IL BAGAGLIAIO – MERCATINO DI OGGETTI D’OCCASIONE 25 OTTOBRE 2020

Il Bagagliaio - Mercatino di oggetti d'occasione - Parco Esposizioni Novegro

Mercatino di oggetti d’occasione riservato ad espositori privati.

Se volete liberarvi di cose di vostra proprietà ancora in buono stato (mobili, arredi, abbigliamento e oggetti di ogni tipo), il BAGAGLIAIO è la vostra soluzione. Scambio o vendita secondo le disposizioni di legge. Un pubblico numeroso e interessato vi attende ad ogni edizione!

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

EDIZIONI ALL’APERTO: Costo piazzola € 80,00 –  Costo piazzola con tettoia € 90,00

EDIZIONI IN PADIGLIONE INDOOR: Costo spazio edizioni Indoor  € 110,00 (m 3×3) € 120,00 (m 3×3 con angolo e/o parete)

Le tettoie vanno prenotate e pagate anticipatamente, le aree esterne si acquistano in loco la mattina dell’evento. Le date INDOOR vanno sempre prenotate e pagate anticipatamente.

Per prenotare uno stand, scrivi a bagagliaio@parcoesposizioninovegro.it

NOTA: LE PRENOTAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE AVVENGONO SOLO TRAMITE EMAIL SCRIVENDO ALL’INDIRIZZO bagagliaio@parcoesposizioninovegro.it INDICANDO IL PROPRIO NOME E COGNOME, UN RECAPITO TELEFONICO E LA PREFERENZA DELLA DATA DELLA MOSTRA.

DATE 2020

31 MAGGIO                        All’aperto                   Annullata

28 GIUGNO                        All’aperto                   Annullata

5 LUGLIO                           All’aperto                   Annullata

19 LUGLIO                         All’aperto                   Ripristinata

6 SETTEMBRE                  All’aperto                   Annullata

20 SETTEMBRE                All’aperto

25 OTTOBRE                     All’aperto

6 DICEMBRE                     Indoor – PAD. A-B-C-D

 

ORARI D’ACCESSO

Edizioni all’aperto e indoor
Espositori: 6.00 – 17.30
Visitatori: 8.30 – 17.30
Il biglietto per il pubblico costa € 3,00

Si può accedere con una solo auto per ogni piazzola e ogni piazzola avrà diritto ad avere 3 pass espositore.

bagagliaio@parcoesposizioninovegro.it

Questa voce è stata pubblicata il 23 ottobre 2020, in Uncategorized.

Al Teatro Carcano di Milano Vittorio Sgarbi racconta il genio di RAFFAELLO

AL TEATRO CARCANO DI MILANO VITTORIO SGARBI RACCONTA IL GENIO DI RAFFAELLOCon Caravaggio, che debuttò al Festival La Versiliana nell’estate 2015, Vittorio Sgarbi intraprese un percorso tra luci e ombre alla scoperta di uno dei massimi geni della pittura. La sua performance, rivelatrice di straordinari fenomeni premonitori della contemporaneità, catturò gli spettatori, ammaliati dall’abile miscela di racconto, immagini e suoni che costituiva lo spettacolo. Una full immersion, quella nella complessa vicenda artistica e umana di Caravaggio, che venne in seguito rinnovata con gli altrettanto fortunati Michelangelo nella stagione 2017/18 e Leonardo nella 2018/19.

La Milanesiana – L'anima della pietra | ArtribuneTerzo tassello di un poderoso trittico sul Rinascimento, Raffaello Sanzio (1483-1520) è il protagonista su cui vertono le nuove indagini del “Vittorio nazionale”. Per onorare il suo genio nel cinquecentenario della morte, in RAFFAELLO Sgarbi dà vita ad un evento spettacolare, coinvolgente e generoso, arricchito da musiche dal vivo e scenografie video in cui si ammirano le opere più rappresentative del sommo Urbinate.

Raffaello è considerato uno dei più grandi artisti d’ogni tempo. La sua opera, che segnò un tracciato imprescindibile per tutti i pittori successivi, fu di vitale importanza per lo sviluppo del linguaggio artistico dei secoli a venire e diede vita ad una scuola che fece arte “alla maniera” sua. Raffaello fu un modello fondamentale per tutte le accademie, e la sua influenza è ravvisabile anche nei pittori moderni e contemporanei.

Al Teatro Carcano di Milano

da martedì 3 a domenica 8 novembre 2020

RAFFAELLO

Uno spettacolo di e con Vittorio Sgarbi 

Musiche composte ed eseguite dal vivo da Valentino Corvino 

Violino, viola, oud, elettronica, glasses

Scenografie video Elide Blind, Niccolò Faietti,

Mikkel Garro Martinsen, Simone Tacconelli, Simone Vacca

 

Progetto artistico Doppionsenso (Valentino Corvino, Domenico Giovannini)

Produzione Corvino Produzioni

PREZZI: poltronissima € 38,00 | poltrona/balconata € 27,50 |over 65 € 20,00/€ 16,00 |under 26 € 17,00/€ 15,00

PRENOTAZIONI: 02 55181377 | 02 55181362

PREVENDITE ONLINE: www.happyticket.it | www.vivaticket.it

Sono validi i voucher 2019/2020 “PROSA e DANZA E NON SOLO”

Teatro Carcano: Stagione 2020 - 2021 + RAFFAELLO con Vittorio Sgarbi da martedì 3 novembre - Milano Post

Il Teatro Carcano agisce nel pieno rispetto delle normative anti COVID-19

La programmazione 2020/2021 del Teatro Carcano potrà subire

 variazioni/cancellazioni in corso d’opera

TEATRO CARCANO – corso di Porta Romana, 63 – 20122 Milano – info@teatrocarcano.com|www.teatrocarcano.com

Questa voce è stata pubblicata il 22 ottobre 2020, in Uncategorized.

