APERTE LE ISCRIZIONI PER IL MASTER IN FILOSOFIA DEL CIBO E DEL VINO

Entrano nella squadra guidata da Massimo Donà e Angela Frenda, direttori del master, anche Andrea Berton, Alessandro Borghese, Lucio Cavazzoni, Ernst Knam, Niko Romito, Guido Tommasi

Aperte ai laureati di tutte le discipline le selezioni per la nuova edizione del master di primo livello in Filosofia del Cibo e del Vino. Nato dalla collaborazione tra le imprese vitivinicole del Gruppo ISWA – Italian Signature Wine Academy e il centro di ricerca Diaporein della Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, il master arriva alla sua quarta edizione e amplia la sua offerta formativa.

In un anno, 360 ore di didattica concentrate nei fine settimana e 300 ore di stage. Tre le anime del corso: una propriamente filosofica e antropologica, con i docenti di UniSR, per fornire solidi strumenti culturali sulla valenza simbolica di cibo e vino, sul loro ruolo nelle diverse tradizioni religiose e sul loro valore all’interno di una comunità – una tecnica, in collaborazione con le aziende partner, che offrirà le competenze sulla filiera agroalimentare, sullo sviluppo imprenditoriale e l’internazionalizzazione del prodotto italiano, dalla produzione fino al marketing – e infine una vera e propria officina della comunicazione, in cui i partecipanti, grazie ai giornalisti della redazione di Cook del Corriere della Sera, sperimenteranno concretamente cosa significhi comunicare oggi il cibo e il vino, imparando a costruire una strategia di promozione, sia tradizionale sia digitale, e a creare uno storytelling avvincente.

Nella nuova edizione del master presteranno la loro esperienza straordinaria del settore anche Andrea Berton, Alessandro Borghese, Lucio Cavazzoni, Ernst Knam, Niko Romito, Guido Tommasi, che si aggiungono alle lezioni di Massimo Cacciari, Massimo Donà, Angela Frenda, Andrea Tagliapietra, Alberto Capatti, Luciano Ferraro, Giampaolo Gravina, Sandro Sangiorgi, Nicola Frasson.

Numerose e importanti le aziende del settore agroalimentare che hanno aderito al progetto formativo, mettendo a disposizione le loro sedi per gli stage e i progetti “sul campo” che gli iscritti al master affronteranno nel corso del programma didattico: oltre ai marchi ISWA – Allegrini, Arnaldo Caprai, Feudi di San Gregorio, Fontanafredda, Marchesi de’ Frescobaldi, Planeta e Villa Sandi – anche Eataly, Molino Quaglia, Ferrarelle, Illy.

Un comparto, quello agroalimentare, in espansione in Italia e nel mondo: +1,8% le esportazioni del cibo made in Italy nel 2018, per un valore di 41,8 miliardi di euro (fonte Coldiretti) – e con un tasso di occupazione che è cresciuto del +4,8% nel 2018 (fonte Ufficio Studi Confartigianato). Chi segue un percorso formativo nel campo del food, secondo Almalaurea, nel 64,1% dei casi lavora stabilmente già a un anno dal conseguimento del titolo di studi; dopo 5 anni, la percentuale sale all’85,5%. Dati rispecchiati dal placement di chi ha già frequentato le prime edizioni del master.

Gli operatori del settore sentivano la mancanza di una figura professionale che unisse, alle competenze tecniche necessarie, una consapevolezza più ampia, capace di connettere le eccellenze enogastronomiche del nostro Paese al contesto storico-culturale-artistico di cui le medesime sono sempre “anche” espressione. Ciò che ha consentito la convergenza, in questo master, di università e mondo produttivo è quindi il proposito far comprendere al mercato internazionale che il made in Italy, insieme alla sua qualità, esporta anche cultura e uno straordinario valore storico e paesaggistico. Sapere e saper raccontare non possono non andare di pari passo.” – Massimo Donà, professore ordinario di filosofia teoretica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele e coordinatore del master in Filosofia del Cibo e del Vino.

