsImlzcyI6IjAwMDAwMDAyLTAwMDAtMGZmMS1jZTAwLTAwMDAwMDAwMDAwMEA4NGRmOWU3Zi1lOWY2LTQwYWYtYjQzNS1hYWFhYWFhYWFhYWEiLCJhdWQiOiIwMDAwMDAwMi0wMDAwLTBmZjEtY2UwMC0wMDAwMDAwMDAwMDAvYXR0YWNobWVudC5vdXRsb29rLmxpdmUubmV0QDg0ZGY5ZTdmLWU5ZjYtNDBhZi1iNDM1LWFhYWFhYWFhYWFhYSJ9.gbwj_73rrKetsF0Rd9u7o8H2MTuH5sWHO7CqwCRSJDD-w_45hPYPFUlLT0WTjM3P0NYRoxRN3a4-kLJB3pgLH2STt1Eb4sRHfkM05a25BeJ283CYzw2uT9Q4fc5lqPZwgY9zGshzpQydsfBFQed-JfSszpOhxw0JHbVfguVOMhDVk5HjoyNWu2EEehTtgFc1fA4CrPoDT5DPyb4rzqjU3-_rS6WEsdnkoK7-gjh3WUhKUQ7U7pxZ-zwIofAlOLFjXBc4IbVntRxpbGlTDVyfCm23E-qOSgNtW1Oivf5tLspT30-NhnBJL1uXj9CA4c7BQF2CeUflGyH6ug3a5KTB9w&animation=true

brands presenti:
Le Tasca, riccardo comi, PQMV, Australian, Oscar tie, Chiglo, Camarche, The vintage culture, EFS, Santacarati, Fantabody, Hosio, Paura, Disegny, Omc_ism

Annunci

IL PURGATORIO DANTESCO ANCORA PROTAGONISTA A MICAM

Risultati immagini per micam settembre 16/19 SETTEMBRE 2018

Dopo la Vanità, spazio all’Invidia: così i peccati diventano ispirazione fashion, ed è proprio sull’Invidia, sulla bramosia di avere per noi il meglio (nel campo delle calzature e non solo), che si ispira la nuova puntata della campagna tematica che accompagnerà l’attesa verso la prossima edizione di MICAM Milano, la manifestazione internazionale della calzatura in scena a Fiera Milano (Rho) dal 16 al 19 settembre 2018. Dopo Lussuria, Seduzione e Vanità, il viaggio allegorico delle calzature, nel Purgatorio Dantesco, affronta oggi uno dei vizi capitali più diffusi, soprattutto quando si guarda al mondo della moda e alle sue tante fascinazioni. Ma una calzatura di qualità, magari Made in Italy non è solo una brama impossibile, ma un desiderio concretamente realizzabile, un lusso per tutti e un vizio che diventa veniale, perché molto più simile, in fondo, a una beatitudine terrena. Per raccontare l’Invidia, MICAM Milano ha scelto un soggetto molto dinamico, quasi una danza tra due donne che sembrano voler contendersi la bellezza e lo stile suggerito dalle calzature sontuose che ciascuna di loro porta ai piedi.

ANTICIPAZIONI TREND CALZATURE PRIMAVERA/ESTATE 2019

Le tendenze della stagione Primavera/Estate 2019 si ispirano alla meditazione, al benessere sia fisico che mentale, con una palette cromatica che ha la capacità di

influire positivamente sull’umore.

Particolare l’ispirazione bohemien, ricca di spunti stilistici retrò che rimandano ad atmosfere estive, a paesaggi lontani. Altrettanto dirompente è la ricerca dell’autenticità, che si incarna in accessori senza tempo, dai disegni e dalle stampe che rivelano una voglia di emergere e di lottare per le proprie convinzioni. Le forme sono essenziali, classiche o rielaborate; i colori, invece, luminosi e vivaci.

