Libri: Nuovo Noir “I delitti di Genova”

Un’indagine del commissario Nicola Teiro

Fratelli Frilli Editori

Il commissario di polizia Nicola Teiro abita sulle alture di Genova. Tra il poliziotto e il nibbio reale che ha posto nel cortile di casa il suo nido, nasce uno strano rapporto fatto di complicità e di mistero, che non tutti possono capire. Infatti, da quando Teiro ha ritrovato per terra ai piedi del noce, la carcassa dell’uovo che ospitava quel che rimaneva di un pulcino ancora in stato embrionale, il rapporto tra i due diventa sempre più inteso e pieno di mistero. Nel frattempo, la città è sconvolta da una strage avvenuta il pieno centro in cui le vittime sembrano essere colpite da un malvivente solitario durante una rapina in una gioielleria finita male. Un fatto, per come avvenuto, anomale e inspiegabile sia per la modalità sia perché, di fatto, il malvivente non ha portato via nessun prezioso dal negozio mentre i morti rimasti a terra sono ben cinque.

L’arresto di un ex terrorista e la presenza di un supertestimone non convincono il Commissario Teiro e nemmeno l’ispettore Ester Miniati, una giovane e bella mora calabrese che lavora in coppia con Nicola, come lui, dotata in una mente acuta e brillante e di poche parole, al limite dello scontroso. Forse per questo che i due si capiscono al volo e con un solo sguardo.

Intanto Ramini, un dirigente del Ministero degli Interni giunto apposta da Roma, spinge per una rapida conclusione delle indagini, causa anche le imminenti elezioni politiche nazionali.

Teiro e la Miniati condurranno così un indagine parallela cercando di scoprire i segreti che le stesse vittime hanno portato con sé con la loro morte. I due poliziotti saranno aiutati da Vaclav, un clochard conosciuto da poco, ma anche dai misteriosi messaggi che il nibbio continua a trasmettere.

La verità non sarà solo scoperta, ma diventerà quasi una necessità per lo stesso assassino. La quiete dopo la tempesta. Una rivelazione, una vittoria ma anche una sconfitta, una resa dei conti.

Un finale che va oltre la sorpresa e l’inaspettato.

Massimo Ansaldo, nato a Varazze (Sv) nel 1959, vive nella città di La Spezia.  Esercita la professione di avvocato con studi a Genova e La Spezia. Presidente del Centro Culturale Don Alberto Zanini della Spezia è cofondatore dell’Associazione culturale Chesterton’s cigars and spirits club della Spezia. Membro del Comitato Regionale delle Comunicazioni (Corecom) della Regione Liguria. Ha pubblicato con Leucotea i romanzi “Macerie” e “Il segno del sale”. Per Fratelli Frilli Editori ha contribuito alle antologie “Tutti i sapori del noir”, “Tutti i luoghi del noir” e “Odio e amore in noir” con i racconti “Il Coltello del cuoco”, “I cattivi sono buoni” e “Compito in classe”. Sempre con Fratelli Frilli Editori ha pubblicato “Qualcosa da tacere”.

“I delitti di Genova”Fratelli Frilli Editori, è disponibile in tutte le librerie d’Italia al prezzo di € 14,90 e nei principali store digitali.

Questa voce è stata pubblicata il 1 aprile 2022, in Uncategorized.

L’ORCO DI MUSSOLINI

L’ultimo romanzo di Marco Di Tillo narra di una vicenda che ha sconvolto l’Italia negli anni ‘20

