NoLo Fringe Festival

Cercarsi volontari per Nolo Fringe Festival | CSV LombardiaDopo l’estate, dall’8 al 13 settembre, arriva la seconda edizione del NoLo Fringe Festival, la rassegna di arti performative più cool di Milano. Tanti eventi per tutti i gusti, commedia, stand up, teatro-canzone, ma anche musica e spettacoli per bambini, compongono il variegato palinsesto del NoLo Fringe.

Il Festival invaderà NoLo, il quartiere di Milano, a Nord di Loreto (MM Pasteur) che in questi anni sta vivendo una grande trasformazione. Un quartiere ricco di tante anime che lo rendono speciale: la comunità virtuale molto coesa e affiatata del gruppo Nolo Social District, l’entusiasmo propositivo dei genitori del Parco Trotter, la varietà multietnica e colorata delle tante attività commerciali di Via Padova, fino a chi nel quartiere non ci abita, ma trova nei locali della zona un’atmosfera unica in città.

Il NoLo Fringe Festival si svolge con il patrocinio del Comune di Milano, e fa parte del programma più vasto di Lacittàintorno di Fondazione Cariplo, che consiste in diverse azioni e attività, volte a favorire il protagonismo e la partecipazione dei cittadini promuovendo e producendo attività culturali e artistiche nei quartieri.

Il Nolo Fringe Festival è una rassegna di arti performative che vuole dare spazio a spettacoli multidisciplinari di ogni tipo e genere, realizzati da artisti che si mettono in gioco e hanno il gusto della sperimentazione, e presentati in spazi non convenzionali dove chi è in scena è a stretto contatto con un pubblico nuovo, curioso, aperto.

Il festival è diviso in due parti: il programma ufficiale in cui le compagnie, che si propongono rispondendo a una call artistica internazionale e vengono selezionate dal comitato organizzatore secondo criteri di fattibilità tecnica, di novità della proposta e di una programmazione bilanciata, ogni sera si alternano sui “palchi” principali del festival; il Fringe Extra che raccoglie altri spettacoli, performance e incontri che si svolgono in diversi luoghi del quartiere.

Il NoLo Fringe Festival è per sua natura aperto, inclusivo, internazionale, tollerante, multicolore, divertente, spensierato. Ma non si dimentica di essere attento, riflessivo, profondo, appassionato, sincero.

A NoLo, un quartiere dalle mille anime di cui il festival intende essere il collettore, sei giorni in cui il teatro viene portato dove non c’è:  in locali, pub, palestre, spazi eventi, coworking, circoli, ristoranti, parchi, tra la gente. Per reinventare la città insieme con i suoi abitanti.

I PALCHI

BELL NETT

 

Durante il festival sarà il Fringe Central, punto informazioni del festival. In milanese significa “bello pulito”, è un bene confiscato alla criminalità organizzata, ora di proprietà del Comune di Milano e inaugurato nel 2018. Ex-lavanderia, assegnata tramite bando alla cooperativa sociale COMIN. È un laboratorio di ascolto e partecipazione locale finalizzato a sostenere i bisogni di prossimità e la cultura della legalità.

Largo Fratelli Cervi, 1

GHEPENSI MI

Nato nel 2016 come minuscola birreria e ampliatosi già l’anno successivo, è uno dei simboli di NoLo e rende piazza Morbegno uno dei punti nevralgici del quartiere. Al Ghe si beve e si mangia, ma si possono vedere in spettacoli di teatro e improvvisazione.

Piazza Morbegno, 2

www.ghepensi-mi.it

SPAZIO HUG 

È un community hub di rigenerazione urbana, luogo etico di innovazione, punto di riferimento sul territorio. Nasce nella corte di un’antica fabbrica di cioccolato, oggi è un bistrot con spazio per il coworking ed eventi.

Via Venini, 83

www.hugmilano.com

CROSSFIT NOLO

Palestra di crossfit aperta nel 2018 e già molto frequentata dagli abitanti del quartiere. Durante le sere del festival si trasforma in uno spazio teatrale alternativo e affascinante.