NASCE “PLUG-Mi”, PRIMO EVENTO MADE IN ITALY DEDICATO AGLI APPASSIONATI DI SNEAKER. IL DEBUTTO NEL 2019

Realizzato da Fandango Club e MICAM, è un format inedito e completamente B2C pensato per i millennial che trovano nelle sneaker uno status symbol e un oggetto di culto. Ispirato alle più note sneaker convention di oltreoceano (come Complexcon di Los Angeles o KixFair di Atlanta), questo nuovo format combinerà esposizione di prodotto, giochi, esperienze ed eventi musicali, permettendo al grande pubblico di appassionati di trovare nuovi modi per vivere la propria passione per le sneaker e creando un potente momento di aggregazione, ma anche un’occasione per comprendere un vasto fenomeno sociale e commerciale. Dalle edizioni limitate realizzate in collaborazione con artisti famosi e acquistabili solo in aste on line alle scarpe tradizionali degli skater che improvvisamente tornano di moda diventando introvabili, le sneaker non sono solo un accessorio, ma rappresentano senso di appartenenza, testimonianza della propria identità, rivendicazione di un ideale, spirito di un’epoca.

All’interno di MICAM, non poteva mancare uno spazio per riflettere insieme sul ruolo che le calzature sportive per eccellenza, le sneaker, rappresentano oggi per il settore e per i clienti finali: una “palestra” per scoprire come nascono mode e tendenze e quali caratteristiche possono fare di una calzatura sportiva un vero e proprio cult».

Attraverso PLUG-Mi, Fiera Milano si conferma ancora una volta come un vero e proprio incubatore di tendenze, offrendo alle aziende una piattaforma di servizi

integrati per sviluppare il proprio business in maniera più incisiva e contribuire alla realizzazione di un nuovo format favorendo l’incontro di diverse culture aziendali attraverso uno scambio di conoscenze ed esperienze trasversali. L’evento rappresenterà uno stimolo all’innovazione che intercetta le esigenze di un mercato in continuo mutamento e che troverà in Fiera Milano il punto di incontro ideale tra pubblico e imprese, nel solco della tradizione, ma con la capacità di innovare linguaggi, strumenti e opportunità.

L’evento che debutterà nel 2019 a Milano è dunque un “catalizzatore” di esperienze esclusive, legate alle sneaker ma non limitate ad esse. Non appena una mostra né una fiera, bensì un concentrato di occasioni, siano esse di acquisto, di divertimento o di conoscenza.

L’EUROPEO, INTERESSATO ALLE CALZATURE FEMMINILI, SENSIBILE AL LUSSO: ECCO L’IDENTIKIT DEL VISITATORE DI MICAM

MICAM, la manifestazione internazionale dedicata al mondo della calzatura, in vista dell’86esima edizione in scena dal 16 al 19 settembre 2018 a Fiera Milano (Rho), ha strutturato un’approfondita analisi del proprio database visitatori, profilando e comparando i dati raccolti nelle ultime sei edizioni (da settembre 2015 a febbraio 2018).

Questa voce è stata pubblicata il 27 agosto 2018, in fiere, moda.

ROBERTA DI CAMERINO…LE BORSE CHE HANNO UN NOME

Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018Le borse di Roberta di Camerino non sono accessori secondari, ma protagoniste dotate di una propria personalità. E, infatti, da sempre hanno spesso un nome, non un numero, da esporre in vetrina. Sono nomi ammiccanti, che evocano subito un ambiente e un’epoca. Una fantasia, un’ispirazione colta o quotidiana, ma sempre seduttiva per l’acquirente.

Charme disinvolto, chic naturale, fascino nonchalant caratterizzano la collezione donna per il prossimo Autunno-inverno, dedicata ad una donna attiva e sofisticata, sottilmente sensuale. Ispirazione di questa collezione è il comfort coniugato alla raffinatezza e quella “R” che le rende inconfondibili.
Ben 15 le linee, le cui forme si basano su contrasti di linee morbide e sciolte.
Tra queste:

Sofia, bag a mano in morbida ecopelle disponibile in nero, rosso, verde, blu e bordeaux. Una linea classica ma sofisticata, tradizionale ma trendy, per un everyday-professional look che non vuole rinunciare a un tocco di femminilità, dal giorno alla sera. Ad impreziosirla gli charms con la “R” in due dimensioni.