Anni Venti, Italia. Nel giro di pochi anni il terrore invade la città di Roma: sette sparizioni, tutte bambine molto piccole e, tutte e sette, hanno subito violenza prima di essere uccise. La caccia al colpevole è lunga e faticosa, le ricerche sembrano non portare da nessuna parte. Ci rimette un poveraccio di nome Girolimoni che viene accusato del crimine, ma non è lui l’orco. Verso la metà degli anni Venti viene chiamato a investigare il commissario Giuseppe Dosi, un poliziotto alto e robusto che, a soli trentadue anni, vanta già una lunga storia di straordinari successi in Italia e all’estero tant’è che è stimato perfino dal Duce in persona. Inizialmente riluttante, poiché impegnato in un caso rilevante in Francia, si decide infine a far luce sulla questione, riuscendo a smontare man mano tutte le prove contro il malcapitato e a provare l’innocenza di Girolimoni, fino a catturare il vero colpevole. Ma non sempre le cose seguono il corso della giustizia. Sarà il Duce in persona, infatti, a cambiare le carte in tavola e a stravolgere un finale che acquisterà un sapore tutto nuovo, che sa di beffa. Una storia complessa che si intreccia con le vicende storiche, tra cui la sparizione di Matteotti.

L’ORCO DI MUSSOLINI, Ugo Mursia Editore, è disponibile in tutte le librerie d’Italia a € 17,00 e nei principali store digitali.

Marco Di Tillo, laureato in Psicologia, è stato per anni autore di programmi radiofonici e televisivi Rai, regista e sceneggiatore cinematografico, autore di fumetti, di romanzi per ragazzi e di favole illustrate per bambini. Scrive gialli pubblicati da molte case editrici, anche negli Stati Uniti.

Questa voce è stata pubblicata il 1 aprile 2022, in Uncategorized.

Delitto sull’Isola Bianca di Chiara Forlani

Le indagini del Foresto
I classificato per la miglior ambientazione al concorso Giallo Festival 2020

II classificato assoluto al premio De Filippis Gold Crime 2020

cover-Forlani

Ottobre 1950. La storia è ambientata sull’Isola Bianca, luogo isolato situato in un’ansa del Po. Gli abitanti dell’isola vivono in un microcosmo secolare legato alla campagna e alle stagioni; conoscono solo la realtà della loro piccola comunità, che segue i ritmi e le cadenze dell’Ottocento. La loro quotidianità viene però scombussolata quando viene ritrovato il cadavere di Umberto Maris, detto ‘Il Sacocia’, un vecchio taccagno odiato da tutti. Il caso viene affidato al commissario Romolo Zeri, il quale, abituato ad occuparsi al massimo di furti di bestiame, non risulta la persona più adatta a investigare in un caso di omicidio. La caserma è un ricettacolo di reduci di guerra che hanno seri impedimenti; perciò, è necessario che i carabinieri trovino appoggio in una persona dotata di acume intellettuale e abilità d’indagine. Ed è proprio qui che entra in scena Attilio Malvezzi, amico d’infanzia di Zeri, il quale ha una spiccata capacità nel percepire le emozioni altrui. Di carattere chiuso e difficile, ha a lungo cercato sé stesso, dopo la guerra, vagando per il mondo; fatto che gli è valso il soprannome di ‘Foresto’. Le indagini non sono semplici: tutti, sull’isola, avevano un movente per assassinare il Sacocia. Il colpevole verrà però individuato quando inizieranno a venire a galla eventi disturbanti che riguardano il passato dell’assassino: maltrattamenti, sevizie e perfino un omicidio commesso in precedenza, durante la Seconda Guerra Mondiale. La storia si intreccia parallelamente con una serie di eventi accaduti in precedenza rispetto a quanto narrato nel filone principale, i quali ci aiutano far luce sulla contorta personalità dell’assassino e sulle sue fragilità. All’interno di un romanzo che sa di morte e di traumi irrisolti, c’è un apostrofo rosa che dà respiro a tutta la narrazione: una storia d’amore che, per un attimo, fa tirare un sospiro di sollievo.

Delitto sull’Isola Bianca, NUA Edizioni, è disponibile in tutte le librerie d’Italia a € 16,50, nella versione eBook e nei principali store digitali. 

