L’APERITIVO A MILANO È AL GARDEN18, L’INCANTEVOLE DEHORS DELL’HOTEL SAVONA 18 SUITES

Savona 18 Suites, Milano – Prezzi aggiornati per il 2020

C’è un angolo di verde in via Savona a Milano che si chiama Garden 18,
nuova incredibile tendenza dell’aperitivo milanese. Al numero civico 18, varcando l’ingresso di un
grande cancello, ci si imbatte in una scenografica corte meneghina, tra le piante rigogliose e le
geometrie colorate di un imponente murales realizzato da Aldo Cibic, l’architetto designer che
ha ristrutturato totalmente questo antico palazzo, portandolo a nuova vita con l’hotel Savona 18
Suites. Questa corte è Garden 18, diventato una sempre più irrinunciabile tappa per un aperitivo
all’aperto, con cocktail internazionali di tendenza e sfiziosi finger food. Un ambiente di grande
charme, 300 mq con ampi divani e poltrone, dove rilassarsi lontani dal traffico della città e godere
di serate settembrine in cui “l’estate scivola nell’autunno”, prendendo a prestito le meravigliose
parole di Emily Dickinson.
L’appuntamento per l’aperitivo è dal giovedì al sabato, dalle ore 18:00.
Aperitivi con finger food serviti al tavolo | a partire da 10 Euro a persona, oppure disponibili
proposte à la carte. Per prenotazioni | tel.: 02 255 5201

è il design hotel situato nella zona dei Navigli di Milano, a pochi passi da via Tortona. La struttura,
ricavata da una tipica casa di ringhiera meneghina, è stata oggetto di un’interessante ristrutturazione ad opera
Cibicworkshop – Aldo Cibic e rappresenta oggi un nuovo indirizzo per ospiti business e leisure o per chi desidera
organizzare eventi. L’hotel dispone di 43 camere e suites, quest’ultime si affacciano su una suggestiva e scenografica
corte privata. La corte interna è una location ideale per organizzare eventi di varia natura in un contesto raffinato ed
esclusivo. Al Petit Café, aperto anche a clienti esterni, gli ospiti potranno gustare la colazione ed una vasta gamma di
cocktail, aperitivi, snack e light lunch, rilassandosi nell’accogliente zona lounge arredata con pregiati pezzi design.
L’hotel dispone inoltre di un luminoso spazio meeting con luce naturale, che può essere allestito a board room per 8
persone e a platea per 30 ospiti.

Questa voce è stata pubblicata il 13 ottobre 2020, in Uncategorized.

GIOVANNI COVA & C. DEDICA IL PANETTONE DI NATALE A RAFFAELLO, GENIO DELL’ARTE RINASCIMENTALE

Nell’anno del Covid  Giovanni Cova & C. con la nuova linea di esclusivi Panettoni, celebra Raffaello, uno dei più grandi pittori del nostro Rinascimento, in occasione del quinto centenario della sua morte.  Tante sono le iniziative, mostre ed eventi che nel corso del 2020 raccontano nel mondo e in Italia la maestria del genio urbinate, scomparso prematuramente all’età di 37 anni.Giovanni Cova & C.

Anche la storica pasticceria milanese ha voluto celebrare l’anniversario rappresentando i suoi capolavori negli incarti dei dolci natalizi, elegantissime confezioni che racchiudono i panettoni del Natale 2020. Un’iniziativa di grande levatura artistica, resa possibile grazie alla collaborazione con la Pinacoteca Ambrosiana e la Pinacoteca di Brera, unite straordinariamente per le celebrazioni di Raffaello.

Andrea Muzzi, Giovanni Cova & C

Andrea Muzzi, AD di Giovanni Cova & C

Da alcuni anni abbiamo intrapreso un percorso di valorizzazione del patrimonio artistico italiano, soprattutto legato alle eccellenze milanesi perché ogni nostro prodotto emoziona e vogliamo continuare a generare questi sentimenti, con nuove esperienze sensoriali. – confida Andrea Muzzi AD di Giovanni Cova & C. – La pandemia ha stravolto le nostre vite, i nostri programmi – e continua – possiamo ancora riappropriarci dei piaceri della vita e pensare a come valorizzare le eccellenze e i talenti italiani attraverso l’arte pasticcera, anche in questo momento storico difficile”.

Raffaello Sanzio - Autoritratto

Raffaello Sanzio – Autoritratto

La LINEA RAFFAELLO è un viaggio tra gusto e bellezza, dove le opere si fondono con la tradizione dell’azienda, icona dell’artigianalità nella pasticceria milanese, selezionatrice non solo di ingredienti e materie prime, ma anche maestra nella realizzazione di packaging raffinati, esclusivi e riconoscibili.