Vittoria, un design geometrico ed elegante, che conquista ogni donna, perfetto per un outfit da sera. È realizzata in velluto con logo in rilievo e dettagli in ecopelle effetto nappa. In quattro varietà di colori. Accanto ai tradizionali nero e bordeaux, ci sono le nuance accese navy e brown.
La linea propone anche tre borse a mano, due tracolle e 3 pouch.

Grafic Pocket è realizzata in ecopelle e personalizzata con alcuni elementi classici del marchio, in particolare il disegno delle fibbie con la tecnica “tromp-l’oeil”, quell’effetto illusorio che faceva comparire bellissime pieghe e cinture, revers e bottoni su abiti semplici e che hanno reso la “R” famosa in tutto il mondo.
Quattro varianti, per una bag che “veste” da sola e sa caratterizzare un look total color o anche un semplice paio di jeans. Disponibile in black, bordeaux, navy e denim.

Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018

Erre

Una bag che non teme il maltempo, perché in nylon con morbido effetto piumino, sul quale la pioggia scivola facilmente. Una borsa a mano sportiva ma al contempo molto femminile, grazie al particolare manico tondo, che caratterizza una propria identità. Quattro i modelli, di cui uno a secchiello, per sette varianti colori. Si può osare con l’orange, il green, il bordeaux o il blue. Oppure si può optare per le tinte più invernali come Grey, BlacK e Brown. La particolarità della linea è data da modelli double: orange/brown, bordeaux/green, grey/blue, per sfoggiare un lato a seconda dell’abbigliamento o dell’umore.

Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018Risultati immagini per ROBERTA DI CAMERINO...LE BORSE CHE HANNO UN NOME 2018

SNEAKERS STILE STREET-CHIC Modelli pratici e trasversali per la capsule collection Roberta di Camerino 2018

Insostituibili per camminare a lungo. In campagna o in città, ideali per andare all’università come in ufficio, le sneakers sono ormai vere cult shoes. Per questo Roberta di Camerino propone una capsule collection 2018 con due modelli pratici e trasversali, in materiale morbido e leggero, sempre nel rispetto di una tradizione di forme eleganti e grintose allo stesso tempo.

Due i modelli ricercati, molto casual, mai casuali, dai materiali di alta qualità, dedicate alle donne pratiche e dinamiche che amano la libertà e il movimento.

Bianco. Un appeal innegabilmente cittadino per questa sneaker in morbida pelle total white, dalla punta arrotondata, perfette per chi cerca una conferma al suo stile di vita senza orari. Le suole in gomma con fusbet e memory foam le rendono comodissime e adatte a lunghe passeggiate. È impreziosita da un cameo gioiello, removibile e utilizzabile come spilla o ciondolo.

Bordeaux. Design esclusivo e gusto sportivo. Non può mancare ai piedi delle donne che non vogliono passare inosservate. Una sneaker iconica a supporto di un look comodo che non vuole rinunciare però all’eleganza. In pelle marrone e rinforzi in camoscio, omaggia la famosa baiadera a tre colori – rosso, verde e blu, delle icon bag di Roberta di Camerino. Sul lato della scarpa il logo color oro che rappresenta la R della griffe. L’interno in memory foam garantisce leggerezza e una portabilità prolungata.

AFFORDABLE BAGONGHI Il futuro di una maison di successo che torna alla ribalta

Risultati immagini per Bagonghi roberta di CamerinoIl 2018 sarà l’anno delle tendenze più estreme e innovative e della nostalgia più sentimentale…

C’era un’epoca in cui le borse avevano nomi e le principesse non erano testimonial, ma clienti incantate dalla bellezza e dalla novità; donne di mondo e di gusto alla ricerca di un dettaglio che raccontasse, con discrezione, ciò che per protocollo non potevano dire…

Ecco che per l’Autumn-Winter che ci attende, Roberta di Camerino torna con la sua borsa più famosa, la prima it-bag della storia della moda: la Bagonghi.