Via Temperanza, 6

www.crossfitnolo.it

Q CLUB (EX Q21)

Un locale notturno conosciuto dagli appassionati di musica elettronica e video mapping. Fondato nel 1999 nel cuore di via Padova, il club mescola musica, arte e visual in un cocktail alternativo e anticonvenzionale.

Via Padova, 21 

TRANVAI

Il locale è situato all’interno di un vecchio tram anni ’20 alle porte del parco di Cassina de’ Pomm sul Naviglio della Martesana. Attivo dal 2018, il Tranvai è perfetto per un aperitivo, una merenda o una pausa pranzo in totale relax all’ombra del glicine.

Via Tirano, angolo via Zuretti, 71

ARTEMADIA

Nella cornice verde del Giardino della Madia, ArteMadia è un collettivo che promuove arte e cultura diventato un punto di riferimento per tutto il quartiere. Ospita al suo interno eventi artistici eterogenei dai concerti, alle mostre d’arte e fotografiche, spettacoli teatrali e tanto altro.

Via Pimentel, 5

SALUMERIA DEL DESIGN

Nata nel 2015 come progetteria grafica e artigiana in una piccola trasversale di Via Padova, è diventata poi bar e luogo di aggregazione fra i più amati del quartiere. La Salumeria crea momenti di incontro ed eventi culturali, ricordiamo almeno “Le pulci pettinate”, un piccolo mercatino delle pulci di grande richiamo.

Via Stazio, 18

www.salumeriadeldesign.com

PARCO TROTTER

Bellissimo parco tra via Padova e via Giacosa. Nasce agli inizi del ‘900 come ippodromo, per poi diventare negli anni ’20 sede di una “scuola nel parco”, esperimento pedagogico all’avanguardia. Oggi ha ancora al suo interno un istituto scolastico, ma è soprattutto uno dei parchi più belli e meno conosciuti di Milano.

Via Giacosa, 46

www.parcotrotter.it

ANFITEATRO DI VIA RUSSO

Un vero e proprio teatro all’aperto, sito in un piccolo giardino, nascosto tra i palazzi antistanti l’istituto scolastico di via Russo. Un luogo inaspettato e poco conosciuto nel quartiere.
JAMESON IRISH WHISKEY: CON NOLO FRINGE FESTIVAL SOSTIENE INIZIATIVE DI RIGENERAZIONE URBANA

Jameson è il whiskey irlandese numero 1 al mondo ma è anche un approccio alla realtà che ha intessuto il suo operato fin dalla sua nascita: giovane, sorprendente, open-minded, brillante, conviviale, curioso e indipendente, moderno e internazionale. Non a caso sulla sua etichetta campeggia il motto “Sine metu”: senza paura di…voler incidere e incedere in modo significativo. È all’interno di questa filosofia che si inserisce la partnership con NoLo Fringe Festival, la rassegna di arti performative – internazionale, inclusiva, divertente – che dà spazio a spettacoli multidisciplinari di ogni tipo e genere, presentati in spazi non convenzionali come pub, palestre, circoli, ristoranti, parchi, e dove chi è in scena è a stretto contatto con un pubblico nuovo, curioso, aperto.

 

A stringere un legame ancora più stretto è un comune sentire. Jameson, infatti, condivide  il gusto della sperimentazione e la mission di ‘reinvitare la città insieme con i suoi abitanti’  propri del Festival. Da oltre un anno attraverso il progetto “Jameson Il Whiskey del tuo quartiere”, sostiene i locali nel loro ruolo di collettori culturali e sociali dei quartieri e si fa  ‘portavoce’ delle esigenze dei loro abitanti rispondendo in modo concreto. Un progetto di rigenerazione urbana on field a cui tutti sono invitati a collaborare dall’8 al 13 settembre, partecipando attivamente all’attività di cocktail-funding: per ogni drink Jameson, una quota sarà devoluta per la realizzazione di un intervento di miglioramento del quartiere.