È custodito da oltre 400 anni in Pinacoteca Ambrosiana il meraviglioso Cartone preparatorio de: “la Scuola di Atene” di Raffaello, il simbolo della perfezione pittorica nel mondo, dipinto nella Stanza della segnatura in Vaticano, recentemente al centro di un importante restauro, durato quattro anni, che ha riportato in luce l’originaria bellezza dell’opera. La sua riproduzione racchiude il Panettone GRANCIOCCOLATO®, con granella di nocciole, mentre il Panettone CLASSICO premiato con le Tre Stelle dall’ International Taste and Quality Institute, è avvolto nella riproduzione dell’opera di Raffaello “Lo Sposalizio della Vergine” che si trova alla Pinacoteca di Brera, capolavoro che sancisce l’ingresso del giovanissimo urbinate nell’Olimpo della grande arte.

Ad impreziosire ogni singola confezione, in regalo un libro con la descrizione esclusiva delle opere realizzato a cura delle due pinacoteche milanesi, proposto assieme a sei coupon di sconto del valore di 30 euro complessivi, utilizzabili per l’ingresso alle mostre da dicembre 2020 a giugno 2021; un’azione unica e destinata a fare da apripista nel rilancio del sistema culturale ed artistico nazionale post Covid.

Il Panettone, dolce milanese ed italiano per eccellenza che ci rappresenta in tutto il mondo, frutto della tradizione pasticcera di Giovanni Cova & C., contribuirà a far riscoprire un intero capitolo del Rinascimento italiano e della sua arte, per promuovere anche in questo periodo di distanziamento fisico la cultura.

LA STORIA DI GIOVANNI COVA & C., LA PASTICCERIA EMBLEMA DI MILANO, IN VIA CUSANI, 10

La storia ebbe inizio nel 1930 quando due pasticcieri, Agostino Panigada e Giovanni Cova, aprirono un laboratorio dolciario in Viale Monza, a Milano, eredi di una tradizione pasticcera che ben presto si diffuse in tutto il mondo. A sottolineare il primato del “panettone di lusso”, all’epoca furono affissi manifesti pubblicitari che raccontavano per immagini la storia del meraviglioso dolce lievitato, il cui logo raffigurava una vistosa corona regale, la stessa che continua a brillare sul marchio ancora oggi. La famiglia Muzzi attualmente è proprietaria del famoso brand di pasticceria, che quest’anno festeggia il 90mo dalla sua fondazione.

LA COLLABORAZIONE TRA LA GIOVANNI COVA & C. E LE PINACOTECHE MILANESI

“Dal 1609, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, edificata da Federico Borromeo nel centro geometrico della città di Milano, è un punto di riferimento per tutti coloro che sono alla ricerca del vero e del bello. Con le sue prestigiose collezioni di manoscritti e rarissimi stampati, oltre alla pinacoteca, è il museo più antico della città.

L’Ambrosiana è da sempre luogo di incontro e di ricerca, confronto e collaborazione con le realtà̀ culturali, istituzionali e imprenditoriali.

Per il secondo anno consecutivo, è lieta di collaborare con la Giovanni Cova & C., il cui marchio è garanzia di un prodotto dolciario di alta pasticceria e di rigorosa tradizione milanese, e il 2020, dedicato all’anniversario di Raffaello, diventa un’occasione per affiancare la Pinacoteca di Brera, custode di un’altra preziosa tavola del Maestro di Urbino.

Con modalità̀ innovative, ancora una volta arte, cultura e tradizione, nelle loro molteplici e variegate forme, trovano modo di raccontarsi a vicenda, narrando insieme le meraviglie che Milano sa offrire”.

da sx James Bradburne, Direttore Pinacoteca di Brera, e Andrea Muzzi, AD di Giovanni Cova & C.L’iniziativa con la Giovanni Cova & C. celebra in forma alternativa a quelle tradizionali, uno dei massimi capolavori della collezione braidense, lo “Sposalizio della Vergine” nell’anno della ricorrenza dell’artista, per legare la Pinacoteca a un marchio d’eccellenza.

Questa collaborazione è inoltre una vicenda profondamente “milanese”: da una parte perché pone Brera in contatto con la storia dell’arte pasticcera cittadina, dall’altra per consentire al museo di collaborare con un altro luogo nevralgico della cultura milanese, la Pinacoteca Ambrosiana

www.giovannicovaec.it

Questa voce è stata pubblicata il 10 ottobre 2020, in Uncategorized.

FRIDA KAHLO-IL CAOS DENTRO: arriva a Milano la mostra più attesa dell’anno!

FRIDA KAHLO-IL CAOS DENTRO: arriva a Milano la mostra più attesa dell'anno!

Dal 10 ottobre 2020 al 28 marzo 2021 presso la Fabbrica del Vapore.

Frida Kahlo – Il Caos dentro” è una mostra che coinvolge il visitatore a fondo attraverso le varie sfaccettature di questa esuberante artista internazionale ormai diventata icona del Messico. L’esposizione è organizzata in sezioni tematiche attraverso un viaggio colorato nella caotica esistenza della pittrice messicana da un grande appeal scenografico e concept artistico culturale grazie ai curatori Antonio Arevaldo Aleandra Matiz e Milagros Ancheita che con la loro accurata ricerca ed esperienza sono stati capaci di creare un progetto unico mai visto prima.