Per informazioni e iscrizioni: segreteria.mastere filosofia.cibovino – https://www.unisr.it/unisr/offerta-formativa/filosofia/post-lauream/master/filosofia-del-cibo-e-del-vino

Università Vita-Salute San Raffaele

L’Ateneo nasce nel 1996 e viene inaugurato con la Facoltà di Psicologia, cui seguono nel 1998 la Facoltà di Medicina e Chirurgia e nel 2002 la Facoltà di Filosofia, fondata da Massimo Cacciari. Si caratterizza fin dalla sua origine per una stretta integrazione della didattica con la ricerca nelle sue diverse espressioni – di base, filosofica, sociale – con l’attività clinica. Conta più di 3.200 studenti.

www.unisr.it

ISWA – Italian Signature Wine Academy

È un’alleanza strategica tra sette dei top brand del vino italiano: Allegrini, Arnaldo Caprai, Feudi di San Gregorio, Fontanafredda, Marchesi de’ Frescobaldi, Planeta e Villa Sandi. Insieme producono oltre 50 milioni di bottiglie annue, con un export che supera l’80%.

www.iswacademy.com

Questa voce è stata pubblicata il 14 gennaio 2020, in Uncategorized.

Gruppo VG e METRO Italia: insieme per rendere laway from home sempre pi al servizio del cliente

L’anno si apre con un’importante novità nel panorama della Distribuzione italiana: Gruppo VéGé e METRO Italia hanno annunciato di aver stretto un’alleanza focalizzata sul mercato dei consumi fuori casa (AFH). Secondo i dati Tradelab, l’Italia si conferma un Paese trainante dell’Europa per i consumi fuori casa (AFH), che rappresentano il 34,3% dei consumi alimentari complessivi, con un valore di 84,3 miliardi di euro nel 2018. Il mercato è formato da oltre 320.000 punti di consumo tra ristoranti, bar, take away, gelaterie, pasticcerie e discoteche, di cui il 97% è gestito da professionisti indipendenti. L’alleanza con METRO Italia, operativa già dal primo gennaio, rappresenta per Gruppo VéGé il culmine di un successo indiscusso. Negli ultimi due mesi del 2019, infatti, il primo Gruppo della Distribuzione Moderna nato in Italia, aveva portato a termine l’ingresso nel parterre delle imprese socie, di altre due realtà d’eccellenza della GDO nazionale: Gruppo Bennet e Multicash S.p.A. Con questa alleanza, infine, si chiude per Gruppo VéGé il cerchio perfetto: una presenza in tutte le regioni d’Italia, con tutti i formati al dettaglio ed una forza rinnovata nel settore dell’away from home. I numeri dei Gruppi Gruppo VéGé apre così l’anno con una compagine salita a 35 imprese mandanti, un fatturato al consumo, stimato a fine 2020, di circa 10,9 miliardi di euro, generato da una rete vendita multicanale e multinsegna forte di 3.528 esercizi commerciali. Negli ultimi 5 anni (fonte GNLC-Nielsen) è il gruppo distributivo con la maggiore crescita di quota di mercato, arrivando ora a raggiungere la 5° posizione in Italia.