PRIMA COLLEZIONE MAKEUP MARILYN MONROE BY LR WONDER PER UNA BELLEZZA MOZZAFIATO

Prima collezione makeup Marilyn MonroeTM by LR Wonder per una bellezza mozzafiato

Con l’arrivo della fredda stagione scopriamo i nuovi trend del make up, ispirazioni che arrivano direttamente dalle passerelle più chic o dalle grandi icone femminili, star uniche del presente o del passato.

LR Wonder, il marchio di cosmetici Made in Italy che da sempre guarda ad Hollywood e guidato da Lorenzo Riva, si ispira alla diva delle dive e lancia la sua prima iconica collezione di makeup con il marchio Marilyn MonroeTM.

Con un importante accordo di acquisizione nel mondo dei cosmetici – siglato con Authentic Brands Group LLC (ABG), controllato dal fondo americano BlackRock – LR Wonder si assicura la possibilità di utilizzo del nome d’arte di Norma Jeane Mortenson, cominciando da una gamma di 34 referenze per il trucco che saranno distribuite inizialmente attraverso il canale delle farmacie e sullo shop online.

Marilyn Monroe non è una scelta casuale: Lorenzo Riva, CEO e Presidente di LR Wonder, è molto conosciuto anche come collezionista di cimeli del cinema americano. Tra i suoi memorabilia, i più ambiti sono proprio alcuni oggetti appartenuti a Marilyn, come l’orologio da polso che l’attrice utilizzava tutti i giorni e che si è aggiudicato ad un’asta di Christie’s, una delle più prestigiose case d’asta al mondo. Pezzo unico, disegnato e realizzato in esclusiva per lei da un gioielliere statunitense e apparso anche in un servizio fotografico sul New York Times. O come la chiave gigante simbolica degli studi della Warner Bros, conferitole durante una premiazione.

Nel 2019, il fondo finanziario più grande del mondo BlackRock diventa il maggiore azionista di Authentic Brands Group (Abg), società che controlla Sports Illustrated, popolare periodico sportivo statunitense, e gestisce numerosi marchi di abbigliamento e le licenze per lo sfruttamento di immagine di molte celebrità, tra cui Elvis Presley e Marilyn Monroe, con un’operazione finanziaria tra le più eclatanti degli ultimi decenni in ambito entertainment. Lorenzo Riva pensa allora di aprire una trattativa per acquisire una licenza d’uso che gli permetterebbe di unire le due protagoniste della sua vita: la cosmetica e l’amore per la diva. Il resto è storia.

La stessa Marilyn è conosciuta per il suo trucco, inconfondibile, sofisticato e d’impatto: la sua “divisa” era rappresentata da base viso molto chiara, una generosa quantità di mascara nero ed eyeliner abbinati a labbra rosso intenso e dalla finitura glossy, due protagonisti essenziali dell’immagine iconica della diva.

Il risultato è una collezione di prodotti makeup senza tempo: dermatologicamente testata; priva di parabeni, olio minerale, sls e sles; testata nichel, piombo, cromo, mercurio; contenuto vegano per la maggior parte delle referenze; non testata su animali e 100% Made in Italy.

LA COLLEZIONE MAKEUP “MARILYN MONROETM BY LR WONDER”

Marilyn MonroeTM ny LR Wonder

  • 3 matite occhi pastose e intense, arricchite con olio di cocco, che si possono sfumare. Nei toni del nero, blu e marrone;
  • Un eyeliner nero Marilyn-Style arricchito con Vitamina E. Dotato di applicatore a pennello per un disegno rapido e a lunga tenuta;
  • 3 mascara in tonalità nera arricchiti con olio di ricino e mandorla, dalla formulazione ricca e cremosa per nutrire e rimpolpare le ciglia. Disponibile nelle varianti long lashes, volume o waterproof;
  • 3 ombretti wet&dry in tonalità bronzo, grigio nero e shimmer chiaro, arricchiti con oli naturali e vitamina E. Colore intenso già dalla prima applicazione, da sfumare o con effetto colorblock;
  • 2 palette occhi in tonalità rosa oppure marrone, arricchite con olio di mandorla, oli naturali e vitamina E, da usare puri o wet&dry per un effetto sfumato leggero o intenso.

  • 3 lip volumizer effetto volumizzante immediato e duraturo, in tonalità red, nude e glass. Arricchiti con acido ialuronico, olio di mandorla dolce e capsaicina, si applicano puri o sopra il rossetto;
  • 3 rossetti liquidi mat (ideali sotto la mascherina): lunga durata, non macchiano e non colano, effetto no transfer anche dopo aver mangiato e bevuto. Arricchiti di olio di mandorla e vitamina E. Disponibili in red intense, nude e rose mauve;
  • 4 rossetti stick finitura semi mat. Super idratante e applicazione molto scorrevole, formulazione arricchita con olio di mandorla dolce, vitamina E e filtro UV per labbra belle e sane a lungo. Disponibili in red intense, nude, vinaccia e rose mauve.