Frida Kahlo rappresenta il simbolo dell’avanguardia artistica e culturale messicana con la geniale sensibilità, la forza trasgressiva e i pensieri profondi di una delle icone femminili più amate e celebrate del Novecento. Frida è quella straordinaria artista che nonostante una vita travagliata, tra avventure, passioni e dispiaceri, ha lasciato al mondo un patrimonio d’arte senza paragoni, mentre il suo amato Diego Rivera, fu tra i principali ispiratori dell’arte muralista.

La mostra di Frida Kahlo alla Fabbrica del Vapore di MilanoL’opera di Frida affonda le proprie radici nella tradizione popolare, ma anche nelle sue esperienze di vita e nelle sofferenze patite, che riesce a esprimere con straordinario talento: il caos interiore e il travaglio esistenziale sono espressi attraverso una produzione artistica eccezionale, capace di trascendere ogni epoca e frontiera. E non solo. Sono costanti, infatti, i richiami a un Messico che attraversa profonde trasformazioni sociali, politiche e culturali, le stesse che lo avrebbero condotto alla modernità del XX secolo.Milano, Fabbrica del Vapore. Frida Kahlo: l'ambiente, l'arte e le emozioni - Luce e Design

L’innovativo percorso espositivo tematico della mostra, che si sviluppa su una superficie su 2 livelli in oltre 1.600 mq di spazio, accompagnerà il visitatore direttamente nella vita di Frida Kahlo e Diego Rivera attraverso un racconto appassionante fatto di lettere, film e documentari che la vedono protagonista. Una mostra che offre la perfetta ricostruzione degli spazi in cui visse, come lo studio e la camera da letto; disegni, pagine di diario, oggetti di vita quotidiana, abiti, gioielli ed esclusive fotografie scattate all’epoca da Leo Matiz, fotografo colombiano nella suggestiva Macondo di Gabriel Garcia Marquez, molto amico di Frida. In mostra ci saranno anche alcuni dipinti originali mai esposti prima, come il Ritratto di Frida che Rivera disegnò nel 1954 o come La Nina de losabanicos sempre di Diego Rivera del 1913, oltre ad alcuni disegni di Diego Rivera.

Una mostra unica ed imperdibile per la sua originalità grazie alle Istituzioni del Messico che sono stati parte attiva di un progetto culturale ambizioso mai realizzata.

BIGLIETTI DA  €  16.50.

dal 10 ottobre 2020 al 28 marzo 2021

Orari

Dal lunedì al venerdì:  09,30 / 19,30

Sabato e domenica: 09,30 / 21,00

ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura

Questa voce è stata pubblicata il 8 ottobre 2020, in Uncategorized.

GRANDE SUCCESSO AL POLITECNICO PER L’EVENTO SULLA SICUREZZA FIRMATO VOI TECHNOLOGY: GUIDA SICURA E MOMENTI FORMATIVI PER GLI UTENTI DI MONOPATTINI ELETTRICI

Voi Scooters - Get Magic Wheels

Nell’ottica di una sempre maggiore attenzione alla sicurezza, Voi ha lanciato anche il primo alcol
test, una nuova modalità di guida per principianti e una flotta di addetti contro il parcheggio selvaggio.

Media Key: Grande successo al Politecnico per l'evento sulla sicurezza firmato Voi Technology: guida sicura e momenti formativi per gli utenti di monopattini elettrici“La sicurezza è la nostra priorità”. Con questo slogan Voi
Technology, azienda svedese leader in Europa di monopattini elettrici, ha promosso una giornata
dedicata alla guida sicura dei monopattini, lanciando anche il primo alcol test, tramite App, in
grado di rilevare in pochi secondo i tempi di reazione degli utenti.
Grande successo per l’evento programmato oggi da Voi in piazza Leonardo da Vinci, nello spazio
antistante il Politecnico di Milano, al quale hanno preso parte numerosi partecipanti, tra studenti e
curiosi: l’Azienda ha organizzato momenti di formazione sulle regole di circolazione e di sosta
dei monopattini, veri e propri training dal vivo con distribuzione di caschi omaggio e altri
dispositivi di protezione individuale tra cui mascherine e gel igienizzante.
Nel corso della manifestazione, Voi ha annunciato il nuovo alcol test che verrà attivato durante le
notti del weekend, in una fascia oraria compresa tra l’una e le 4 del mattino, non appena un utente
effettuerà la scansione di un monopattino Voi.
Già testato nel nord Europa, al momento del noleggio, agli utenti verrà chiesto automaticamente di
partecipare a un gioco, tramite App, che testa i riflessi in pochi secondi.
Per superare il test è necessario raggiungere un punteggio di almeno il 60% e l’App istruisce
l’utente che la guida in stato di ebbrezza può incidere sui suoi riflessi e sull’equilibrio,
consigliando di valutare il trasporto pubblico nel caso in cui l’utente non si senta sicuro nella guida.
“Siamo molto soddisfatti di questo evento, frutto del nostro impegno costante per la sicurezza degli
utenti. Voi adotta sempre un approccio collaborativo, aperto e trasparente in stretto dialogo con le
Amministrazione locali – ha dichiarato Sixte Libaudiere, Marketing Manager Italy & France Voi
Technology – Crediamo fortemente che qualsiasi azione per una maggiore sicurezza stradale sia
sempre benvenuta, come il nuovo sistema dell’alcol test sulla prontezza di riflessi”.
A seguito delle recenti rilevazioni sul numero mezzi in sharing, Voi Technology ci tiene a precisare
che: “Siamo presenti a Milano con una flotta di 750 monopattini elettrici e operiamo in piena
conformità alle regole nazionali e locali in termini di circolazione dei veicoli e secondo gli
adempimenti richiesti nell’avviso pubblico del Comune di Milano”, ha concluso Sixte Libaudiere.
L’evento sulla sicurezza ha anche costituito l’occasione per promuovere la nuova modalità di guida
per principianti, disponibile sull’App, sotto il profilo utente, per far sì che la velocità massima del
veicolo non superi i 15 km/h e rispetti le zone a bassa velocità.