METRO Italia, specialista internazionale nel commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, dal 1972 punto di riferimento per i professionisti della ristorazione e dell’ospitalità (HO.RE.CA.), è oggi una realtà che offre in modo sempre più integrato la possibilità di acquistare attraverso diversi canali: dal Food Service Distribution (FSD) al Cash & Carry, attraverso punti di contatto tradizionali e innovativi. L’azienda vanta, in 16 regioni italiane, una rete di 49 punti vendita, un deposito interamente dedicato al Food Service Distribution, 4.100 persone ed un ampio e profondo assortimento professionale di oltre 30.000 prodotti Food e Non Food. Nell’anno fiscale 2018/2019 METRO Italia ha generato vendite pari a 1,73 miliardi di euro, con una crescita sull’Horeca dell’1,4% verso l’anno precedente. “L’alleanza conclusa con Metro Italia rappresenta un ottimo risultato a coronamento di un 2019 decisamente ricco di soddisfazioni. Iniziare il nuovo anno con questo accordo, è molto importante per noi, in quanto è un altro passo fondamentale nel percorso di crescita a tutti i livelli del Gruppo – ha dichiarato Nicola Mastromartino, Presidente di Gruppo VéGé. “Andiamo a interfacciarci, infatti, con un’impresa di assoluta eccellenza per cultura aziendale, specializzazione e organizzazione.” “Siamo molto soddisfatti di questa alleanza con Gruppo VéGé, che ci consentirà di mettere a valore le rispettive esperienze ed aree di forza, con l’obiettivo di migliorare l’offerta delle nostre soluzioni di prodotti e servizi pensati per i clienti professionali e con uno sguardo costante anche ai clienti finali, che dettano i trend del mercato dei consumi fuori casa. Questo rafforza la strada intrapresa per diventare sempre di più il partner d’elezione dei Professionisti Horeca (Hotels, Restaurants, Catering)” – commenta Tanya Kopps, Amministratore Delegato di METRO Italia. *** Gruppo VéGé, primo Gruppo della Distribuzione Moderna nato in Italia nel 1959, riunisce ora 35 imprese mandanti, con competenze multicanali che spaziano dagli ipermercati alle superette, dai cash&carry all’AFH, dai punti vendita specializzati all’on-line. Da sempre leader nell’innovazione di processo, di formato e tecnologica, con 3.528 punti di vendita dislocati in modo capillare su tutto il territorio nazionale, Gruppo VéGé si configura come uno dei più importanti network di vendita del nostro Paese. Per ulteriori informazioni: http://www.gruppovege.it METRO Italia specialista internazionale nel commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, presente in Italia con 49 punti vendita in 16 regioni. La rete distributiva si completa con un deposito nell’area di Milano, dedicato al canale Food Service Distribution. A livello internazionale, METRO è presente in 34 paesi con oltre 100.000 persone in tutto il mondo, servendo circa 16 milioni di clienti. METRO supporta la competitività degli imprenditori e delle proprie imprese anche con soluzioni digitali e contribuisce quindi alla diversità culturale nel commercio al dettaglio e nell’ospitalità.

Per ulteriori informazioni: www.metro.it

Questa voce è stata pubblicata il 10 gennaio 2020, in Uncategorized.

BELLE RIPIENE -Una gustosa commedia dimagrante-

di Giulia Ricciardi e Massimo Romeo Piparo

con

(in ordine alfabetico)

Rossella BRESCIA

Tosca D’AQUINO

Roberta LANFRANCHI

Samuela SARDO

Regia

Massimo Romeo Piparo

Gli amori e le chiacchiere sugli uomini, il profumo del buon cibo e le ricette più gustose, umorismo e sensibilità rigorosamente “in rosa” e sullo sfondo una grande e accogliente cucina: dopo il grande successo della scorsa stagione, gli ingredienti ci sono tutti per ripartire con il nuovo, imperdibile tour italiano di “Belle Ripiene”, la commedia tutta al femminile diretta da Massimo Romeo Piparo einterpretata da Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo.

Quella che attende l’esilarante pièce sarà una lunghissima tournée, una vera e propria maratona in tutta Italia: “Belle Ripiene” porterà infatti la sua gustosa allegria in tante città, tra le altre, Milano (Teatro Manzoni dal 14 al 19 gennaio), Roma (Teatro Sistina dal 21 al 26 gennaio).

Lo spettacolo, prodotto da Il Sistina, ha più di un elemento di originalità ed è pronto a contagiare il pubblico con questo divertente spaccato di vita femminile: le donne raccontano se stesse e il rapporto con gli uomini, senza ovviamente dimenticare l’altra loro grande passione, il cibo.

Scritta da Giulia Ricciardi (una delle più attive autrici di commedia “rosa” del momento) e lo stesso Piparo, la gustosa commedia dimagrante è ambientata nel regno delle donne: la cucina. Ma c’è di più perché, per la prima volta in teatro, le 4 superprotagoniste di “Belle Ripiene” cucineranno veri piatti in una ambientazione unica, in cui cucina e fornelli sono reali. Nei panni di Ida (Rossella Brescia), Ada (Tosca D’Aquino), Leda (Roberta Lanfranchi) e Dada (Samuela Sardo), le attrici accenderanno un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più-o-meno-realizzate esistenze mentre sul palco una telecamera permetterà al pubblico di seguire la preparazione dei piatti. Le ricette eseguite rifletteranno l’estrazione geografica delle 4 protagoniste, da Roma a Napoli, dal Salento all’Alta Padana.