Dalla forma piccola e panciuta, spopolò dagli Anni Cinquanta in poi e raccontò una storia tutta italiana, iniziata a Venezia, e nata dalla fantasia inarrestabile di una donna, Giuliana Coen, che aveva conosciuto la guerra e le persecuzioni ma non aveva mai smesso di sognare.

E infatti le diede in nome di un nano del circo, cicciottello e tarchiato, che tanto l’aveva divertita da bambina. La grossa maniglia, infatti, le ricordava la forma un po’ tozza del personaggio circense.

Per le rifiniture in metallo, la stilista veneziana si affidò alle mani degli esperti artigiani che costruivano le gondole.

Da questo incrocio tra fantasia di una bambina e grande tradizione italiana, nacque la borsa che tutte le grandi dive fecero a gara per avere. Gina Lollobrigida, Liz Taylor, Eleonora Rossi Drago e Grace Kelly, che la consacrò definitivamente quando a Roma scese dall’auto reale con questa meravigliosa borsa al braccio. Il tabloid l’Europeo la riportò in prima pagina e da quel momento diventò “la borsa della Principessa”.

Da allora sono passati molti anni ma La Bagonghi resta ancora un’icona, un must-have per le fashion victim, da tramandare di generazione in generazione.

Cambia solo la scelta di posizionamento, che pur non lasciando indietro caratteri di innovazione,creatività e ricerca, punta a entrare nel guardaroba di ogni donna.

Risultati immagini per Bagonghi roberta di CamerinoTorna sul mercato nel suo modello più celebre: la Bagonghi-Baiadera, “la borsa della Principessa”. Si porta a mano ed è realizzata in pelle di vitello con fascia centrale in velluto baiadera (a strisce parallele dai colori rosso, verde e blu), dettagli dorati, manico in pelle e attacchi dorati, tracolla rimovibile all’interno. Segno distintivo: la particolarissima chiusura metallica sempre oro. C’è anche la versione testa di moro e velluto a strisce marrone, beige e nero.

Rivisitata in chiave contemporanea ma sempre fedele alla linea originaria e di conseguenza riconoscibile alla prima occhiata è, invece, la Bagonghi-Lucia, che mette insieme rigore tecnico e allure. In pelle e velluto, ha quattro varianti colore: beige, rosso, verde e blu, arricchita da piccoli simboli geometrici e dalla R ben in vista.

Quello di Roberta di Camerino sarà quindi un autunno inverno colorato ed elegante, creativo e curato nei minimi dettagli, prestigioso e affordable, accessibile a tutte le donne che non vogliono smettere di sognare.

http://www.robertadicamerino.com

MICAM AWARD

Risultati immagini per MICAM AWARD FEBBRAIO 2018

Come ormai consuetudine, anche quest’anno, in occasione del prestigioso salone della calzatura MICAM ShoEvent, è stato assegnato il MICAM AWARD, che da 22 anni premia i migliori compratori italiani e stranieri su segnalazione degli espositori.
Vincitore italiano di quest’edizione è stato Vincenzo Spatarella, titolare della omonima catena di negozi situata a Napoli.
Vincenzo Spatarella inizia la sua attività negli anni Settanta quando, insieme ad alcuni membri della sua famiglia, apre sette negozi nel capoluogo partenopeo. Fin dall’inizio della sua attività, decide di puntare sulla qualità, una scelta che gli assicura un notevole riscontro presso la clientela sia italiana sia straniera. Nei suoi punti vendita, affacciati sulle vie più prestigiose della città, sono esposti i migliori marchi di calzature, ma anche di pelletteria e abbigliamento.

ALL’85ESIMA EDIZIONE DI MICAM MILANO LE CALZATURE SCATENANO LA VANITA’

Risultati immagini per MICAM FEBBRAIO 2018Risultati immagini per MICAM FEBBRAIO 2018e canterò di quel secondo regno
dove l’umano spirito si purga
e di salir al ciel diventa degno”
Benvenuti in Purgatorio!