For Cities - How Voi can impact your cityLa società sta, inoltre, varando ulteriori forme di collaborazione con il Comune in termini di
geofencing in alcune zone di Milano, durante le ore notturne, per evitare il traffico dei monopattini
e il parcheggio intorno alle aree occupate da locali e bar. Inoltre Voi ha anche introdotto
recentemente alcune zone di parcheggio obbligatorie nel centro della città e indicate
dall’Amministrazione, al di fuori delle quali gli utenti non possono parcheggiare. L’azienda ha da
poco lanciato “Voi patrol”, la squadra di addetti sulle strade di Milano, per offrire una ulteriore
soluzione al fenomeno del parcheggio selvaggio.

Info su Voi
Fondata nell’agosto del 2018, Voi è una società svedese specializzata nella micromobilità urbana che offre servizi di
condivisione di monopattini elettrici in collaborazione con le città e le amministrazioni locali. Voi crede che i
monopattini elettrici possano giocare un ruolo centrale nel cambiare il modo in cui le persone si muoveranno nelle
nostre città in futuro. Voi vuole fare in modo che la trasformazione avvenga nel modo giusto – attraverso la tecnologia
migliore e più innovativa, in dialogo aperto e trasparente con le città e i governi, adattando i veicoli alle esigenze locali.
“Salite su un monopattino in qualsiasi momento e viaggiate ovunque in città – completamente senza emissioni”. Voi è
un’azienda carbon-neutral da gennaio 2020, ha adottato gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite
come quadro guida e ha stabilito un’agenda chiara per la riduzione e la compensazione delle emissioni. Voi opera in
oltre 40 città in 10 paesi, ha sede a Stoccolma e impiega circa 400 dipendenti.

Per maggiori informazioni:
Website
Press room
Instagram
Facebook
Twitter

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2020, in Uncategorized.

Riapre in Corso Garibaldi il Temporary Store Panettone Day

ImageTantissime le novità di quest’anno: creazioni firmate dagli astri nascenti della pasticceria, come i giovani vincitori del concorso Panettone Day, la possibilità di ricevere i panettoni a casa o in ufficio con un clic grazie a Deliveroo e un corner esclusivo che aprirà in Rinascente in occasione del Natale.

Il Natale arriva in anticipo a Milano con il Temporary Store Panettone Day, la boutique dedicata a un’icona della pasticceria italiana che aprirà dal 12 ottobre fino all’8 novembre in Corso Garibaldi 42 a Milano e dove si potranno scoprire le creazioni firmate dai 25 finalisti del concorso Panettone Day, selezionati dal maestro Iginio Massari.

ImageQuest’anno l’ottava edizione del concorso ha visto trionfare le nuove leve della pasticceria italiana, premiando 3 giovani talenti in una rosa di 146 pasticceri in gara: Gianluca Prete, pasticcere under 25 della Pasticceria Fumagalli a Lurago D’Erba (CO) e due giovani pasticcere, Magda Fasciglione della Pasticceria Asselle a Bra (CN) e Barbara Veronica Braghero della pasticceria Storie di un chicco di grano a Fiumefreddo (CT).Image

Una vittoria particolarmente significativa che ha messo in risalto la dedizione e la passione della generazione Z verso l’arte del panettone, oltre che la volontà di mettersi in gioco in un’esperienza nuova e sfidante come quella di Panettone Day, uno dei concorsi nazionali più noti e riconosciuti del settore.

ImageImage All’interno dello store si potranno assaggiare e acquistare 25 ricette esclusive di panettone firmate dai pasticceri di tutta Italia, tra versioni che omaggiano la tradizione e altre che giocano con la creatività, esaltando i migliori ingredienti e specialità di ogni regione.

Come ogni anno, lo spazio si animerà tutti i giovedì con un ricco calendario di eventi, finalizzati a fare cultura e valorizzare in modo contemporaneo un prodotto ricco di storia come il panettone, che ormai risulta essere un dolce amato e apprezzato tutto l’anno e in ogni momento della giornata.