Appositamente per lo spettacolo è stato creato lo Scrigno Belle Ripiene, uno speciale raviolone ripieno di cime di rapa (Puglia) e guarnito con guanciale croccante (Lazio), pomodoro piennolo confit (Campania) e fonduta di stracchino (Lombardia). Nel menù figurano tante altre prelibatezze: dal “Risotto allo zafferano e gamberi boreali” alle “Mezzelune pere e taleggio con crema di zucca e castagne” fino alle “Perle di salmone croccante, yogurt ed erba cipollina”.

Con la consulenza enogastronomica dello Chef Fabio Toso, il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi e Cucine Lube come main partner, lo spettacolo sarà anche un’occasione per assaggiare a sorpresa delle pietanze insolite e appetitose: gli spettatori infatti assaggeranno i piatti cucinati dalle attrici condividendo con loro il gusto ma non certo i loro uomini che rimarranno relegati tristemente nella lista dei “cibi proibiti” dal…dietologo dell’amore.

La trama: Dada, Ada, Ida e Leda sono quattro amiche che, alla ricerca di un riscatto personale, decidono di aprire un ristorante. Mentre sono in cucina in trepidante attesa di un ispettore Michelin di cui ignorano l’identità e che dovrà decidere se assegnare una Stella al ristorante, le protagoniste parlano delle loro vite, di uomini e figli, di sogni ed errori, circondate da cibo e ricette. Un episodio imprevisto però riesce a mettere in serio pericolo la sopravvivenza della loro avventura.

“Ho cercato di interrogarmi- aggiunge Massimo Romeo Piparo, ideatore e Regista di questa particolare pièce– su cosa oggi possa assumere i connotati di “novità” nel panorama della Commedia italiana di intrattenimento. Sembra che tutto sia già stato pensato, scritto, rappresentato. Ma è mettendo insieme ciò che la gente maggiormente ama fare, che ho avuto risposta ai miei quesiti e la giusta ispirazione a creare un prodotto originale: ridere e mangiare. Due grandi passioni degli italiani! In teatro si incontra gente che è venuta per ridere oppure non la si incontra perché… ha preferito andare a mangiare fuori! L’altra forte consapevolezza è che il pubblico teatrale è composto per oltre il 70% da donne. Ecco quindi come ha preso forma questo racconto, sviluppato egregiamente da Giulia Ricciardi –che di commedie femminili ne ha già parecchie al suo attivo- nato per le donne ma per divertire gli uomini. A rendere il racconto ancora più realistico (la scenografia di Teresa Caruso con una vera e propria cucina professionale “girevole” allestita sul palco, ha conferito iperrealismo a tutto il contesto) contribuiscono anche i quattro dialetti delle quattro protagoniste che idealmente riuniscono dietro i fornelli questa Italia sempre più divisa da confini e barriere. La cucina è il regno dell’imperscrutabile, un luogo inaccessibile per la maggior parte delle persone, in cui è possibile mettere a nudo le proprie debolezze e dare sfogo alle proprie frustrazioni: una sorta di lettino dello psicanalista tra uno spicchio d’aglio, del peperoncino, tanta farina e un pizzico di sale”.

“Belle Ripiene” è una commedia di Giulia Ricciardi, scritta con Massimo Romeo Piparo, prodotta da Il Sistina con la regia di Massimo Romeo Piparo, le scene di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona, le luci di Daniele Ceprani, il suono di Lorenzo Lambiase ele musiche originali di Emanuele Friello.

“BELLE RIPIENE”

Con il patrocinio di Federazione Italiana Cuochi (FIC)

Main Sponsor Cucine Lube

Hairstylist Kevin Murphy

https://it-it.facebook.com/belleripiene/

Questa voce è stata pubblicata il 8 gennaio 2020, in Uncategorized.