Dopo la Lussuria e la Seduzione il viaggio allegorico delle calzature prosegue
nel mondo dei penitenti e, risalendo lungo le sue cornici, s’imbatte in quella dei
superbi, dei vana-gloriosi e dove primeggia la “Vanità”.
La Vanità è la femmina tentatrice, colta con le braccia alzate che incorniciano
la bellezza del suo volto, il cui sguardo intenso sfida la leggiadria di un pavone
bianco affascinato dalle sue scarpe, più che dal suo avvolgente abito di pizzo
che si apre a ruota per imitarlo.
Ma la vanità è anche quella dell’uomo vanaglorioso, sfacciatamente sicuro di
se, orgoglioso dei suoi trofei che primeggiano ai suoi piedi e che con la
complicità del suo pavone, sembra in attesa di essere idolatrato per la sua
bellezza.
Questa è l’essenza degli scatti d’autore che il fotografo spagnolo Javier
Vallhonrat ha dedicato ad Assocalzaturifici per annunciare l’85esima edizione di
MICAM Milano, la manifestazione internazionale della calzatura in
scena a Fiera Milano (Rho) dall’11 al 14 febbraio 2018, che continua a
reinterpretare la Divina Commedia in chiave glamour, declinandola e
intrecciandola alla calzatura.
Le calzature dunque continuano a sedurre: la Vanità infatti rappresenta
l’umano desiderio di essere ammirati e idolatrati dal mondo e le collezioni
esposte a MICAM, rispecchiano perfettamente queste caratteristiche ed
esercitano in chi le osserva un fascino senza tempo e senza confini.

Ma il cammino dantesco della calzatura non finisce qui: dopo la Vanità, il
viaggio proseguirà a settembre con il vizio dell’ Invidia dei penitenti nella
seconda cornice del Purgatorio, per concludersi nel 2019 con la luce dei beati
nella cantica del Paradiso.

Il meglio della calzatura mondiale in scena all’85esima edizione di MICAM
Dall’11 al 14 febbraio a Fiera Milano (Rho) 1.364 aziende daranno vita alla
manifestazione internazionale del settore. Pilotti: “Il 2017 si chiude all’insegna della
stabilità. La ripresa però appare ancora lontana”. Nella Fashion Square uno spazio
dedicato alla lotta alla contraffazione realizzata grazie al Museo del Vero e del Falso.
Autenticità, passione, tradizione: l’arte della calzatura racchiude in sé un patrimonio da
custodire e preservare, una cultura di cui l’Italia è uno dei maggiori interpreti.
Eccellenza, design raffinato e qualità nei materiali ispirano anche l’offerta che
contraddistingue MICAM Milano.
L’85esima della manifestazione internazionale dedicata al mondo della
calzatura che dall’11 al 14 febbraio torna protagonista a Fiera Milano (Rho)
sarà una mostra viva e vitale che rappresenta la più alta espressione della creatività e
della qualità di un comparto di punta e solo in Italia occupa oltre 77mila addetti diretti
in quasi 5mila aziende.
I NUMERI DELL’ECCELLENZA
Una vetrina internazionale di tendenza, in un format unico per il suo genere, che con i
suoi 1.364 espositori, di cui 603 stranieri e 761 italiani, celebra le eccellenze
dell’artigianato manifatturiero attraverso una fusione di elementi di tradizione e
innovazione per essere sempre al passo coi tempi. Vasta e qualificatissima, come
sempre, la proposta espositiva, che quest’anno si arricchisce con new entry del calibro
di Docksteps, Donna Karan, Fragiacomo, Frau, Lelli Kelly, Paciotti e Zecchino D’Oro.
“MICAM è un appuntamento immancabile per quanti cercano una vetrina internazionale
unica per qualità e stile” dichiara Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici.
“Le aziende, che qui incontrano buyer di tutto il mondo, ritengono questa
manifestazione un’occasione unica per lanciare i loro nuovi prodotti, stabilire o
consolidare relazioni d’affari, finalizzare al meglio le strategie commerciali
internazionali. È qui che si valorizzano al massimo la qualità, la creatività, la ricerca che
le nostre aziende sanno esprimere”.