Quest’anno inoltre tutti i panettoni artigianali potranno essere consegnati direttamente a casa o essere prenotati per il ritiro sul posto senza file, grazie alla partnership siglata con Deliveroo: un’iniziativa che si inserisce perfettamente nel contesto attuale e che permetterà anche di far recapitare in pochi clic un dolce pensiero per compleanni o ricorrenze.

I panettoni dei finalisti di Panettone Day torneranno di nuovo a Milano anche a Natale. Nel mese di dicembre per la prima volta sarà aperto un corner esclusivo al settimo piano della Rinascente a Milano, dedicato alle creazioni dei pasticceri Panettone Day: una partnership di grande rilievo che evidenzia la crescente popolarità del concorso negli anni, la qualità delle ricette e il grande amore dei milanesi per questo lievitato, simbolo della città.

ImageImageImage

Temporary Store: gli eventi del giovedì
Il calendario degli eventi

Giovedì 15 ottobre – Inaugurazione Temporary Store
Una serata per festeggiare l’apertura del Temporary Store e accompagnare il pubblico milanese alla scoperta delle creazioni artigianali, attraverso una speciale degustazione dei panettoni vincitori del concorso per le categorie tradizionale, creativa e al cioccolato Ruby Callebaut.

Giovedì 22 ottobre – Degustazione Panettone & Gelato con il maestro gelatiere Paolo Brunelli
Un evento per degustare nuovi sorprendenti abbinamenti tra gelato e panettone artigianale ideati dall’estro creativo di Paolo Brunelli, maestro gelatiere e campione del mondo di gelateria, con il supporto di FB, sponsor del concorso nota realtà nel settore della refrigerazione che offre soluzioni innovative per i professionisti della pasticceria e della gelateria.

Giovedì 29 ottobre – Tutte le sfumature del cioccolato con la Pastry Queen Silvia Federica Boldetti
Un appuntamento imperdibile per gli amanti del cioccolato. Giovedì 29 ottobre una speciale degustazione per scoprire tutti i colori del cioccolato insieme a Barry-Callebaut, sponsor dell’iniziativa, e con la Pastry Queen Silvia Federica Boldetti.

Giovedì 5 novembre – I sapori dell’autunno
Assaporare i profumi dell’autunno nell’infinito e goloso connubio tra pasticceria e marron glacé, attraverso curiose preparazioni: nell’impasto di panettoni creativi, in abbinamento al cioccolato e in nuove ricette da scoprire insieme a Vitalfood, produttore materie prime di qualità per l’alta pasticceria tra cui confetture, frutta candita, frutta semi-candita e marron glacès  sponsor di Panettone Day.
Gli appuntamenti si svolgeranno ogni giovedì a partire dalle ore 18.00 nel dehor allestito all’esterno del Temporary Store Panettone Day in corso Garibaldi 42 a Milano, con ingressi contingentati nel pieno rispetto delle vigenti normative anti-covid. In caso di maltempo gli eventi saranno spostati all’interno dello store.

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2020, in Uncategorized.

IN LIBRERIA E NEGLI STORE DIGITALI IL NUOVO E TOCCANTE LIBRO DI CARLA DE BERNARDI “SI SPEZZA OGNI VOLTA IL MIO CUORE”

Dall’abile penna di Carla De Bernardi una storia di dolore e amore sconfinato per un figlio che non c’è più e di tante domande che cercano ancora una risposta. Edito da Golem Edizioni

Si spezza ogni volta il mio cuore - Carla De Bernardi - copertina

Come superare la morte di un figlio? Impossibile! Soprattutto quando quel figlio non c’è più perché si è lanciato da una finestra di una struttura che avrebbe dovuto proteggerlo e curarlo. E quelle che vengono date come risposte, in realtà, insinuano altri dubbi, atroci, di fronte a delle scelte oramai fatte: “E se invece avessi?”.

Dalla penna della scrittrice Carla De Bernardi un racconto di fantasia ma che, come un terribile macigno, ha toccato la vita di molti. L’incubo che si insinua in ogni genitore, nel momento stesso in cui quella piccola creatura viene al mondo. Ecco perché l’autrice ha deciso affrontare questo delicato tema e di cercare delle risposte.

La profonda e illuminante prefazione è di Maria Cristina Koch, psicoterapeuta, saggista e formatrice. L’opera va letta (e si legge) tutta d’un fiato e, per raccontarlo con le sue parole, non fortunatamente, per la sciagura indescrivibile di perdere un figlio, ma per l’infinità dei temi che il libro racconta e affronta, per la complessità di una narrazione che coinvolge tutti in prima persona, comunque, ad ogni livello. Temi come le variegate esperienze dell’amore e dell’innamorarsi, della crescita nel tempo, delle scelte, del mettere al mondo un figlio e domandarsi ogni giorno che cosa vuol dire e che cosa comporta. Scelte difficili e rimorsi, che cominciano con una telefonata non fatta, da parte della protagonista Giovanna Guarneri (la mamma) al figlio Tommaso e che rimpiangerà tutta la vita.