 

Jameson dà appuntamento al Fringe e nei locali di NoLo coinvolti con il #JAMESONFRINGEDRINK. Il cocktail si ispira al colore emblema del Festival del ‘teatro dove non c’è”: rosa fucsia, espressione visiva dell’energia positiva che si trasmette tra artisti e pubblico. Solo a vederlo mette di buon umore. Un long drink fresco, dissetante e dalla grande personalità.

 

#Jamesonitalia #JamesonIrishWhiskey #Jamesonquartieri

 

Jameson Irish Whiskey e NoLo Fringe Festival per reinventare la città

MICAM si prepara all’edizione di settembre

Micam Milano, il più importante Salone internazionale del settore calzaturiero comincia il suo cammino verso la prossima edizione, in programma dal 20 al 23 settembre a Fiera Milano Rho, per affermarsi come momento di rilancio per le imprese del settore, dopo i mesi complessi che stanno caratterizzando l’economia mondiale.

Mentre la manifestazione sta lavorando per offrire alle aziende italiane e internazionali una vera e qualificata occasione di riscatto dal difficile periodo attraversato da tutti i comparti del settore durante l’emergenza sanitaria, prosegue il viaggio creativo che caratterizza l’immagine di Micam nel 2020.

mpastyle MICAM: Confermato l'appuntamento di settembre a Fiera ...

Così, il secondo capitolo della collana #micamtales, dedicato quest’anno a Micam in Wonderland, diventa anche il segno che la manifestazione non si ferma e che è determinata a portare al mercato importanti occasioni di business e scambio.

L’immagine di settembre vede nuovamente la protagonista della fiaba, già introdotta a febbraio, al centro di una serie di bizzarre vicende ambientate all’interno di un giardino incantato: un thè bevuto in compagnia di un coniglio bianco, una festa mal riuscita nonostante i fervidi preparativi, o un bizzarro esperimento di dipingere di rosso delle rose bianche.

Anche la campagna di settembre, la cui direzione creativa è stata affidata a MM Company con l’accounting di Laureri Associates, si compone di fotografie scattate da Fabrizio Scarpa e di un set di tre brevi short-film, diretti da Daniele Scarpa, che utilizzano l’ironia come leitmotiv della narrazione.

Nelle prossime settimane la manifestazione confermerà le altre novità in programma per l’edizione di settembre, pensate per supportare il settore, mentre in questi mesi difficili Assocalzaturifici non ha mai smesso di ascoltare e supportare le aziende calzaturiere italiane.

L’appuntamento è dunque nel Wonder Garden di Micam Milano 90, dove operatori e aziende potranno guardare con consapevolezza alle nuove sfide del mercato, pronti a rinnovarlo e farlo crescere insieme.

Questa voce è stata pubblicata il 26 agosto 2020, in Uncategorized.

All’ARENA MILANO EST esplode il cabaret rosa. Il 27 agosto Barbara Foria con EUFORIA apre un poker di risate tutte al femminile.

EuForia! - Jolly - 2019-2020 | Teatro.it

Da qui al 17 settembre i giovedì live del nuovo polo multiculturale targato Martinitt sono in mano alle donne. Nella locandina della minirassegna GIRLS WANNA HAVE FUN, dopo la Foria, Rita Pelusio, Alessandra Ierse e Nadia Puma, Cinzia Leone. Si comincia con un viaggio mirabolante nel mondo della donna d’oggi, al tempo dei social. Tra stereotipi, riflessioni e buoni consigli. Anche per i signori uomini.