Chiara Forlani, è nata e vive a Ferrara. Dopo un’infanzia passata a divorare libri, frequenta il
liceo scientifico, ma rompe gli schemi laureandosi in storia dell’arte. La sua carriera ha visto alternarsi la passione per l’arte e la letteratura: dopo un biennio di lavoro presso i musei universitari bolognesi, apre un laboratorio di restauro di opere d’arte.
Successivamente passa a insegnare lettere, attività che tuttora svolge presso la scuola ospedaliera, dove ogni giorno porta un sorriso ai giovani ammalati. Vive in campagna con il marito e due cagnolini salvati dal canile.

Questa voce è stata pubblicata il 1 aprile 2022, in Uncategorized.

DIAVOLI DI BARGAGLI

Dopo il grande successo del romanzo noir “Il Banchiere di Milano”, Fratelli Frilli Editori, torna in libreria tutto lo sprezzante cinismo del personaggio di Raoul Sforza, nato dall’abile penna di Ippolito Edmondo Ferrario.

Raul Sforza è conosciuto nel mondo dell’alta finanza non solo per la sua abilità nel districarsi nelle situazioni più complesse e ingarbugliate e realizzare così guadagni, non sempre leciti (ma di sicuro profitto) ma, soprattutto, per i suoi modi irritanti e meschini nel trattare l’essere umano con disprezzo (raramente incontra qualcuno degno della sua stima) e nel scovare e utilizzare tutti gli scheletri racchiusi negli armadi dei suoi avversari (o uomini di Stato) per servirsene a proprio piacimento attraverso il ricatto. Ma la sua vita è tutt’altro che mondana. Lontano dai riflettori, si divide tra la sua antica dimora milanese, nel cuore di Brera, e l’amata Bonassola, in Liguria.La vita del banchiere è stata caratterizzata da tragedie mai superate che lo hanno portato a celare dentro di sé diversi lati oscuri e mai risolti. A richiamarlo verso il passato una vecchia conoscenza che lo lega proprio ai suoi legami più intimi e ai suo ricordi più lontani: l’ex maresciallo dei Carabinieri Carmine Russo, tramite una missiva sbrigativa e scevra di dettagli. Nel messaggio solo la richiesta di un incontro e un indirizzo dove trovarlo. Nessun commento, spiegazione e nemmeno un numero telefonico per potergli parlare. Inizia così il viaggio dello Sforza insieme al suo fedele, quanto scontroso, autista Amedeo, tra le strade impervie dell’entroterra ligure, in particolare nella zona di Bargagli. Il ritrovamento del cadavere martoriato dell’ex maresciallo Russo e l’inaspettata conoscenza di uno spiantato giornalista di cronaca locale, Diego Casazza, lo trascineranno in un’ indagine del tutto personale che porteranno il banchiere a occuparsi dei misteriosi delitti attribuiti al “Mostro di Bargagli” che, dal 1945, terrorizza gli abitanti della zona che comprende il borgo dell’alta Val Bisagno dell’entroterra genovese e che mai ha trovato soluzione.

“Il banchiere nero”, da tempo indifferente a ogni tipo di morale e dotato di un innato cinismo, riuscirà, grazie anche a metodi del tutto personali, a far emergere la verità all’interno di una comunità che da oltre 50 anni ha vissuto di omertà e di silenzi. Verità scomode e inconfessabili che si intrecciano con il suo passato e che, dopo tanto tempo, troveranno le risposte.

I Diavoli di Bargagli”Fratelli Frilli Editori, è disponibile in tutte le librerie d’Italia al prezzo di € 16,90 e nei principali store digitali.

Ippolito Edmondo Ferrario

Nato a Milano nel 1976, Ippolito Edmondo Ferrario è autore di numerosi saggi e romanzi. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo le edizioni 2018, 2015 e 2013 di “Alla scoperta di Milano sotterranea” (con Gianluca Padovan, Newton Compton Editori). Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato “Il pietrificatore di Triora” (2006); “Triora, il paese delle streghe”; “Storia, itinerari, curiosità, gastronomia” (con Elisabetta Colombo, 2007); “Il collezionista di Apricale” (2007); “Le notti gotiche di Triora” (2009); “L’Antiquario di Brera” (2015); “Il demone di Brera” (2016) e “Ultimo Tango a Milano” (2018); La Gorgone di Milano (con Gianluca Padovan – 2019)

Questa voce è stata pubblicata il 1 aprile 2022, in Uncategorized.

SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA

ANTONIO CATANIA GIANLUCA RAMAZZOTTI PAOLA QUATTRINI

DUE ATTI DI RAY COONEY
VERSIONE ITALIANA IAIA FIASTRI
REGIA ORIGINALE PIETRO GARINEI
NUOVA MESSA IN SCENA DI LUIGI RUSSO

DAL 29 MARZO 2022 AL 10 APRILE 2022

Per festeggiare i cento anni dalla nascita di Pietro Garinei, torna un “evergreen”: la spumeggiante commedia Se devi dire una bugia dilla grossa, dal soggetto di Ray Cooney. L’allestimento è ispirato a quello originale firmato dalla ditta Garinei & Giovannini, con il famoso girevole che rappresenta di volta in volta la hall dell’albergo e le due camere da letto, dove si svolge la vicenda del Ministro del governo De Mitri, che vorrebbe intrattenere relazioni extraconiugali con un membro femminile dell’opposizione.

La situazione gli sfuggirà subito di mano, dando il via ad una girandola di equivoci, battibecchi e colpi di scena sempre più fitti, all’insegna del più sano divertimento. La versione attualizzata da Iaia Fiastri vede protagonisti i vulcanici Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti, con la partecipazione di Paola Quattrini che per la terza volta interpreta il ruolo della moglie dell’onorevole.

Questa voce è stata pubblicata il 25 marzo 2022, in Uncategorized.

A Natale regala un libro

Ecco alcune proposte selezionate all’interno della vasta bibliografia di romanzi noir della Fratelli Frilli Editori

A NATALE REGALA UN LIBRO

Un libro è per sempre, non passa mai di moda, non ha una data di scadenza e crea sempre delle emozioni a chi li riceve. Leggere un libro è farsi trasportare in un mondo parallelo fatto di diversi personaggi e luoghi a volte sconosciuti. Se poi quel libro è un giallo, questo mondo diventa ancora più affascinante e intricato e ricco di mistero.

A Natale scegli il tuo regalo tra la vasta collezione di noir proposti dalla Fratelli Frilli Editori. “Il Banchiere di Milano” di Ippolito Edmondo Ferrario, “Il delitto di via Filodrammatici” di Emiliano Bezzon, “Il Respiro dell’alba” di Antonella Grandicelli, “Garzaia della Roggia Torbida” di Ezio Gavazzeni, “Giallo al Cimitero Maggiore” di Paola Varalli, “La Pazienza della Formica” di Marina Bertamoni, “La Verità è nel Principio” di Carla De Bernardi, “La villa dei cadaveri” di Luisa Ferrari, “Milano sotto tiro” di Matteo Speroni, “Morte a Porta Venezia” di Mauro Biagini e “Ti verrò a trovare in sogno” di Roberta Spadotto, sono solo alcuni degli ultimi romanzi di successo pubblicati dalla Fratelli Frilli Editori.

Tutti i libri fanno parte della collezione SuperNoir Bross, F.lli Frilli Editori, e sono disponibili in tutte le librerie d’Italia e nei principali store digitali.

Questa voce è stata pubblicata il 16 dicembre 2021, in Uncategorized.