My Boutonnire donerà tutti gli utili della vendita online

Macintosh HD:Users:macmini:Desktop:HELP AUSTRALIA.jpg

My Boutonnière will donate
all profits of sale online

up until the end of February

to the Australian Animal Rescue Inc.

My Boutonnière donerà

tutti gli utili della vendita online

fino alla fine di febbraio

all’Australian Animal Rescue Inc.

Antoinette Petruccelli, australiana di origine italiana, sensibile alla tragedia

che sta sconvolgendo l’Australia, ha promosso questa iniziativa… per

aiutare l’Australian Animal Rescue Inc. ad assistere gli animali vittime

degli incendi.

L’occasione di comunicare l’iniziativa è data da Pitti Uomo e dall’evento Il

Nostro Lifestyle… Sustainaible dell’ 8 gennaio all’Hotel Lungarno.

www.myboutonniere.icom

Questa voce è stata pubblicata il 8 gennaio 2020, in Uncategorized.

“Uno di voi” è il padre. Si, ma chi? Relazioni pericolose, ma soprattutto confuse…

Quattro amici di lunga data ancora un po’ bambini e un bambino in arrivo. Un weekend di follia mette in cantiere una nuova vita, ma al tempo stesso smonta relazioni consolidate, mescola ruoli, rispolvera vecchi sentimenti, scatena crisi d’identità e svela scheletri nell’armadio. Ne succedono davvero di tutti i colori… In scena dal 9 al 26 gennaio.

 

Atmosfere da “La notte prima gli esami (del DNA)”. Dopo un weekend goliardico e spensierato, speso a rivangare i trascorsi universitari e a liberare il Peter Pan che ancora alberga in ognuno di loro, quattro amici si trovano a fare i conti con il presente e soprattutto con il futuro. Tra chi ha le idee chiare e chi è in fuga, chi non osa uscire allo scoperto e chi è ridotto a un caso umano, prende vita una kermesse divertente in cui tutto salta per aria per poi atterrare… tra le lenzuola. Una donna e tre uomini il cui destino è chiuso in una busta, ma non è un quiz. E’ una storia (semi)seria che va ben oltre il sesso e che parla di crescita, responsabilità e soprattutto della necessità di una presa di coscienza.

UNO DI VOI

di Roberto Marafante, diretto da Roberto Marafante. Con Mirko Corradini (Gianni), Andrea Deanesi (Luca), Giuliano Comin (Jacopo) e Maria Giulia Scarcella (Maria). Produzione La Bilancia.

Assistente Produzione Andrea Visibelli, Luci Nicola Piffer, Scenografie Andrea Coppi e Cristian Corradini, Costumi Emilia Bonomi, Musiche Ariele Manfrini.

Tre uomini e una gravidanza. Mentre il mondo combatte con il tasso di natalità e la fertilità maschile in picchiata, tre voci fuori dal coro ammutoliscono all’improvviso… Un’unica donna, amica storica di tutti e tre, e un unico dubbio: chi sarà il padre? Una riflessione sul fatto che c’è sempre la possibilità –e il dovere morale- di scegliere.

 

Info e prenotazioni:

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 26 euro intero.

Abbonamenti a partire da 62 euro.

 

Il Martinitt

Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

 

Questa voce è stata pubblicata il 8 gennaio 2020, in Uncategorized.