Marilyn MonroeTM ny LR Wonder

  • Cipria neutra opacizzante, leggera e setosa, fissa il trucco grazie alla sua texture minerale. Si applica con pennello o spugnetta ed è ideale per ritocchi durante la giornata. Arricchita con Oli naturali e Vitamina E. Mono colore, si fonde su qualsiasi tipo di incarnato;
  • Terra pressata dalla texture cremosa e setosa dona al viso un effetto abbronzatura naturale senza rendere la base makeup polverosa. L’ottima pigmentazione permette di dosare il prodotto in modo da ottenere l’effetto desiderato, più leggero o più marcato. Disponibile in due nuances: chiara e media;
  • Illuminante oro pressato: polvere pressata con presenza di particelle multi-riflettenti dalla texture leggera e setosa. Le particelle conferiscono al viso una luminosità tridimensionale quando incontrano una qualsiasi fonte di luce. Arricchita con Oli naturali e Vitamina E, grazie alla sua nuance monocolore si adatta perfettamente a tutti gli incarnati;
  • Fard pressato dalla texture vellutata e setosa grazie all’olio di mandorla e vitamina E. Il fard ravviva la carnagione ed è proposto in 2 tonalità (rosa oppure arancio) pensate per un tocco glowy e fresco. Intensifica la bellezza naturale della pelle con un velo di Illuminante su una base rosea molto delicata oppure crea un bagliore sofisticato per un look intenso ma elegante con una base più aranciata. Prodotto vegano.
  • Correttore liquido: tocco leggero e applicatore ultra-preciso per una correzione che ravviva lo sguardo e nasconde le piccole imperfezioni della pelle e i segni dell’età. Non lascia sbavature, grazie alla texture cremosa. È arricchito di Vitamina E, contro i radicali liberi e oli naturali dall’azione anti age. Ideale anche come rifinitura makeup. Disponibile in due tonalità: chiara e scura. Prodotto vegano.
  • Fondotinta liquidi in formula leggera, di facile applicazione. Regalano all’incarnato un colorito uniforme e naturale, scongiurando l’effetto maschera. Idratante, copertura intermedia e modulabile, la consistenza in crema è morbida e scorrevole e si fonde sulla pelle come un impalpabile film-mat a lunga tenuta. È una irrinunciabile base per il trucco water resistant, ideale per uniformare la pelle e coprire le imperfezioni. Formula arricchita con oli naturali e vitamina E. Disponibile nelle varianti chiaro, medio e scuro.
  • Primer viso: emulsione leggera idratante e rassodante ad effetto seta dal rapido assorbimento. Ottima da utilizzare come base per il trucco perché massimizza la tenuta di correttori e fondotinta.

LR Wonder Company – Born in Hollywood, Made in Italy

LR Wonder Company ha sede a Milano, la capitale italiana della moda. Ogni prodotto rispecchia le ultime tendenze internazionali e viene presentato come una raffinata Collezione di Moda, espressione di qualità e di Made in Italy unita al ricercato glamour Hollywoodiano. L’ampia gamma di prodotti disponibili comprende creme viso, gel e spray, trattamenti estetici anticellulite e solari viso-corpo che garantiscono sensazioni e benefici ineguagliabili. LR Wonder Company investe costantemente in Ricerca & Sviluppo per creare sempre nuovi prodotti di “lusso accessibile” per consumatori attenti alla ricerca di prodotti di alta gamma ma dalle comprovate caratteristiche in termini di qualità, sicurezza degli ingredienti ed efficacia dei risultati. In Italia l’azienda è presente in oltre 3700 punti vendita, a testimonianza della forte espansione del Brand a livello nazionale ed internazionale. Le preziose Linee LR Wonder Company sono distribuite anche in Germania, Francia, Spagna, Ucraina, Svizzera e Grecia.

www.lrwonder.com

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2020, in Uncategorized.

NUOVO MEGASTORE CARPISA E GO CARPISA A MILANO…IN PARTNERSHIP CON HELBIZ

Nuovo megastore Carpisa e Go CarpisaCarpisa, storico brand di borse, valigeria ed accessori, sabato 10 ottobre, ha inaugurato un nuovo megastore al civico 3 di Via Dante, con affaccio su Piazza Cordusio, la celebre piazza milanese nel cuore di Milano, diventata recentemente palcoscenico delle nuove tendenze di global retail.

Il nuovo concept store si trova in un elegante palazzo dei primi del ‘900 e con uno spazio espositivo di 300 metri quadrati e 5 vetrine su una delle piazze più importanti della città, si estende su due piani e presenta un design pulito e moderno in linea con gli altri negozi a marchio Carpisa e Go Carpisa. La struttura e l’arredamento trasmettono in modo preciso il linguaggio, lo stile e l’identità del brand. Il prodotto Carpisa, borse ed accessori e Go Carpisa, linea dedicata alla collezione travel, si trovano in perfetta sinergia espositiva: un’integrazione moderna, versatile e semplice tra architettura e prodotto. Al piano superiore, nell’area dedicata al nuovo concept GO, un mix di nuovi materiali architettonici esaltano, la dimensione del viaggio in chiave innovativa e contemporanea. Lo studio attento dei singoli moduli con cui è stato realizzato lo store, rende intuitiva la ricerca del prodotto da parte del consumatore.