LIBRI: Il passato dietro l’angolo

NATALE CON "IL PASSATO DIETRO L'ANGOLO" DI MICHELA BELLINI

Veronica abita a Milano dove lavora come stylist. La sua vita è quella di una donna di successo, frenetica e soddisfacente, senza legami stabili. Una sera viene aggredita e buttata in terra da una persona che non riesce a vedere. Da quel momento si succedono episodi inquietanti che minano la sua sicurezza e la sua stabilità mentale: altre aggressioni, violazioni di vario tipo del suo appartamento e così via. Poi ad una festa incontra Dario, giovane fotografo del quale finirà per innamorarsi. Anche la storia con lui si trasforma però in un incubo

perché Dario comincia ben presto a farla soffrire. Tra le aggressioni dello sconosciuto e i maltrattamenti di Dario, Veronica scivola rapidamente verso l’alcolismo e l’autodistruzione. Nella vita di Dario è nascosto un segreto: una sorella alcolizzata di cui è l’unico ad occuparsi che pian piano lo trascina verso lo squilibrio mentale. Queste vicende alla fine si ricollegano, svelando l’identità e le motivazioni del persecutore. La situazione precipita verso l’inevitabile catarsi: per entrambi i protagonisti ci sarà una sorta di riscatto finale anche se di segno opposto.

Michela Bellini è nata a Milano, dove vive. Dopo studi classici si laurea in Lingue specializzandosi in Letteratura angloamericana. Da sempre appassionata lettrice, negli anni Novanta si dedica alla scrittura di favole che crea insieme alle sue figlie. Passa poi ai racconti e alla poesia, pubblicando varie raccolte. La passione per le storie la porta a scrivere un giallo psicologico, nasce così Il passato dietro l’angolo. Ama scattare foto e per questo apre un suo blog sul quale, quando arriva la pandemia, pubblica un diario ironico del primo lockdown, corredato di foto, che ha poi raccolto in un libro: Diario ai tempi del Corona. Ha pubblicato: Diario ai tempi del Corona – cronaca semiseria di un incubo (Amazon kdp 2021), IO E IL MOSTRO (Gedi Gr. Editoriale Spa 2015), SUCCEDE (Gedi Gr. Editoriale Spa 2015), Foglie Sparse (Ed. Tracce 2004), L’ultima collana (Oedipus 2004), Tempo variabile (Bulzoni Editore 2001). Ha partecipato: nel 2020 e nel 2018 al FIPM (Festival Internazionale di Poesia di Milano), nel 2017 al Festival Internazionale della Poesia di Strada di San Donato, nel 2017 e nel 2016 a “Cortili in-versi” a Rogoredo e a vari Reading poetici. Ha esposto: nel 2016 la sua mostra di foto e poesie “Frammenti” alla Camera del Lavoro a Milano e allo Spazio Coop di Rogoredo.

Questa voce è stata pubblicata il 16 dicembre 2021, in Uncategorized.

CALEFFI: CHRISTMAS COLLECTION PER UN NATALE SCINTILLANTE

Vestire la casa dell’atmosfera delle feste per un Natale, quest’anno più che mai, scintillante: la Christmas Collection 2021 di Caleffi propone una selezione di prodotti tessili per il living e l’ambiente cucina in cui colori, fantasie e decori si fanno interpreti della magia di questo periodo di festa.

Oro e argento a profusione in cucina, per un effetto shine che illumini le feste. Stelle scintillanti, cristalli di ghiaccio, decori e fiori natalizi sono i protagonisti di questa capsule in morbido cotone, particolarmente resistente. Declinati su tovaglie, tovaglioli, runner e tea towel, i disegni Stella Bianca, Silver, Gold e Balocco sono perfetti anche come idea regalo.

tovaglie, tovaglioli, runner e tea towel,
tovaglie, tovaglioli, runner e tea towel,

Colori caldi invece nel living, che si accende di atmosfera

con Scaldotto Regale di Caleffi,

proposto nelle due varianti rosso e ambra.

caleffi-la-christmas-collection-2021-veste-la-casa-di-luce
caleffi-la-christmas-collection-2021-veste-la-casa-di-luce

In puro cotone smerigliato effetto cashmere, questo trapuntino da salotto è in grado di arredare l’ambiente con stile e personalità, rendendolo particolarmente accogliente e caldo, conferendole una nota di allegria.