Consorzio della Focaccia di Recco, 2019 un anno di successi…

Il Consorzio della Focaccia di Recco, piccolo sodalizio che continua con tenacia, caparbietà e sacrifici a promuovere il proprio territorio e la sua eccezionale specialità gastronomica prova, anche per sommi capi, a fare una sintesi di quanto fatto nel corso dell’anno, che per la sua complessità risulta compito difficile raccontarlo, a tratti arduo. Ricordando come buon auspicio l’inizio del 2018 con l’arrivo a Recco al ristorante Dal Ponte di RAI UNO per le riprese della trasmissione Tempo&Denaro, il 2019 ne è stato degno erede: un anno indimenticabile, forse irripetibile, con una intensa attività di comunicazione, coronata da eventi e partecipazioni memorabili.
Gennaio: esce negli USA un allegato al New York Times dedicato alle 52 mete turistiche più belle del mondo; sorpresa inaspettata, c’è il Golfo Paradiso e la Focaccia di Recco viene citata come “must gastronomico” grazie alla sua rinomanza e alla tutela europea IGP. L’articolo viene ripreso dalla stampa internazionale e nazionale, per il Consorzio inizia la “caccia all’inviato” del New York Times che ogni settimana visiterà una delle 52 mete inserite.
Febbraio: con l’agenzia Regionale In Liguria, arriva un educational per stampa estera (francesi e spagnoli, con uscite sui quotidiani spagnoli La Vanguardia ed El Pais), “must” la focaccia…
Marzo: iniziano le promozioni “on the road” con il Salone Agroalimentare Ligure di Finale Ligure. Marzo ed aprile: tornano le Serate Gastronomiche Recchesi dedicate a Gianni Carbone, indimenticato ristoratore delle Città; un grande successo annunciato con proposte innovative: street food di alto livello e serate dedicate a prodotti dei presidi Slow Food.
Aprile: il Comune di Recco assegna al Consorzio il “Recchellino d’oro” per la sua intensa attività di promozione ed il prestigio ottenuto con il raggiungimento del marchio di tutela europeo IGP. La TV australiana dedica uno speciale alla famiglia Bisso del ristorante da ö Vittorio dove non manca la focaccia di Recco IGP. Alla fine del mese arriva la notizia che Rai Uno dedicherà una puntata al Golfo Paradiso, ed iniziano i sopralluoghi con produttore, regista e autori.
Maggio: “mese di fuoco”. Dal 9 al 13 “Slow Fish” a Genova in Porto Antico, 13/17, sopralluoghi per le riprese di Linea Verde (in onda il 9 giugno), il 15 l’inaugurazione Mn. Maria Grazia Onorato, la più grande ro-ro del Mediterraneo, 18/19 la Festa della Focaccia a Recco.
Giugno: il 2 in piazza De Ferrari a Genova per la “Grande Festa della Repubblica” evento di Regione Liguria; il 9 va in onda “Linea Verde” di Rai Uno, ampi spazi per la Focaccia di Recco IGP, registrazioni dal Panificio Moltedo 1874, riprese anche a Sori da Edobar (un trionfo per il territorio della Focaccia di Recco IGP, con 2,9 milioni di telespettatori). Il 16 su Sky TV “Piccola Italia” dedicata a Recco e alla Festa della Focaccia. Fine giugno a La Spezia per “Liguria da bere”.

Luglio: “Collisioni”, Festival agri_rock, mega-evento di Barolo con artisti di fama mondiale. Grande promozione ed immagine al centro di Barolo al fianco di Regione Liguria e Agenzia in Liguria.
Agosto: si inizia con l’educational per un importante food blogger belga (registrazioni dal Panificio Moltedo G.B.). Finalmente arriva l’inviato del New York Times Seb Modak, tour del Golfo Paradiso assaggiando le nostre specialità, prima fra tutte la Focaccia di Recco IGP! (tappe ai Panifici Tossini e al ristorante Manuelina di Recco e al Boschetto a Sori). Esce l’articolo sul New York Times edizioni USA, Internazionale e web con oltre 9 milioni di contatti. In USA la Focaccia di Recco è una star, altro articolo sul New York Magazine (concorrente del NYT) e sulla rubrica “Lifestyle Yahoo” raccogliendo oltre 50 milioni di click, quindi un articolo su “Forbes” dal titolo “8 places of foodies along the Italian Riviera” dove la focaccia di Recco è definita “irrinunciabile”. Da Lino riprese video e interviste per la Città Metropolitana. Agosto culmina con una nuova citazione sul NYT di Seb Modak che, a metà percorso, ricorda come miglior cibo la Focaccia di Recco IGP.