Nuovo megastore Carpisa e Go Carpisa a Milano. Siglata partnership con Helbiz

Il nuovo store valorizza e coniuga in modo armonico lo stile e tutti i mondi del prodotto Carpisa e Go Carpisa – moda, travel e business e ha l’obiettivo di regalare al cliente una shopping experience inclusiva e completamente rinnovata: un unico spazio espositivo pensato per offrire un’esperienza d’acquisto gradevole ed intuitiva, capace di trasformare la visita del consumatore e della consumatrice da necessità a desiderio.Nuovo megastore Carpisa e Go Carpisa

L’intenzione del progetto, opera degli architetti Ivo Maria RedaelliAdamo Tortoli e Simona Martelli è stata quella di creare uno spazio moderno, sofisticato e raffinato dove l’eleganza dei materiali, accuratamente scelti, generano un’installazione contemporanea permanente, tecnologicamente avanzata con un’estetica leggera e luminosa nel rispetto dell’ambiente: tutti gli arredi di questo negozio sono infatti stati realizzati nel pieno rispetto delle normative ambientali e con l’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili.  I materiali, i colori e i dispositivi di illuminazione sono stati scelti nel rispetto della sostenibilità: collanti per pavimenti creati con materiali riciclati, vernici con assorbimento di CO2 e illuminazione a risparmio energetico sono solo alcuni dei componenti che sono stati scelti ed utilizzati per lo sviluppo del negozio.

Un murales permanente, opera dell’architetto e artista Alessandro Ciambrone accoglie i visitatori all’interno dello store. Ispirato ad un viaggio immaginario da Napoli a Milano, il murales raffigura infatti alcuni dei simboli architettonici di queste due città  ‘Piazza Plebiscito abbraccia i napoletani e i cittadini del mondo che a Napoli nei secoli si sono incontrati per disegnare una città dai ‘mille colori’ e dalle infinite contaminazioni culturali, la fiamma del Vulcano è una rampa di lancio che attraversa il Vesuvio e il centro antico, perché i monumenti, come valigie e trolleys, custodiscono storie e sono pronti a viaggiare. Lo zainetto è in volo verso Milano, la città che ama con le sue guglie incantate, le gallerie, la magia, il carattere così aperto e straordinariamente mediterraneo. Anche Milano ama Napoli, la ama profondamente, la storia di Amore non ha regole e non ha limiti. Il corno, simbolo della fortuna partenopea, è sull’uscio del Duomo ed è lì a raccontare di un dialogo senza inibizione, una passione senza freni, della voglia di affrontare il più bel viaggio di sempre, insieme.’  Arch. Alessandro Ciambrone

Questo progetto proseguirà il suo viaggio e verrà sviluppato anche all’interno di altri 10 store Carpisa sia in Italia sia all’estero, i murales realizzati all’interno degli store si distingueranno l’uno dall’altro rappresentando la città che li ospita e valorizzando il concetto di viaggio e di mobilità urbana tra le città attraverso gli accessori delle collezioni Carpisa e Go Carpisa.

Ma le novità non finiscono qui: lo store di Milano Cordusio sarà infatti il trampolino di lancio di un altro progetto che vede coinvolti Go Carpisa e Helbiz, società americana che ha portato per prima la micro-mobilità in sharing in Italia, fondata dall’imprenditore italiano Salvatore Palella. L’importanza del trasporto tramite energia pulita, alternativa intelligente ed ecosostenibile al congestionamento urbano sta infatti diventando una priorità per molte città e per i loro abitanti: Helbiz e Go Carpisa, guidati dalla stessa volontà di innovazione e di cambiamento hanno quindi deciso di unire le forze per sviluppare un progetto per incentivare la micro-mobilità urbana: Urban. Smart. Green. – The city, your next trip. In occasione dell’apertura, a tutti i clienti che acquisteranno prodotti Carpisa e Go Carpisa (soglia d’acquisto di 39,95€) all’interno dello store di Milano Cordusio, verrà regalato un voucher per utilizzare un monopattino Helbiz per 30 minuti.  Inoltre, in tutti i 400 store Carpisa e Go Carpisa d’Italia, da fine novembre sarà possibile noleggiare a lungo termine un monopattino elettrico Helbiz. Nel mese di dicembre, verrà anche lanciata una capsule collection di accessori componibili dedicata alla micro-mobilità, firmata Go Carpisa e Helbiz e realizzata con materiali green.

www.carpisa.it

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2020, in Uncategorized.

Nuova Apertura – La Pescheria – Sapori Solari

3g installazione attrezzature sapori solari pescheria

Un brand di ristorazione che nasce nel 2015 dalla passione per il gusto

di quattro giovanissimi milanesi, dediti alla ricerca di sapori unici

e alla tradizione della qualità della gastronomia italiana

 Alla base di Sapori Solari c’è la ricerca del gusto e l’obiettivo di far vivere un’esperienza multisensoriale attraverso un vero e proprio viaggio alla scoperta dell’eccellenza italiana. I ragazzi sono alla costante ricerca di piccoli produttori nascosti, casari, salumifici, contadini pescatori, allevatori, che fanno della qualità il loro credo quotidiano; qualità che, da Sapori, si racconta a tavola: i ragazzi solari, infatti, presentano i piatti attraverso un racconto che prepara l’ospite alla degustazione e lo guida alla scoperta del prodotto senza manipolarlo o modificarlo, ma esaltandone le peculiarità e spiegando con estrema dimestichezza ciò che si cela dietro la produzione.