Lavorato con trapuntatura a salto e imbottito in soffice fibra anallergica, Scaldotto è stampato con colori ecologici certificati ed  è disponibile anche in pregiato raso, morbida microfibra o soffice velluto.

Dal punto di vista della manutenzione, Scaldotto presenta grande facilità di lavaggio e asciugatura e non necessita di stiratura, unendo praticità alla sua proverbiale morbidezza. .

Note di eleganza by Caleffi con  le nuove fragranze Oro Verde, Dolce Pensiero e Sfumature d’Oriente

SfumatureDoriente_500ml_pack

Oro Verde, Dolce Pensiero e Sfumature d’Oriente sono le tre nuove profumazioni per ambienti a marchio Caleffi: fragranze calde, invernali e avvolgenti, realizzate con materie prime di altissima qualità, in grado di appagare non solo il senso dell’olfatto ma anche la vista, grazie a un design  particolarmente elegante.

Le essenze, rigorosamente made in Italy, sono infatti racchiuse in raffinati diffusori in vetro sfumato nero, impreziositi da un ventaglio di bastoncini e dal capo in legno wengè spazzolato con angoli smussati artigianalmente.

Oro Verde è una composizione sfaccettata e galante. Le note del Bergamotto, del Ribes Nero e della succulenta Mela sono sdrammatizzate da quelle più audaci del Ginepro, del Pepe Nero e del Patchouli. Ambra, Labdano e la fumosa Betulla permeano i preziosi Legni di fondo creando un interessante sillage che mescola ingredienti preziosi rivisitati in chiave moderna.

Dolce pensiero racconta la storia di un viaggio nella lontana terra malgascia dove i fiori della vaniglia vengono impollinati a mano dalle donne dei villaggi. Così crescono in mezzo alla vegetazione ridondante dove gli alberi di Ylang ne accarezzano delicatamente i baccelli. Una composizione avvolgente, un tripudio di note orientali, fruttate e fiorite capace di evocare una piacevole sensazione di benessere.

Sfumature d’Oriente ha una composizione spiccatamente boisé enfatizzata dalle note dell’Eliotropio e del Neroli. Il pregiato pepe di Sishuan accende l’atmosfera e incendia il cuore speziato fresco. La composizione rivela un’anima piacevolmente energizzante che si arrotonda diventando sempre più calda grazie al variegato blend dei legni del fondo in cui l’Oud fa da padrone.

Le nuove fragranze Caleffi sono disponibili nei due formati, da 200ml e da 500ml, in tutti i negozi monomarca e sullo store online del brand

CALEFFI (CLF.MI), con sede a Viadana (MN), è una delle realtà più importanti del settore Home Fashion in Italia. Fondata nel 1962 da Camillo Caleffi, la Società si è specializzata nella produzione e commercializzazione di articoli di biancheria e arredo per la casa, diventando in breve tra i leader nel segmento. Il Gruppo, attraverso la Mirabello Carrara S.p.A., presidia il segmento Luxury del mercato e mira ad accelerare la politica di espansione nei mercati esteri. Il Gruppo vanta una rete distributiva di circa 2.000 punti vendita in Italia e oltre 600 nel resto del mondo e un portafoglio che garantisce un’elevata riconoscibilità e notorietà con marchi propri e in licenza, tra i quali Roberto Cavalli, Trussardi, Diesel, Disney, Marvel e Warner Bros. CALEFFI S.p.A. è quotata sul mercato MTA di Borsa Italiana. Specialist: Banca Aletti S.p.A.

Website: www.caleffionline.it  –  FB: Caleffi  –  IG: @caleffionline

Questa voce è stata pubblicata il 14 dicembre 2021, in Uncategorized.

AL TEATRO DELLA CONTRADDIZIONE VA IN SCENA “MILANO SOTTO TIRO”

Uno spettacolo tratto dal nuovo romanzo di Matteo Speroni

Matteo Speroni – giornalista e scrittore

Il 2 e 3 dicembre lo scrittore Matteo Speroni salirà sul palco assieme a Folco Orselli per illustrare la pièce teatrale tratta dall’omonimo romanzo noir edito da Fratelli Frilli Editori (regia di Speroni, Orselli e Paola Tintinelli).