Settembre: ricominciano le promozioni “on the road”: il 6 e 7 a Piacenza ospiti d’onore del Consorzio Salumi DOP Piacentini per l’evento “Un mare di sapori”; 19/24, il Salone Nautico Internazionale a Genova e 20/ 23 a Brà per “Cheese”, i due eventi più prestigiosi dell’anno che richiedono però grandissimo impegno e responsabilità.
Ottobre: Dal 4 al 6, Il Festival Internazionale del Cibo di Strada a Cesena vede il Consorzio di Recco quale “debuttante” nell’evento che ha lanciato in Italia il cibo di strada, il più importante nel suo genere. Pur alla loro prima volta a Cesena, i recchesi si aggiudicano subito il Premio “Miglior proposta di cibo di strada italiano” dedicato all’ideatore dell’evento “Gianpiero Giordani. Il 12 ottobre, presenti al fianco di Regione Liguria per festeggiare a Genova in piazza De Ferrari la Protezione Civile ritrovando molti amici conosciuti sotto il tragico Ponte Morandi.

Novembre: 8 e 9 terza edizione di Fattore Comune, in casa propria, l’evento dedicato alle eccellenze agroalimentari tutelate dai marchi europei DOP e IGP: crescita d’interesse e partecipazioni di prestigio assoluto. Educational (ambitissimo) di due giorni, con oltre 40 tra giornalisti e blogger, sulla scia dei successi già precedentemente conseguiti, tappe a Camogli alla Focacceria Revello e, dopo il ristorante Da Angelo a San Rocco, questa volta pranzo di chiusura al ristorante Lino a Recco. Il territorio e la focaccia di Recco IGP beneficia di un feedback con oltre 200 articoli su numerosi mezzi d’informazione e social. Sabato 16, grazie all’Assessore al Marketing Territoriale del comune di Genova, il Consorzio organizza al MOG di Genova una “masterclass” con Moltedo G.B. per tre super-chef americani che promuoveranno la Liguria a New York. Ma novembre riserva la sorpresa più prestigiosa: dal 18 al 23 Recco protagonisti dell’evento promosso in tutto il mondo dal Ministero degli Esteri: “La settimana della cucina italiana” in due location di grande fama: a Parigi il Ristorante Manuelina con Cesare Carbone per l’Associazione Ristoranti Buon Ricordo e il Consorzio della Focaccia di Recco con Fabrizio Passano (ristorante Alfredo), Umberto Squarzati (ristorante Vitturin 1860) e Lucio Bernini (responsabile del Consorzio) a Gedda, in Arabia Saudita, esperienza indimenticabile.

Dicembre: il 10 del mese “The best of la mia Liguria” al palazzo della Borsa con Camera di Commercio di Genova e Regione Liguria; il 12 a Roma alla presentazione dell’Atlante Qualivita, unico ed esclusivo volume europeo dedicato ai prodotti DOP e IGP, quest’anno con la prestigiosa firma Treccani edito dall’Istituto della Enciclopedia Italiana.

Tutto questo oltre ad una miriade di diverse iniziative cui il Consorzio e i suoi consorziati hanno partecipato rendendo fama ed onori alla Focaccia di Recco IGP ed alla Città di cui porta il nome. In poche parole un anno eccezionale, ed i recchesi sono già al lavoro per tentare di bissarlo, o superarlo?

Masterclass al MOG a Genova, prima a destra l’assessore Comune di Genova Laura Gaggero.

Le attività aderenti al Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio: Ristoranti a Recco: Alfredo – Angelo – Da Lino – Da ö Vittorio – Del Ponte – Manuelina Vitturin – Focacceria Manuelina. Panifici a Recco: Panifici Tossini – Panificio Moltedo G.B. – Panificio Moltedo 1874 Ristoranti a Sori: Edobar – Il Boschetto – Focacceria Tossini. Asporto a Camogli: Revello Focacceria

Secondo da destra, Seb Modak, inviato del New York Times

http://www.focacciadirecco.it Pagine FB. La festa della Focaccia di Recco oppure Focaccia DI Recco Instagram. focacciadirecco_igp

le riprese di Linea Verde

I recchesi a Jeddah per la settimana della cucina italiana nel mondo, terzo da sinistra il Console generale Stefano Stucci

Questa voce è stata pubblicata il 31 dicembre 2019, in Uncategorized.