“Non è vero, non è vero, non è vero, non è vero” sono le parole che continuano a echeggiare nella mente di Giovanna. Non è vero ma è accaduto e, oramai, è troppo tardi per cambiare le cose, ma non per capire che cosa è successo e conoscere la verità; diventa un dovere morale anche nei confronti del figlio Tommaso (Tommy per chi gli voleva bene davvero). Perché quel figlio non è morto per un incidente, come lo ha definito il responsabile della Comunità alla quale lui stesso si era affidato per uscire dal terribile tunnel nel quale era lentamente sprofondato fin dall’adolescenza, ma è volato dalla finestra. Proprio come un Angelo. La stessa comunità che aveva promesso di proteggerlo e, invece, lo ha umiliato, privato della sua identità, depredato del suo stesso essere fino poi a nascondere la verità sulla sua stessa fine. Il libro parte proprio da qui per esplorare l’animo umano di una donna, che è stata, moglie, amica e soprattutto, madre.

“Si spezza ogni volta il mio cuore”, 104 pagine. Edito da Golem Edizioni, è in vendita nelle migliori librerie di tutta Italia e store digitali al prezzo di € 15,00.

CARLA DE BERNARDI

Carla De Bernardi, nata ad Alessandria d’Egitto, ha trascorso l’infanzia a Parigi. Vive a Milano dove svolge l’attività di fotografa e scrittrice. Specializzata in ritratti, still-life e foto di interni, ha esposto le sue opere in numerose mostre personali e collettive. Ama viaggiare a piedi (è socio fondatore di Movimento Lento, associazione che promuove il viaggio a piedi e in bicicletta) sulle antiche strade che attraversano l’Europa e ha percorso, tra gli altri, il Cammino di Santiago, la Via Francigena, il Cammino di Assisi.

Socio fondatore e presidente dell’Associazione Amici del Monumentale di Milano, ha pubblicato otto libri, tra diari di viaggio, saggi e romanzi. Quattro editati da Mursia: “Contare i passi – dai Pirenei all’Oceano sul Cammino di Santiago” (2010), cui ha fatto seguito nel 2011 “Tutte le strade portano ad Assisi”, “Qualche lontano amore” (2012) la guida narrativa al Cimitero Monumentale di Milano “Non ti scordar di me – Guida per curiosi e ficcanaso al Monumentale” (2015) e l’ampio capitolo storico del volume edito nel 2017 per i 150 anni del Monumentale, “La Piccola Città” (Jacabook, 2017) di cui ha anche realizzato le immagini e, con Lalla Fumagalli, ha scritto la “Guida al Monumentale” (Jacabook, 2017). Nel 2018 è uscito il suo primo romanzo giallo: “Legittima difesa, l’ultima indagine del commissario Moretti” (Bolis Edizioni). Nel 2019 ha inoltre curato la monografia sull’architetto Carlo Maciachini: Maciachini, un positivista eclettico (Jaca Book).

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2020, in Uncategorized.

EUSTACHIORA FIVI WINE TOUR 5-11 OTTOBRE 2020

Anteprima immagine

Terza edizione di EustachiOra 2020

Quest’anno e tutto il 2021 sarà caratterizzato da un percorso enologico in tutta Italia, in cui scopriremo i vini dei Giovani Vignaioli Indipendenti FIVI.

Si parte con la Lombardia la regione dell’Oltrepò Pavese!

1. PICCOLO BACCO DEI QUARONI@Polpetta D.O.C. – via eustachi,8

2. SAN MICHELE AI PIANONI@Bubu – via eustachi, 16

3. BUSCAGLIA@SaporiSolari – via stoppani 11

4. SAN MICHELE AI PIANONI@Cicchetto – via hayez 13

5. IL MOLINO DELLA ROVESCALA@Vineria – via stradella 4/a

FIVI_Il Vignaiolo Indipendente coltiva le sue vigne, vinifica la sua uva, imbottiglia il suo vino e cura personalmente la vendita dello stesso, sotto la propria responsabilità, con il suo nome e la sua etichetta.

Esercita la sua attività sotto forma di azienda agricola singola o associata e nell’esercizio del suo lavoro opera in conformità alle leggi italiane di settore (art. 2135 del CC e art. 32 del TUIR). Non acquista uva e/o vino con finalità commerciali.

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti conta oggi più di 1.300 soci e ha lo scopo di rappresentare la figura del Vignaiolo di fronte alle istituzioni. La FIVI dialoga con il MIPAAF a Roma e con il Parlamento Europeo a Bruxelles tramite la CEVI, Confederazione Europea dei Vignaioli Indipendenti in cui confluiscono le associazioni di vignaioli indipendenti di tutti i principali paesi europei

produttori di vino. Partecipa alle politiche di sviluppo viticolo a scala locale, nazionale ed europea. Propone misure economiche e norme legislative nell’interesse dei Vignaioli Indipendenti.