La Pescheria di Sapori Solari - Sapori Solari

LA PESCHERIA

Sapori apre il suo quarto locale a Milano, La Pescheria, a partire da metà Ottobre, dopo un periodo impegnativo fatto di restrizioni e limitazioni. L’indirizzo del nuovo locale è via Piero della Francesca 38 e i giovani fondatori sono entusiasti di questa nuova apertura:

“La Pescheria nasce dall’idea di chiudere un cerchio”, raccontano “e di proseguire un percorso che nasce dalla ricerca nel campo dei salumi e dei formaggi come per La Salumeria, passando a una milanesizzazione con l’aggiunta di cocktail e pesce crudo al Cocktail Bistrot. Abbiamo cominciato a lavorare il pesce crudo  in purezza con tartare e cruditè, adesso aggiungiamo anche l’esperienza delle diverse modalità di cottura che abbiamo acquisito La Bisteccheria e chiudiamo il cerchio con l’obiettivo di dare una spinta ulteriore al brand Sapori Solari,  che vuole sempre avere  l’eccellenza come materia prima, sia essa carne o pesce”.

La Pescheria di Sapori Solari - Sapori SolariSapori Solari - Sapori Solari

Il Menu propone un aperitivo con tapas di pesce accompagnate da un un bicchere di vino selezionato da un sommelier o dei cocktail signature studiati ad hoc.

Per la cena invece, nel locale è presente un banco del pesce da cui ordinare cruditè di mare o selezionare dal pescato del giorno, che viene poi cucinato al momento.

La Pescheria di Sapori Solari - Sapori Solari

Oltre a queste opzioni, il menu alla carta propone due primi e due secondi stagionali e un piatto che cambia ogni giorno in base alle materie prime.

Le affinità di fondo con i precedenti tre locali di Sapori Solari sono la ricerca di materie prime di altissima qualità, che rappresentino il territorio italiano a Milano, per riunire le eccellenze di tutto il Paese in una città melting pot della cultura culinaria di tutte le regioni come il capoluogo lombardo.

Un segnale positivo, quello che vogliono dare i soci, che arriva dopo un periodo di grande difficoltà per i giovani imprenditori: “L’apertura della Pescheria rappresenta per noi una grande sfida: oggi abbiamo le idee ancora più chiare e vogliamo vedere questo momento come un’occasione che ci dà voglia di ripartire tutti insieme” .

 

La Pescheria di Sapori Solari - Sapori Solari

Sapori Solari – La Pescheria

Via Piero della Francesca 38

Milano

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2020, in Uncategorized.

“OMICIDIO AD ALTA QUOTA” L’ avvincente romanzo noir della scrittrice Maria Rosaria Pugliese edito da Fratelli Frilli Editori

Anteprima immagine

Il commissario Nino de Santis, meridionale di nascita ma in servizio presso la Questura di Milano, si trova a risolvere un caso misterioso che per lui suona come una beffa: l’omicidio dello stilista Giosafat Gori sul volo AF 4504 con destinazione New York. de Santis, infatti, non ha mai preso un aereo e neppure conta di farlo.

Gori, fiorentino di nascita ma milanese d’adozione e ambasciatore della moda italiana nel mondo, è il principale artefice del successo della casa di moda da lui creata, la Mondial Glamour, che gestisce insieme ai due soci, dalle personalità meschine quanto snob e principali indiziati, Galbiati e Castelli.

Nel commissario, bonariamente sarcastico, che grazie all’amore profondo che nutre nei confronti della moglie meneghina (una famiglia in cui la figlia e perfino il cane sono femmine), ha abbracciato da tempo le abitudini della capitale della moda, continuano però a fremere le radici della sua terra allungata sul mare, il borgo costiero più piccolo d’Italia. Grazie a questo suo aspetto caratteriale tenace e combattivo, la stessa grinta con la quale gli antenati affrontavano il mare e combattevano contro i predoni saraceni, carpisce con astuzia le informazioni a lui necessarie per risolvere il mistero, all’interno di una preziosa agenda rinvenuta dalla figlia della vittima, Margot, nata dopo un “incidente di percorso” con una donna inglese (ma la figlia ha ben poco dell’inglese).

Il poliziotto si ritroverà così investito in un mondo così diverso dal suo essere, fatto di ambizioni distruttive di modelle straniere, di pericolose dipendenze da tavolo verde e di intrighi internazionali e interessi oltre oceano. Tra i personaggi più emblematici del romanzo noir, Mirko Lucchesi, un artista di strada amico di Gori e da lui conosciuto all’inizio della sua carriera artistica. A spianare la strada alla verità il ritrovamento di un dvd che porterà il Commissario de Santis a Firenze per incontrare Fra Leopoldo, un francescano erudito e maestro Spirituale di Lucchesi, della basilica di Santa Croce, rimanendo estasiato dalla profusione di meraviglie del Tempio delle Itale Glorie.

Un romanzo noir, edito da Fratelli Frilli Editori, che appassiona per la complessità dei personaggi e mette in luce il rovescio della medaglia del potere e del successo: la solitudine.

Maria Rosaria Pugliese vive e lavora a Napoli. Ha pubblicato il romanzo Pazienti smarriti (1a ediz. Robin, 2010, 2a ediz. Homo Scrivens, 2016), classificatosi al terzo posto Premio Domenico Rea (2011), finalista al Premio Giovane Holden, al Premio Salvatore Quasimodo, e semifinalista nel concorso “What Women Write” indetto dalla Mondadori. Nel 2014 ha pubblicato Carretera. Quattordici storie strada facendo (goWare Edizioni). Con Fontaine blanche (Homo Scrivens, 2017) è stata finalista, nella sezione inediti, al Premio Bukowski 2016. Ha partecipato all’antologia La gola (Giulio Perrone Editore, 2008). È tra gli autori dell’Enciclopedia degli scrittori inesistenti (1a ediz. Boopen Led, 2009 e 2a ediz. Homo Scrivens, 2012). Con la poesia Scetate Benino, si è classificata al terzo posto nel concorso nazionale “Sinfonia Dialettale”. Premio Eccellenza Letteratura Nazionale Lecce 2018. Premio Megaris 2019.