 

GIRLS (JUST) WANNA HAVE FUN cantava Cindy Lauper. E guai a fermarle! A partire dal 27 agosto e fino al 17 settembre, all’ARENA MILANO EST la risata è donna. Un poker vincente di cabaret tutto al femminile, aperto dalla comicità partenopea di Barbara Foria, volto noto di Colorado e voce tuonante di Rtl 102.5. Il suo one-woman-show EUFORIA è tutta una promessa… di allegria e spensieratezza. Un viaggio ironico nel mondo delle donne di oggi, al tempo “schizzato” dei social, che si ritrovano “cresciute” alla velocità di un messaggio su whatsapp. Un excursus esilarante, non privo di pillole di saggezza: al cuore non si comanda, ma si può almeno elargir consigli; l’amore fa male, soprattutto quando se ne fa troppo poco; per sentirsi più leggeri non serve volare, a volte basta sorvolare… Una irresistibile satira sociale sugli stereotipi femminili, che non risparmia l’universo maschile. Con una morale in fondo semplice e unisex: bisogna vivere con EUFORIA.

“La vita va vissuta con ironia, gioia e tanta euforia. Anche quando si diventa grandi. Anche quando da sesso droga e rock and roll si passa a Netflix, tachipirina e canti gregoriani. E’ normale, ci si evolve. Quale sarebbe il problema? Che ci chiamano milf? In realtà Milf è l’acronimo di Mo’ Inizia La Felicità. (…) E allora viva le debolezze, le pecche, le imperfezioni che ci rendono vere, uniche e straordinariamente normali”.

 

 

 

 

L’ARENA MILANO EST in pillole (e in sicurezza)

2500 metri quadrati a disposizione

1 palco esterno da 110 metri quadrati

1 palco interno da 85 metri quadrati

800 posti a sedere (ridotti a 400 per norme anti-Covid)

1 schermo esterno 14x6m

1 sala interna da 430 posti (ridotti a 180 per norme anti-Covid), in caso di pioggia

6 toilette a uso esclusivo

Questa voce è stata pubblicata il 26 agosto 2020, in Uncategorized.

All’ARENA MILANO EST il cabaret è servito. Dario Cassini il 20 agosto ci delizia con il suo SPETTACOLO SENZA GLUTINE.

Questa voce è stata pubblicata il 19 agosto 2020, in Uncategorized.

MAGIA 2.0 CON JACK NOBILE…Arena Milano Est

7 - MAGIA CON JACK NOBILE

Giovedì 13 agosto 2020 la stagione della nuova Arena Milano Est, polo funzionale multiculturale voluto dal Teatro Cinema Martinitt per la città di Milano, prosegue con lo spettacolo Magia con Jack Nobile.

Un po’ mago, un po’ artista, un po’ studioso, un po’ inventore, Jack Nobile è il maghetto più amato del web. A soli 16 anni, nel 2012, apriva un suo canale You Tube – che oggi conta oltre 250.000 iscritti – per cimentarsi nella sua grande passione e oggi si allena assiduamente ogni giorno con trucchi e rompicapi.

La magia per lui non è solo esteriorità e illusione, ma al contrario un percorso di introspezione. Risultato? Magia 2.0, la new generation della prestidigitazione. E il successo esplosivo dei nostri tempi, con spettacoli, libri, mazzi di carte con il copyright, corsi online, gadget e il vero incantesimo: un pubblico eterogeneo e scatenato che lo adora.La Scuola della Magia & Incontro - Spettacolo con Jack Nobile e ...

All’Arena Milano Est il mago-youtuber si esibisce con i suoi celebri trucchi di carte, ma ospita anche l’amico Hyde, specializzato in illusioni con il cubo di Rubik. I rispettivi assolo e i numeri in coppia si concludono con un’altra magia di Jack Nobile, la sand art, ovvero i disegni con la sabbia.

Per ulteriori informazioni telefonare al numero 02 36580010; i biglietti vanno ritirati rigorosamente entro le ore 21.00 per evitare assembramenti.

Questa voce è stata pubblicata il 13 agosto 2020, in Uncategorized.