 

EUSTACHIORA IL DISTRETTO DEL VINO nato dal 2018 formato da cinque locali storici della zona Porta Venezia, propone incontri itineranti legati al mondo enologico.

L’obbiettivo è arricchire il quartiere per renderlo più vivo e partecipato, tramite la cultura del buon vino.

Unire commercianti e abitanti della zona, significa dare un valore aggiunto, non solo alla qualità della vita, ma anche al benessere di tutta la zona. Vogliamo creare azioni condivise, favorire l’incontro, sviluppare una rete capace di facilitare nuovi scambi e relazioni, con lo sguardo e la sensibilità di chi vive quotidianamente la propria città, con una modalità differente dallo spettatore

bensì parte attiva degli eventi cittadini.

DEGUSTAZIONE ITINERANTE aperta al pubblico. L’obiettivo del progetto EustachiORA è valorizzare e far conoscere le eccellenze italiane, in un clima informale e di condivisione, per questo gli eventi del distretto sono sempre aperti a tutti! Acquistando il Ticket a 15€, potrete accedere a 5 calici da degustare per tutta la settimana (fino a esaurimento scorte), nei locali del distretto (1 calice per locale)

Questa voce è stata pubblicata il 5 ottobre 2020, in Uncategorized.

BENVENUTO CLUB SCEGLIE METRADAMO E SFILA PER LE DONNE

Benvenuto Club, l’Associazione Internazionale fondata nel 1967, senza fini di lucro, apolitica e aconfessionale e che riunisce diverse donne arrivate a Milano da tutti i paesi del Mondo, ha scelto Metradamo Maison Moda Chic, per organizzare la sfilata di moda in cui sfileranno direttamente le socie del Club.

L’evento si svolgerà all’interno della prestigiosa cornice di Palazzo Turati di Milano il 13 Ottobre 2020 alle ore 11:00. Modelle d’eccezione le socie stesse dell’Associazione che arricchiranno l’evento con un mix di nazionalità, esperienze lavorative, età e taglie differenti. L’idea nasce dalla volontà di riunire due realtà, entrambe milanesi che, in questo periodo così particolare, hanno deciso di non fermarsi e di credere nelle donne e nella moda.

Metradamo nasce nel 1979 in un elegante cortile di via Rugabella 8, a pochi passi dal Duomo di Milano. Il marchio si specializza in breve tempo in un solo capo, il pantalone da donna, che per la prima volta viene realizzato in tessuto elasticizzato. Il prodotto diventa subito un classico dello stile femminile milanese e non solo, grazie al perfetto connubio di sobrietà ed eleganza, cura dei dettagli e artigianalità.

Dato l’interesse che ha riscontrato fin da subito la collezione METRADAMO, per chiunque fosse interessato, sarà possibile acquistare i capi presso lo show room fin da subito su appuntamento. Lo showroom è aperto dal Lunedi al Sabato, dalle 10:30 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 18:30 telefonando al numero 334/1683847 (anche tramite WhatsApp).

L’ingresso della sfilata è su invito e sarà organizzato nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitario anti-Covid 19.

http://www.metradamo.com

https://it-it.facebook.com/metradamopantaloni https://www.instagram.com/metradamo/?hl=it

Questa voce è stata pubblicata il 1 ottobre 2020, in Uncategorized.

Da New Nordic una compressa efficace per proteggere il sistema immunitario

Active Immune ™ è la nuovissima compressa di NEW NORDIC che fornisce vitamine ed estratti di erbe essenziali direttamente al sistema immunitario.

Come rafforzare il sistema immunitario

Il sistema immunitario è il sistema di difesa più importante che abbiamo, in quanto contiene molte strutture e processi biologici, il che significa che protegge le cellule del corpo e provoca la decomposizione di batteri estranei prima che possano lo possano danneggiare il corpo. Il nuovissimo membro della famiglia, Active Immune ™ è una nuova compressa basata su bacche di sambuco, luppolo, corteccia di betulla e rosmarino per aiutare a sostenere il sistema immunitario del corpo.

Come il resto del corpo, il sistema immunitario si indebolisce con l’età perché diminuisce la capacità di formare nuove cellule. Ecco perché è sempre importante, e soprattutto in questo momento, che ci prendiamo cura di esso.

Ecco perché Active Immune ™ è così buono

Active Immune è ricco di buoni estratti di erbe, vitamine e antiossidanti che proteggono e rafforzano il sistema immunitario.

La particolarità di questa compressa di nuova concezione è il sambuco prodotto in combinazione con luppolo (sostanza lenitiva che rinforza il sistema immunitario) e corteccia di betulla (dalle proprietà anti-infiammatorie), che contribuisce alla normale difesa dell’organismo.

La compressa, prodotta in Svezia, contiene anche foglie di ulivo, olio di farina d’avena e pepe nero.

Active Immune ™: solo 1 compressa al giorno.

30 compresse (1 mese di consumo) – Prezzo al pubblico: € 34,95

Active Immune ™ è venduto in Farmacia e su http://www.new.nordic.it

Questa voce è stata pubblicata il 30 settembre 2020, in Uncategorized.