Un comparto – quello calzaturiero – che anche nei primi dieci mesi del 2017 ha mostrato
segni moderatamente positivi in tutti i principali indicatori, nonostante un quadro
congiunturale improntato ancora alla cautela e alla stabilità. “A sostenere il settore è
ancora una volta l’export – dichiara Pilotti – che, secondo le cifre ufficiali Istat ferme
ai primi dieci mesi del 2017, evidenzia incrementi del 3,3% in valore e dell’1,5% in
quantità rispetto all’analogo periodo del 2016. Ma non possiamo cedere a facili
entusiasmi: la ripresa, già rilevata in altri settori produttivi nazionali, non è per noi
ancora in corso, sebbene le indicazioni confortanti ci facciano sperare che la strada
imboccata sia quella giusta”.
ABBASSO LA CONTRAFFAZIONE
Per sostenere il settore nell’attuale scenario globale, MICAM propone anche quest’anno
un format ricco di aree tematiche e merceologiche, tra interessanti conferme e
sorprendenti novità.
Al padiglione 1, nella Fashion Square, sarà allestito un corner dedicato alla lotta alla
contraffazione. Tra gli obiettivi di Assocalzaturifici c’è, infatti, la diffusione della
cultura della legalità contro i fenomeni della concorrenza sleale e dei prodotti
contraffatti, che penalizzano la produzione Made in Italy, apprezzata in tutto il mondo.
Da qui la decisione di sensibilizzare buyer ed espositori su un tema di estrema
importanza, attraverso la realizzazione di una mostra dal titolo “Questa non è una
sòla – Scarpe tra fake e rarità”, creata in collaborazione con il Museo del Vero e
del Falso, realtà associativa campana con l’obiettivo di tutelare la manifattura italiana
e prevenire i fenomeni illegali.
“A livello nazionale il valore del mercato interno del falso genera un “fatturato” di oltre
6 miliardi all’anno” dichiara Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici. “Il
danno economico per le industrie calzaturiere è stimato tra 190 e 240 milioni di euro.
Il fenomeno purtroppo si è acuito con la crisi, che rende i prodotti contraffatti più
appetibili per il consumatore, aggravando la già precaria situazione di molte imprese
produttrici, specialmente piccole e medie. Assocalzaturifici è da anni in prima linea nella
lotta alla contraffazione, attiva sui principali tavoli politici, nazionali ed internazionali,
per sollecitare le istituzioni a prendere provvedimenti efficaci su questo tema. Inoltre,
una calzatura contraffatta non provoca solo scompensi economici, ma anche danni alla
salute di chi la indossa: materiali non controllati possono essere tossici e rappresentare
un problema davvero grave, se si pensa, per esempio, alle calzature destinate ai
bambini”.

ESPERIENZE ED ECCELLENZE
Novità di questa ottantacinquesima edizione, la Fun Square, collocata all’interno del
padiglione 4. Uno spazio in cui i visitatori potranno immergersi in scenari virtuali grazie
all’utilizzo dell’Oculus Rift, circondati da ledwall e da postazioni hair styling in
collaborazione con Adorn e Tenax.
Debuttano nel padiglione 4 anche gli Emerging Designer, con un’area dedicata a quei
designer le cui collezioni emergono sul panorama dell’offerta calzaturiera
contemporanea, perché in grado di carpire l’attenzione dei “consumatori creativi”, che
sono quelli con l’occhio più allenato ed esperto nel valutare scelte d’acquisto che faranno
tendenza.
Infine spazio alla creatività nell’iKids Square con Monsieur Plant, nome d’arte di
Christophe Guinet. L’artista parigino, celebre per le sue sculture “naturali”, creerà una
serie di opere d’arte utilizzando i modelli di alcune calzature da bambino.
Nell’area “Luxury” del padiglione 1 sorgerà la Man Square con gli oramai noti Sciusci�
che, tra scaffali pieni di lucidi e spazzole, lustreranno le scarpe di tutti coloro che lo
desidereranno.
Spazio poi al cibo e all’originalità nella Style Square con Yujia Hu, uno chef artista di
29 anni, noto al pubblico come “the onigiri art” per aver creato “shoeshi”, il sushi a
forma di scarpe: nelle giornate di MICAM, infatti, sarà possibile vederlo all’opera e,
naturalmente, degustare i vari modelli che realizzerà ispirandosi alle scarpe in mostra.
Ma l’evento espositivo resta soprattutto un’occasione imperdibile di aggiornamento
professionale. Nel padiglione 7, nella celebre MICAM Square, una serie di consulenti
internazionali offriranno quotidianamente spunti interessanti e suggerimenti utili agli
operatori del settore. Moltissimi i seminari, organizzati in collaborazione con WGSN, in
cui si discuterà di scenari commerciali e si individueranno, insieme alle tendenze di stile
previste per le prossime stagioni, gli sviluppi più attuali in tema di marketing, retail e
nuovi gruppi di consumatori. Ricco anche il calendario delle sfilate in programma che
metteranno in luce le tendenze per l’autunno/inverno 18/19 e animeranno la Square
durante i giorni di mostra.
Prosegue infine la collaborazione con ICE Agenzia per promuovere MICAM: grazie al
supporto di ICE e ai fondi del Ministero dello Sviluppo Economico la manifestazione
accoglierà, anche in questa edizione, una qualificata selezione internazionale di
giornalisti e buyer.