Ad agosto prosegue la stand-up comedy. Valerio Lundini LIVE all’ARENA MILANO EST

Dopo il grande successo degli appuntamenti di luglio, ancora monologhi “urlati” sul palco del nuovo polo multiculturale targato Martinitt. Ad aprire il nuovo ciclo di risate e riflessioni, giovedì 6, uno tra i comici più attuali e apprezzati del panorama italiano. In scena alcuni dei suoi sketch più surreali, “disturbati” da effetti speciali multimediali.

Fino al -30% per Lundini Live Show - Arena Milano Est | ShopToday

Lo conosce anche chi non è appassionato di stand-up comedy. Tra le varie comparse in tv e le collaborazioni con nomi noti del piccolo schermo, ha condotto con Nicola Savino L’Altro Festival 2020. Romano, 34 anni, è anche fumettista, autore televisivo e radiofonico, musicista e brillante intrattenitore sul web. Sul palco dell’ARENA MILANO EST, giovedì 6 agosto, Valerio Lundini porterà un collage di racconti divertenti ma non solo: anche canzoni e sketch surreali, tutto nel suo inconfondibile stile in un gioco satirico di parole ed effetti speciali multimediali.

Valerio Lundini LIVE all'arena Milano Est - Oltre le colonne

L’ARENA MILANO EST in pillole (e in sicurezza)

2500 metri quadrati a disposizione

1 palco esterno da 110 metri quadrati

1 palco interno da 85 metri quadrati

800 posti a sedere (ridotti a 400 per norme anti-Covid)

1 schermo esterno 14x6m

1 sala interna da 430 posti (ridotti a 180 per norme anti-Covid), in caso di pioggia

6 toilette a uso esclusivo

A partire dalle 19.30, tutte le sere anche food truck con stuzzicherie e bevande.

Tutte le attività nella nuova Arena saranno svolte nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza previste dai disciplinari anti-Covid. Il ritiro dei biglietti, che si consiglia di acquistare in anticipo, è consentito rigorosamente entro le ore 21, per evitare assembramenti.

Questa voce è stata pubblicata il 5 agosto 2020, in Uncategorized.

L’INIZIO & Co un iniziale per un nuovo inizio PRIMAVERA/ESTATE 2020 by Gloria Sibòn e JAB Anstoetz

In questo periodo storico, legato al Covid-19, ci siamo abituati a nuovi comportamenti sociali e la quotidianità di tutti ha subito grandi trasformazioni.

Da questa riflessione, la stilista Gloria Sibòn dello Studio Glorik ha dato vita al progetto L’inizio & C, una linea attenta all’ambiente, grazie all’utilizzo di tessuti di Jab Anstoetz, lavorati con preziosi interventi con l’obiettivo di dargli una nuova vita, facendoli diventare pezzi unici e contemporanei.

La protagonista è la tua iniziale, è il centro del progetto, diventa punto di partenza per un nuovo inizio, potrà essere ricamata o applicata in pelli pregiate, nel caso la tua lettera non fosse disponibile niente paura, L’inizio & C. si farà carico del tuo ordine.

La rinascita è uno temi centrali del progetto, portato avanti, oltre che nello stile, anche nella scelta dei materiali. L’ambiente acquista quindi un’importanza fondamentale, attraverso il riutilizzo di tutti quei tessuti il cui ciclo vitale sarebbe finito, e che, grazie a L’INIZIO & C. avranno una seconda vita e una nuova destinazione d’uso.

Il progetto è totalmente Made in Italy, nato dalla collaborazione tra lo Studio Glorik e JAB Ansotetz, uno dei gruppi leader nella produzione di tessuti d’arredo (ma non solo). I tessuti rigenerati infatti sono interamente prodotti e rielaborati in Italia, selezionati dalla stilista, dalla vasta proposta di JAB Anstoetz.