Progressive Business Forum 2020: la gestione della presbiopia con lenti progressive e la protezione oculare

Anteprima Progressive Business Forum 2020: l'estate porterà consiglio | b2eyesUn’indagine online di Fabiano Gruppo Editoriale gestita dalla piattaforma internazionale Toluna (it.toluna.com) mostra i risultati un sondaggio, condotto su un campione di 500 persone affette da presbiopia che non usano occhiali con lenti progressive: ebbene ben il 42% degli intervistati si è posto il problema di come superare la difficoltà visiva per la lettura senza però informarsi.

Proprio l’edizione 2020 del Forum che riunisce esperti, medici, professionisti e addetti ai lavori dell’intera filiera dell’ottica si caratterizza per la centralità e l’attenzione dedicata ai temi legati alla salute degli occhi in questa fase di cambiamenti nel nostro stile di vita e nella routine lavorativa, con particolare riferimento alla presbiopia e alla protezione oculare.

Come spiega Luigi Mele, medico oculista, Università degli studi della Campania L. Vanvitelli “Dopo i 40 anni l’occhio normale (detto emmetrope) pur mantenendo una buona vista da lontano perde inevitabilmente e progressivamente la capacità di messa a fuoco da vicino. Normalmente il soggetto presbite non corretto o sotto corretto riferisce di dover “sforzare” i propri occhi quando svolge le attività di lettura da vicino. Si tratta di uno sforzo per ottenere una adeguata messa a fuoco che provoca l’insorgenza di disturbi chiamati “astenopici”: mal di testa, irritazione oculare, nausea e sonnolenza. Il sintomo caratteristico della presbiopia, è l’annebbiamento da vicino che impedisce a volte quasi improvvisamente al mattino di poter mettere a fuoco uno scritto o un numero di telefono. In questi casi per il soggetto presbite è necessario ricorrere ad un’illuminazione più forte, capace di indurre un restringimento della pupilla, con aumento della profondità di fuoco e aumento della nitidezza dell’immagine a livello della retina».

Lenti progressive personalizzate. Che cosa sono, a che servono - Tiscali NotizieE sottolinea Matteo Piovella, Presidente della Società Oftalmologica Italiana, “La manifestazione della presbiopia è un momento fondamentale per la protezione e salvaguardia della vista e permettere a tutti di impegnarsi per poter usufruire del bene prezioso della vista indefinitamente. E’ necessario uno sforzo di educazione sanitaria capillare per informare circa l’obbligatorietà di sottoporsi ad una visita medico oculistica affiancata dall’applicazione delle numerose tecnologie avanzate che oggi hanno rivoluzionato l’efficienza e il raggio d’azione della Medicina a salvaguardia della vista. Conferenza stampa - Progressive Business Forum 2020 | b2eyes

Oggi lo scenario è totalmente cambiato: abbiamo opportunità straordinarie come mai nella storia dell’oculistica. L’impegno di tutti va finalizzato al sostegno delle persone deboli. E la presbiopia deve essere considerato il nostro migliore alleato per sensibilizzare tutti e mettere in campo le necessarie attività”.

Transitions: al Progressive Business Forum 2020 per essere ancora più vicini ai centri ottici | b2eyesSecondo l’indagine di Fabiano Editore, per effetto dell’emergenza sanitaria, rispetto a 6 mesi fa sono diventati più frequenti l’uso dei mobile device, la navigazione in Internet e la visione di contenuti di intrattenimento su dispositivi alternativi (TV, tablet, pc), oltre che videochiamate e chat. La maggior parte degli intervistati utilizza un solo laptop, 1/3 tuttavia afferma di utilizzare diversi device contemporaneamente. Il 55% del campione riferisce una visione sfuocata almeno una volta a settimana. Questi problemi possono essere arginati con l’uso di un’adeguata lente multifocale che consenta il ripristino del “dinamismo della messa a fuoco”, ovvero la messa a fuoco dinamica di tutte le distanze di lavoro in modo sovrapponibile alla capacità dei ventenni di leggere un documento, guidare, utilizzare il pc senza alcuna fatica ovviamente utilizzando un solo occhiale. Le lenti progressive rendono infatti la visione del presbite sovrapponibile a quella che aveva prima dell’insorgenza della presbiopia. Rispetto alle bifocali, queste lenti consentono una visione nitida a tutte le distanze e non costringono gli occhi a bruschi salti nel passaggio dalla visione da lontano a quella per vicino. Per questo le lenti bifocali sono ormai obsolete e appartengono ad un lontano passato. Nonostante questa realtà tecnicamente e scientificamente consolidata è diffusa una resistenza all’uso dell’occhiale multifocale, dovuta nel 31% dei casi a motivazioni economiche legate al costo e nel 22% alle presunte difficoltà di adattamento riferite principalmente ad un tempo passato che nulla ha da condividere con i miglioramenti tecnici e tecnologici dei giorni nostri.Conferenza stampa - Progressive Business Forum 2020 | b2eyes