“OMICIDIO AD ALTA QUOTA”

Pagg.190 coll. Fratelli Frilli Editori, I Tascabili Noir.

In vendita nelle migliori librerie di tutta Italia e store digitali al prezzo di € 12,90

Questa voce è stata pubblicata il 20 ottobre 2020, in Uncategorized.

Libro e degustazione “La pizza è pizza” a Milano, ne l’Antica Pizzeria da Michele

Anteprima immagine

Dalla storia della pizza a l’Antica Pizzeria da Michele in the world: il racconto, nel libro-intervista ad Alessandro Condurro a firma Davide Ippolito, continua il suo viaggio con la terza presentazione, stavolta a Milano. Lunedì 19 ottobre alle 17:30, la recentemente riaperta Antica pizzeria da Michele Milano, in piazza della Repubblica 27, ospiterà il dialogo tra l’autore Davide Ippolito e Alessandro Condurro, AD de l’antica pizzeria da Michele in the world, moderato dalla giornalista e critica gastronomica Mariella Tanzarella.

Libro e degustazione “La pizza è pizza” a Milano, ne l'Antica Pizzeria da  Michele. - Sapori Condivisi

Dopo la prima presentazione a Verona e la seconda a Roma, il libro “La pizza è pizza – Quattro chiacchiere con Alessandro Condurro” continua a raccontare una storia lunga centocinquant’anni, che ha ancora molto da dire in termini di brand ed espansione verso il mondo.

Da L’antica pizzeria da Michele alla MITW sono tanti gli aneddoti da raccontare – spiega Alessandro Condurro, AD con Daniela Condurro de L’Antica pizzeria da Michele in the world -. Imprenditoria e lavoro artigianale possono andare di pari passo: è l’obiettivo che ci poniamo ad ogni nuova apertura. È difficile, ma ci piace assai! Compresa la casa madre, unica sede a Napoli in via Sersale a Forcella, siamo a diciotto pizzerie nel mondo: tre in Giappone, a Tokyo, Fukuoka e Yokohama, due Londra e a Roma, Dubai, Los Angeles, Barcellona, Al Khobar, Palermo, Berlino, Bologna, Milano, Firenze e Verona. ,

Anteprima immagineIl libro “La Pizza è Pizza – Il segreto che ha reso “L’Antica Pizzeria da Michele” un brand riconosciuto in tutto il mondo” è a firma di Davide Ippolito, CEO di Zwan e noto consulente di aziende e organizzazioni italiane, specializzato in Reputation Marketing.

Il libro è nato per raccontare una storia attuale di successo, che trova però le sue basi nelle radici forti di una tradizione ultrasecolare”, così spiega l’autore, Davide Ippolito, “e ho scelto di farlo per divulgare un case study che mette in risalto l’impatto vincente della reputazione sulla costruzione di un brand. Per farlo, ho deciso di dar voce alla famiglia Condurro e, in particolare, ad Alessandro Condurro, protagonista della trasformazione in brand globale della più popolare e semplice delle ricette”.

La Pizza è Pizza è un libro-intervista, impostato come quattro chiacchiere con Alessandro Condurro. Il botta e risposta è però introdotto da un breve percorso storico sull’alimento pizza in generale e, soprattutto, sulle diverse generazioni della famiglia Condurro che hanno contribuito a costruire l’innegabile storia di successo. Il libro “La pizza è pizza” è acquistabile su Amazon.it.

L’ingresso alla presentazione è libero fino a esaurimento posti, organizzati in modo da rispettare le misure di prevenzione contro la diffusione del Covid 19 attualmente in vigore.

Questa voce è stata pubblicata il 18 ottobre 2020, in Uncategorized.

DA SARTO DEI PAPI A PROFUMIERE…LA STORIA DI FILIPPO SORCINELLI DAL BORGO DI MONDOLFO AL MONDO

Filippo Sorcinelli Profumi E ColonieUn viaggio attraverso la spiritualità e l’armonia, nella costante e audace ricerca della bellezza

Da sarto dei Papi a profumiere. La storia di Filippo Sorcinelli dal borgo di Mondolfo al mondoÈ questa la sintesi del percorso di vita e professionale di Filippo Sorcinelliartista a 360°, ma anche imprenditore che da quasi 20 anni propone un nuovo concetto di bellezza, una contaminazione tra le arti e uno stile di vita che abbraccia diversi aspetti della contemporaneità.

Nel 2001 fonda l’atelier di vesti sacre LAVS, arrivando a vestire i papi Benedetto XVI e Francesco, e nel 2013 nasce UNUM casa di profumi d’arte.

Da sarto dei Papi a profumiere. La storia di Filippo Sorcinelli dal borgo di Mondolfo al mondo
Filippo Sorcinelli, collezione UNUM, fragranza _scusami_, immagine per Discovery Kit

Filippo Sorcinelli è un marchio di lifestyle, è un mondo da scoprire, è una contaminazione tra le arti che ha trovato nel profumo la sua sintesi.