Come lapilli scagliati verso la platea, nello spettacolo “Milano sotto tiro”, emergono frammenti del romanzo scritto da Matteo Speroni.

Sul palcoscenico si alternano e si scompongono le pagine del romanzo per essere ricomposte in una sequenza originale che suggerisce all’immaginazione nuove prospettive narrative che lasciano spiazzati.

Al centro della narrazione il Commissario Egidio Luponi (che indaga su una serie di omicidi che avvengono a Milano) e le sue riflessioni. Considerazioni che si avvicendano in un readig accompagnato da musiche, effetti sonori e luminosi, interpretati da Matteo Speroni e Folco Orselli.

Nelle pagine del libro sono tante le storie e i personaggi che l’autore inserisce all’interno del romanzo e che riesce magistralmente a giostrare in contemporanea. Attraverso l’opera teatrale l’atmosfera diventa ancora più ricca di sottofondi e di viaggi mentali. Le pagine del libro raccontano di un finale che lascia increduli, sbigottiti. Anche in questo “trailer teatrale” lo spettatore verrà accompagnato in questo viaggio che pone l’attenzione sul tema dell’indifferenza e del disprezzo della vita altrui, sulla crudeltà inflitta per appagare i propri bisogni o, più semplicemente, per noia. Un vuoto pericoloso, che sa di morte.

Teatro della Contraddizione via della Braida 6, Milano, il 2 e il 3 dicembre alle 20.45. Ingresso € 10 con pre-notazione obbligatoria a prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it e tessera gratuita obbligatoria da ri-chiedere sul sito http://www.teatrodellacontraddizione.it. Il romanzo è in vendita nelle librerie e negli store digitali. F.lli Frilli Editori SuperNoir Bross € 14,90.

Per interviste all’autore e invio immagini in alta definizione

Questa voce è stata pubblicata il 26 novembre 2021, in Uncategorized.

MIRABELLO CARRARA – CAPSULE COLLECTION SUITE: SUITE DREAMS

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

E’ una linea di soffici spugne, morbide ed eleganti che vestono i momenti di relax e trasformano ogni bagno in una suite esclusiva.

Omaggio alla sartorialità italiana, di cui Carrara è da sempre un perfetto interprete, la capsule collection Suite propone un gusto sobrio e raffinato e, per questo, particolarmente adatta ad abitazioni di lusso.

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

La linea presenta set viso e ospiteteli e accappatoi in soffice spugna 100% cotone, ed è declinata in quattro disegni che, nel loro sobrio minimalismo, sono la perfetta reinterpretazione dei tessuti tipici della sartorialità italiana: partendo dalla fantasia chevron, e passando per il gessato e il pied de poule, si arriva infine a un pois molto minimale.

Due le varianti cromatiche naturali e sussurrate in cui è declinata la linea, beige e grigio, per momenti di benessere esclusivi.

Mirabello Carrara - Capsule collection Suite: Suite Dreams - BUONGIORNO  online

Controllata da Caleffi al 70%, MIRABELLO CARRARA nasce dalla fusione delle storiche maison Mirabello e Carrara, attive nella commercializzazione di prodotti Home Fashion nel segmento Luxury. Mirabello inizia l’attività nel 1978 e si è sempre riconfermata, negli anni, un punto di riferimento prestigioso nella produzione di biancheria da letto, sinonimo di qualità ed eccellenza. Carrara, fondata nel 1948 dalla famiglia Carrara, è nota per collezioni esclusive di biancheria in spugna e per la casa, distribuite in department store e boutique di lusso a livello nazionale ed internazionale e dedicate a coloro che cercano la qualità senza compromessi.

Questa voce è stata pubblicata il 20 novembre 2021, in Uncategorized.