Design e Moda uniscono le forze, creando una collezione di accessori per la casa e per chi la vive:

Borse, Borse Yoga, Cuscini e Pochette

COMING SOON – collezione Autunno/Inverno 2020/21 @studioglorik

TESSUTI by JAB Anstoetz ELEGANT WASHED CH2441 Con un mix di lino e cotone naturali, l’affascinante tessuto da tappezzeria ELEGANT WASHED offre un’atmosfera elegante

SUNSET STRIP Una meravigliosa collezione di tessuti in cotone e lino, con un intramontabile ed elegante motivo a righe

JAB ANSTOETZ – https://www.jab.de/it/it

JAB ANSTOETZ FABRICS è considerato uno dei leader del mercato internazionale nel mondo dell’interior design di lusso. Un’azienda familiare che dal 1946 è promotrice di uno stile di vita elegante e lavora con stoffe pregiate. Al centro della variegata gamma di prodotti vi sono tessuti decorativi, tessuti per arredamenti e tende in voile di quasi 20,000 colori che offrono una vasta gamma di combinazioni possibili. In aggiunta ai poliedrici tessuti, offrono anche un’attenta selezione di carte da parati coordinate.

GLORIA SIBONhttps://www.instagram.com/studioglorik/?hl=it

Gloria Sibon stilista, da anni collabora con grandi brand del lusso in Italia e all’estero, partendo dalla sua esperienza e competenza ha creato due linee, una di accessori (Glorik Bags) e l’altra di capi unici (Unconventional sartorial Tops) recuperando le prestigiose lavorazioni della tradizione sartoriale. Attenta al consumo, consapevole dell’eccessiva velocità con la quale sostituiamo i nostri indumenti e sensibile alla necessità di salvaguardarne l’anima.

#MadeMilano #UnNuovoInizio #MoreLife #Reuse #PezziUnici #PreciusRecycling #ArtHandbags

Questa voce è stata pubblicata il 30 luglio 2020, in Uncategorized.

Ai giovedì “pungenti” dell’ARENA MILANO EST… Daniele Fabbri porta il monologo FAKEMINISMO

Questo giovedì 30 luglio tocca a Daniele Fabbri con uno spettacolo satirico che parla di donne e femminismo, visti con gli occhi di un uomo che vuole cambiare il suo modo di parlare dell’altra metà del cielo.

Quello con la stand up comedy è già diventato un appuntamento fisso al nuovo polo multiculturale targato Teatro Martinitt. Questo giovedì 30 luglio tocca a Daniele Fabbri con uno spettacolo satirico che parla di donne e femminismo, visti con gli occhi di un uomo che vuole cambiare il suo modo di parlare dell’altra metà del cielo.

Tra le tante passioni di Daniele Fabbri –dalla comicità in ogni sua forma alla scrittura teatrale, dalla radio alla tv, dalla recitazione ai fumetti- c’è la stand up comedy, quella pura e impietosa. Niente mezzi termini per lui: nei suoi monologhi, un linguaggio forte, pungente, satirico e spietato, al servizio della comicità. Il poliedrico attore, autore e comedian –writing-partner tra l’altro dei monologhi di Giorgio Montanini, che ha inaugurato i giovedì di one-man-show all’Arena Milano Est- questo giovedì 30 luglio porta il suo nuovo spettacolo FAKEMINISMO.

«Ho 36 anni, sono single, maschio eterosessuale ma non per colpa mia. Ho ricevuto una educazione cattolica, e questo mi ha insegnato che i miei impulsi sessuali sono sbagliati e pericolosi. Ma sono anche figlio del patriarcato, e questo mi ha insegnato che se non metto il mio pene al primo posto, sono un fallito. In tutta questa confusione, un giorno ho incontrato il Femminismo che mi ha spiegato che sbagliano entrambi. Mi sembri interessante Femminismo, ti sto ascoltando. Ma ogni tanto, se ti piaccio, scopiamo?»

Che altro dire? Ha già detto tutto Daniele Fabbri. Non resta che ascoltarlo dal vivo…

ATTENZIONE: Vista la crudezza del linguaggio, lo spettacolo è riservato a un pubblico adulto (maggiori di 18 anni).