Ma dove ha origine e come si alimenta questo percorso e personalità unici? A Mondolfo, borgo incantato nella provincia di Pesaro Urbino, Filippo Sorcinelli nasce nel 1975. All’età di 5 anni nella chiesa del paese, tra l’odore di incenso – che sarà poi una costante dei suoi profumi – e i paramenti sacri che sbircia in sacrestia, nasce la sua fascinazione per il sacro. Dalla zia sarta invece, inizia ad osservare e ad apprendere l’arte della sartoria e del ricamo.

Da sarto dei Papi a profumiere. La storia di Filippo Sorcinelli dal borgo di Mondolfo al mondo

Più tardi sceglie l’arte anche nel suo percorso di studi e, dopo la Licenza di Maestro d’Arte e la maturità di Arte Applicate, si diploma al Conservatorio Rossini di Pesaro perfezionandosi al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma e diventando nel corso degli anni, organista titolare presso le cattedrali di Fano, Rimini e San Benedetto del Tronto, e particolarmente apprezzato a livello internazionale per le sue capacità di improvvisazione all’organo.

Disciplina ferrea, all’interno della quale si esprime la libertà, è questo il segreto di Filippo Sorcinelli, simboleggiato anche dai tatuaggi che solcano il suo corpo e che tracciano linee rette come la coerenza del suo percorso.

ATELIER LAVS

Filippo Sorcinelli nel 2001 ha realizzato la sua prima casula per un amico che doveva prendere i voti. Il desiderio di fare un regalo significativo ad un amico, ma anche la voglia di sperimentare un territorio inesplorato, insieme all’aiuto della zia e della sorella sarte e a un lavoro incessante durato mesi, hanno dato vita alla prima opera di LAVS, acronimo di Laboratorio Atelier Vesti Sacre, ma anche Lode, in latino, che l’uomo rende a Dio attraverso l’opera delle proprie mani.

Da sarto dei Papi a profumiere. La storia di Filippo Sorcinelli dal borgo di Mondolfo al mondo

L’atelier, con sede a Santarcangelo di Romagna, si occupa dello studio, della progettazione e della realizzazione di vesti sacre, di suppellettili ed accessori per la sacra liturgia cattolica e in pochi anni è diventato un riferimento nel settore sia in Italia che all’estero, tenendo costanti rapporti con gran parte delle diocesi e lavorando in stretta collaborazione con l’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice.

Sue opere sono state realizzate per la mostra Saint Jérome di Georges de La Tour, organizzata nel 2013 dal Musée Départemental Georges de La Tour e il Coseil Géneral de la Moselle in collaborazione con il Louvre di Parigi. E sempre nel 2013 gli viene affidato il compito della ricostruzione dei paramenti sacri in occasione della Ricognizione delle spoglie di Papa Celestino V a L’Aquila.

I PROFUMI

Dalle vesti sacre ai profumi il passo è stato breve, perché Filippo Sorcinelli decide di profumare le confezioni che custodiscono i paramenti sacri al momento di essere spedite e così nel 2013 nasce il marchio FILIPPO SORCINELLI con la prima collezione olfattiva: UNUM.

Anche questo termine, che significa “unico”, viene preso dal credo cattolico, volendo esemplificare l’unicità del viaggio di Sorcinelli intenso e sincero, sofferto e spirituale, la sua storia raccontata attraverso le essenze per regalare un’esperienza sensoriale completa.

Da sarto dei Papi a profumiere. La storia di Filippo Sorcinelli dal borgo di Mondolfo al mondo
Filippo Sorcinelli, collezione UNUM, fragranza “io_non_ho_mani_che_mi_accarezzino_il_volto”

Nascono tante fragranze in questi anni, che traggono ispirazione delle esperienze, dai sentimenti, dagli incontri di Filippo, una su tutte Io_non_ho_mani_che_mi_accarezzino_il_volto che celebra uno dei fotografi italiani più importanti del XX secolo, Mario Giacomelli.

Ultima creazione è _scusami_ “non dimenticarti di chiedere perdono”, che riflette la società attuale che interpreta l’atto di chiedere scusa come un segno di debolezza, ma che invece in questa fragranza si esprime potentemente come simbolo di dignità e miglioramento individuale.

Questa voce è stata pubblicata il 15 ottobre 2020, in Uncategorized.

“IL DELITTO DI VIA FLODRAMMATICI”, l’avvincente giallo del poliedrico scrittore Emiliano Bezzon, edito da Fratelli Frilli Editori.

Anteprima immagine

Due amiche, una psicologa curiosa e innamorata della sua città e una Capitana dei Carabinieri ligia al dovere e attenta ai dettagli, insieme per cercare la soluzione a un mistero che fa tremare la Milano bene” e dai poteri forti e incuriosisce la stampa.

In una Milano frenetica e moderna, quella di piazza Gae Aulenti, di Porta Vittoria, della zona del nuovo skyline e del dopo expo, avvolta in un ritmo che sembra non avere tempo se non per il lavoro, tutto sembra quasi fermarsi davanti alla sacralità dell’arte, della musica e dei luoghi che la custodiscono gelosamente. A partire dal tempio della lirica, La Scala di via Filodrammatici, fino a percorrere le strade (e i segreti) che si nascondono dentro la Casa di Riposo tanto voluta dal maestro Verdi e a lui intitolata in cui, solo i musicisti, possono diventarne ospiti. Luoghi misteriosi e magici che celano misteri, gelosie, rivalità ma anche delitti. Viene infatti ritrovato esanime il corpo del sovraintendente della Scala, all’interno del suo ufficio, nell’area più riservata del principale teatro d’opera milanese situato, per l’appunto, in via Filodrammatici. Ma sulla sua morte, non ci sono dubbi anche se, ferito mortalmente alla testa, non risultano tracce evidenti di sangue: è stato ucciso!