PASSIONE E CREATIVITÀ IN FIERA. E FUORI.
Tante infine le iniziative legate alla manifestazione dentro e fuori la fiera, non solo per
sostenere e promuovere il business, ma per trasmettere l’amore e la passione che
legano a questo prodotto sia chi lo crea, sia chi lo acquista e indossa. A partire dalle
nuove formule di comunicazione e le iniziative di grande impatto messe in campo da
Assocalzaturifici per dare visibilità al settore e alle sue caratteristiche valoriali.
Nasce proprio dalla volontà dell’Associazione la campagna pubblicitaria ispirata alla
“Divina Commedia” che da tre edizioni caratterizza MICAM, con il fine di accompagnare
in un viaggio emozionante gli operatori e il pubblico prendendo in prestito vizi e virtù.
Dopo la “Lussuria”, che ha rappresentato il desiderio di possedere le calzature più
fashion e la “Seduzione” che ha giocato sul richiamo che esercita chi le indossa,
quest’anno il cammino allegorico della calzatura proseguirà in Purgatorio dando spazio
alla “Vanità” per raccontare l’orgoglio di chi si piace, e la bellezza e la qualità artigianale
della scarpa italiana, icona di unicità, espressione di uno stile elegante e raffinato.
Inoltre, per coinvolgere anche Milano nel fermento creativo del settore e aumentare
ulteriormente la visibilità di MICAM, ma soprattutto delle eccellenze della manifattura
calzaturiera italiana, l’Associazione ha realizzato in collaborazione con Elle e Very Elle,
un’installazione di impatto in città: 30 sagome giganti di calzature Made in Italy che
verranno appese lungo via Fiori Chiari, a pochi passi dall’Accademia di Brera, a
sottolineare ancora una volta la creatività che caratterizza le creazioni dell’industria
calzaturiera italiana.
GLI EVENTI DI MICAM CON OSPITI D’ECCEZIONE
Tra gli appuntamenti in programma nel corso della serata inaugurale spazio al talk show
condotto da Jo Squillo nel padiglione 1 in cui sarà assegnato il “MICAM Award” al
miglior buyer straniero e a cinque calzaturifici storici italiani. I premi saranno consegnati
dal fashion blogger e influencer Mariano di Vaio e dalla conduttrice Caterina Balivo. A
seguire l’imperdibile serata “Vanity in the spotlight” presso la Fashion Square: ospite
d’eccezione Giorgio Moroder, leggendario dj e producer oltre che vincitore di 3 Oscar
per le sue colonne sonore.

Vi aspettiamo all’85esima edizione di MICAM Milano dall’11 al 14 febbraio! E non
dimenticate di seguirci su Instagram (@micam.milano), Facebook (MICAM Milano) e sul
magazine di Assocalzaturifici “italianshoes.com”.Risultati immagini per MICAM FEBBRAIO 2018Risultati immagini per MICAM 2018

Questa voce è stata pubblicata il 9 febbraio 2018, in fiere, moda.