 

L’ARENA MILANO EST in pillole (e in sicurezza)

2500 metri quadrati a disposizione

1 palco esterno da 110 metri quadrati

1 palco interno da 85 metri quadrati

800 posti a sedere (ridotti a 400 per norme anti-Covid)

1 schermo esterno 14x6m

1 sala interna da 430 posti (ridotti a 180 per norme anti-Covid), in caso di pioggia

6 toilette a uso esclusivo

A partire dalle 19.30, tutte le sere anche food truck con stuzzicherie e bevande.

Tutte le attività nella nuova Arena saranno svolte nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza previste dai disciplinari anti-Covid. Il ritiro dei biglietti, che si consiglia di acquistare in anticipo, è consentito rigorosamente entro le ore 21, per evitare assembramenti.

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano. Telefono 02/36580010, info@teatromartinitt.it, http://www.teatromartinitt.it e http://www.arenamilanoest.it.

Orari biglietteria: dal lunedì alla domenica 10-20.

Costi: cinema 7 euro intero e 5 euro ridotto (over 65 e under 26); cabaret 20 euro intero e 16 euro ridotto (over 65 e under 26).

Per evitare assembramenti è consigliato l’acquisto anticipato dei biglietti e il ritiro è comunque fissato rigorosamente entro le 21.

Questa voce è stata pubblicata il 29 luglio 2020, in Uncategorized.

Torna East Market, a luglio speciale “summer edition”

Torna East Market, a luglio speciale summer edition

Al via giovedì 23 luglio la speciale “summer edition” di East Market, il mercatino vintage milanese dedicato a privati e professionisti, dove tutti possono comprarevendere e scambiare.

Dopo il periodo di lockdown torna l’evento vintage più seguito dai milanesi con una speciale edizione pomeridiana e notturna, un’iniziativa che vuole anche segnare la voglia di ripartire e tornare il prima possibile e il più possibile a una situazione di normalità.

Nel rispetto di tutte le norme vigenti in fatto di sicurezza e distanziamento, l’evento si svolgerà nella consueta location in Mecenate coinvolgendo però solo la metà degli espositori abituali anche per evitare assembramenti potenzialmente pericolosi. Come previsto dall’ART. 121 L.R. 6/2020, l’ambiente è predisposto per accogliere pubblico ed espositori, garantendo tutte le norme di sicurezza previste per la parte espositiva, come per quella food e beverage.

Per questa edizione saranno presenti 150 selezionati espositori da tutta Italia, che proporranno migliaia di oggetti insoliti e stravaganti. Dai più ricercati capi d’abbigliamento vintage all’artigianato più raffinato, dai più rari dischi in vinile ai colorati complementi d’arredo. Negli oltre 6000 MQ dell’ex fabbrica aeronautica in zona Mecenate si possono trovare anche articoli di collezionismoaccessorimobilimodernariatousatopulcidesignscarpe e borselibrifumettiposterriviste e stampeelettronicamilitariagiochi e videogiochiriciclo e riusostranezze variepiattiporcellane e utensili e molto altro ancora.Torna East Market, a luglio speciale “summer edition” - Eventi ...

Tra gli espositori di questa edizione non mancheranno gli abiti dal sapore retrò di Vintageafropicks, i celebri piatti decorati di Alt Means Old e anche le vecchie serigrafie e icone religiose di Riffblast.

Come da tradizione East Market si distingue per un connubio di modafai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica, con multiformi articoli e idee sempre diverse. L’idea di vintage che propone East Market è anche cultura e consapevolezza del riciclo. Non solo valorizzare il senso estetico e funzionale degli oggetti, ma anche informare e sensibilizzare il pubblico sugli aspetti ecologici sottesi a questa cultura.East Market, il mercatino vintage, torna a Milano in edizione estivaAccompagnano il mercatino le aree food & beverage. East Market Diner, dove si trovano la caffetteria e la bakery con prodotti da forno dolci e salati, due bar sempre aperti per tutta la durata della manifestazione e la food area. In quest’ultima sono a disposizione del pubblico numerosi truck con un’offerta sempre diversa di cucina internazionale e street food, senza dimenticare la tradizione italiana e anche molte proposte per veganiceliaci e kids. East Market adotta la politica #plasicfree ovvero una policy ecologista che bandisce completamente tutta la plastica nel food e beverage. Per cibi e bevande, infatti, sono disponibili solo materiali eco friendly e riciclabili.