Doriana Messina è una giovane, procace e seducente (suo malgrado), Capitana (guai ad chiamarla al maschile) dei Carabinieri meneghini, cui viene affidata l’indagine per indubbie capacità investigative anche se, per ottenere la stima di colleghi invidiosi (al contrario dei suoi stretti collaboratori che la stimano), ha dovuto per scelta sofferta ma in nome dell’Arma, rinunciare alla sua vita.

Amica, ma anche valida spalla per entrare meglio nella testa e nei pensieri dei sospettati, la psicologa Giorgia del Rio, con cui ha già collaborato in una precedente indagine risolta con successo. Giorgia è diventata, da qualche tempo e in occasione di un incontro del tutto fortuito all’interno del ricovero, una piacevole compagnia anche per un’anziana arpista, Angelica Cavalli, ospite della casa di Risposo Giuseppe Verdi. Questa tenera e nuova amicizia permetterà a Giorgia e Doriana, grazie ai suoi racconti, di venire a conoscenza del ritrovamento di un documento inedito e di inestimabile valore, appena scoperto, e di incontri sospetti che avvengono proprio all’interno del Ricovero, tra personaggi misteriosi riconducibili al defunto.

E poi c’è Cristina Cattagni, attenta e puntuale anatomopatologa, e il suo macabro senso dell’umorismo che tanto piace a Doriana ma che sconvolge e terrorizza Giorgia ad ogni incontro.

Un romanzo noir all’interno del quale ogni protagonista appare diverso da quello che sembra e, anche la soluzione, porterà verso una strada inaspettata.

“IL DELITTO DI VIA FILODRAMMATICI”; un romanzo noir intrigante che non manca di ironia e complicità, tutta al femminile. Fratelli Frilli Editori è in vendita nelle migliori librerie di tutta Italia e store digitali al prezzo di € 12,90

Emiliano Bezzon

Emiliano Bezzon, classe ’64, nasce a Gallarate, un Comune Lombardo nella provincia di Varese. Da 29 anni è dirigente pubblico: già Comandante della Polizia Locale di Gallarate, Vigevano, Varese e Milano e direttore dell’Accademia Regionale di Polizia, ora è Comandante della Polizia Locale a Torino; giornalista e autore di saggistica giuridica per operatori di polizia. Ha pubblicato il racconto noir “La notte del boss” in “Delitti e canzoni”, edito da Todaro nel 2007. Assieme a Cristina Preti ha pubblicato i romanzi gialli “Breva di morte” e “Le verità di Giobbe”, entrambe editi da Eclissi, nel 2015 e nel 2016. Dal 2016 scrive da solo: con i racconti “Incubo di una notte di mezza estate”, “Lo sguardo del pesce” e “La mancia è gradita” è risultato finalista dei concorsi “Giallolaghi” e “Garfagnana in Giallo” e pubblicato nelle relative antologie, edite da Morellini e Tra le Righe. Nel 2017 ha pubblicato il romanzo “Il manoscritto scomparso di Siddharta” con Robin, vincitore di diversi premi e concorsi e la raccolta di racconti “I delitti della città in un giardino” con Macchione. Quest’ultimo ha ottenuto il premio speciale per l’antologia di racconti al concorso “La provincia in giallo 2018”. Il suo ultimo romanzo, pubblicato da Frilli Editori, si intitola “Il delitto di via Filodrammatici”.

Da dicembre 2018 fa parte del collettivo letterario “Torinoir”.

Questa voce è stata pubblicata il 14 ottobre 2020, in Uncategorized.

XXII CONGRESSO MEDICINA ESTETICA AGORÀ 2020 – MILANO, 15-17 OTTOBRE

XXII Congresso Medicina Estetica Agorà 2020 – Milano, 15-17 ottobre

Al via domani a Milano, all’interno del MiCo, fino al 17 ottobre il Congresso di Medicina Estetica Agorà 2020, uno degli appuntamenti di punta del settore, giunto quest’anno alla sua ventiduesima edizione..

Tantissime le novità in questa nuova edizione, ma anche molti punti fermi: in primis, la preziosa collaborazione con le più importanti Società Scientifiche di settori affini alla Medicina Estetica per questo si confermano le giornate specialistiche di Dermatologia, di Scienza dell’Alimentazione, di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica e di Ginecologia.

Data la contingenza attuale, tra i temi più rilevanti, troviamo sicuramente l’incidenza del Covid-19 sulla Medicina Estetica: come ha cambiato gli scenari, avvicinato al settore e modificato le richieste.
Non mancheranno aggiornamenti su tematiche evergreen come i tatuaggi, affrontati sotto gli aspetti medico-dermatologici, chimico-tossicologici e normativi, o il trattamento del “bar code”.

Merita però una menzione speciale la novità promossa da Agorà ossia il Progetto H.E.L.P: un progetto di ricerca multidisciplinare rivolto a persone che a causa di una malattia, un trauma o un incidente vivono il disagio di dover convivere con un “segno” corporeo e psicologico indelebile.  Il fine di questa ricerca è quello di individuare protocolli operativi e trattamenti medici che rispondano alle necessità di ciascun utente, in maniera personalizzata.
www.societamedicinaestetica.it

Questa voce è stata pubblicata il 14 ottobre 2020, in Uncategorized.