Completano la manifestazione i DJ set con il meglio delle selezioni musicali del momento e del passato. Tutte le informazioni e le novità sono su facebook.com/eastmarketmilanoeastmarketmilano.com e instagram.com/eastmarketmilano/.

giovedì 23 luglio  

dalle 16 alle 24

Via Mecenate, 88/A – Milano

Ingresso Euro 3 (gratis fino 14 anni)

Infoline +393920430853

Questa voce è stata pubblicata il 22 luglio 2020, in Uncategorized.

Per la stand up comedy all’ARENA MILANO EST,  il 23 luglio tocca a Sparacino con EGOISTAGRAM.

Al nuovo polo multiculturale targato Teatro Martinitt, questo giovedì risuona un’altra voce fuori dal coro. Pietro Sparacino, figura chiave del collettivo Satiriasi ai suoi esordi, reduce da altri successi, si esibisce con un nuovo monologo graffiante, dai chiari riferimenti alla società odierna e alla solitudine e all’egocentrismo malcelati dietro i social.

Al nuovo polo multiculturale targato Teatro Martinitt, questo giovedì risuona un’altra voce fuori dal coro. Pietro Sparacino, figura chiave del collettivo Satiriasi ai suoi esordi, reduce da altri successi, si esibisce con un nuovo monologo graffiante, dai chiari riferimenti alla società odierna e alla solitudine e all’egocentrismo malcelati dietro i social.

Stand up comedian di successo, autore (tra gli altri per Le Iene, Scherzi a parte, Enrico Brignano e altri comici di fama) e attore, il poliedrico Pietro Sparacino sta per calcare il palco sotto le stelle della nuova ARENA MILANO EST, targata Teatro Martinitt. Celebre tra gli amanti del genere per i suoi monologhi dalla comicità pungente in stile anglosassone, dopo il grande successo di DIODEGRADABILE-Il potere logora chi ce l’ha, il 23 luglio proporrà il suo ultimo grido di protesta: EGOISTAGRAM-Sono d’accordo con me. Nell’epoca in cui sarebbe semplicissimo condividere idee, esperienze, emozioni e stati d’animo e ci si potrebbe mettere in contatto con persone di tutto il mondo con un click, in realtà ci ritroviamo sempre più soli, arroccati nel nostro IO.

“Perché io di qua, io di là, perché io ne so più di te, perché io ho ragione, perché io mangio bene, perché io ho un amico che me l’ha detto, perché io ho l’idea giusta, perché io so quello che va fatto, perché io so qual è il vero Dio, perché io l’ho letto su internet, perché io l’ho sentito in televisione, perché io solo un illuminato, perché io sono migliore di voi…” questo, in parole povere e soprattutto moderate, lo spirito dello spettacolo. Il cui linguaggio non sarà però povero, né tanto meno moderato.

ATTENZIONE: Vista la crudezza del linguaggio, lo spettacolo è riservato a un pubblico adulto (maggiori di 18 anni).

 

L’ARENA MILANO EST in pillole (e in sicurezza)

2500 metri quadrati a disposizione

1 palco esterno da 110 metri quadrati

1 palco interno da 85 metri quadrati

800 posti a sedere (ridotti a 400 per norme anti-Covid)

1 schermo esterno 14x6m

1 sala interna da 430 posti (ridotti a 180 per norme anti-Covid), in caso di pioggia

6 toilette a uso esclusivo

Questa voce è stata pubblicata il 22 luglio 2020, in Uncategorized.