Epilcera presenta l’innovativa ceretta indolore – Trattamenti stagionali e rituali di epilazione

Il metodo Epilcera prevede un vero e proprio rituale beauty all’insegna del relax in occasione dell’appuntamento mensile con la ceretta che promette di essere indolore grazie ai trattamenti che vengono effettuati per preparare la pelle.

Peeling meccanico, scrub, nebulizzazione di acqua termale, massaggio con idratante e infine massaggio rilassante accompagnano infatti il momento dell’epilazione, realizzato con una cera brasiliana a base di lime aloe e burro di karitè

La ceretta è l’ossessione mensile di tante donne che non riescono mai, davvero, ad abituarsi al fastidio innegabile di questo necessario appuntamento con l’estetista, che per quanto si finisca in mani abili, resta sempre una piccola tortura.

Perché non trasformare questo momento necessario per la beauty routine in un’occasione di relax e in un vero e proprio trattamento di bellezza? È stata questa l’intuizione di Raffaele La Montagna, ideatore del metodo Epilcera che abbina al momento della depilazione un rituale pre e post trattamento unico nel suo genere. Regina di questo metodo è Esmeralda, una cera per epilazione brasiliana indolore davvero speciale: dal colore verde, scongiura rossori, follicolite e irritazioni; è a base di estratti di lime, aloe, e burro di Karité e la sua profumazione ricorda il mojito!

Come funziona il metodo Epilcera

La seduta dall’estetista che propone il metodo Epilcera prevede un’accoglienza in cabina con luci soffuse, candele profumate e musica rilassante, per creare la giusta atmosfera. Viene fatta una valutazione della situazione del pelo della cliente e della pelle e valutato il trattamento più indicato con il quale procedere. Primo step è un’esfoliazione meccanica, con Epil Brush indispensabile per garantire un’epilazione efficace, realizzata con una spazzola con crine di cavallo e rame, capace di liberare la pelle da impurità e da peli incarniti e migliorare il microcircolo cutaneo grazie alla presenza delle fibre di rame. Viene applicato poi Epil Peeling un peeling enzimatico con papaina in grado di rallentare la ricrescita, abbinato ad Epil Scrub uno scrub a base di cera d’api e olio di Argan.

Il terzo step è la vaporizzazione con aerografo dell’Epil Thermal Water, un’acqua termale a base di propoli, camomilla e miele arricchita da Epil Calm, olio essenziale di lavanda ad azione antibatterica e antinfiammatoria e cicatrizzante. A questo punto viene applicato il latte idratante Epil Milk e, una volta assorbito, si applica il talco Epil Powder per asciugare la pelle e si procede con la ceretta: la tipologia di cera viene valutata in base alle esigenze della pelle della cliente. A seconda delle caratteristiche e della sua storia, infatti, l’estetista valuta se è possibile già procedere con la cera brasiliana, Esmeralda, o se è più opportuno preparare la pelle con una cera con lo strappo tradizionale, chiamata Hindi, ed effettuare solo in seguito la brasiliana. Infatti, in caso di soggetti con crescita disomogenea per lo più causata da un uso reiterato di rasoi o creme depilatorie negli anni, per le prime sedute si opta per il rituale Hindi. Non si tratta comunque di una ceretta classica, perché la cera non viene eliminata dalla pelle con la classica striscia in tnt ma con la mussola, una striscia in cotone e lino molto più delicata nello strappo. La cera brasiliana Esmeralda invece si toglie in modo più semplice, una volta solidificata sulla pelle: tirandola delicatamente senza l’uso di strisce depilatorie.

Il rituale, a prescindere dalla cera scelta, prevede una durata di un’ora e mezza circa, garantisce di evitare problemi di follicolite, bruciori e rossori e rallenta la ricrescita dei peli. Anche se si esegue l’epilazione solo su una zona specifica del corpo il trattamento di esfoliazione e il massaggio viene dedicato a tutto il corpo, così da garantire un relax totale.

Le declinazioni stagionali del metodo Epilcera

Il metodo Epilcera viene eseguito tutto l’anno nei centri estetici anche attraverso delle declinazioni stagionali che rispondono alle diverse necessità che la pelle ha durante l’anno o in caso di particolari esigenze. Questi approcci, simili in gran parte della procedura, si discostano per manualità e fasi conclusive del trattamento che sono invece differenti. Vengono consigliati in fase di diagnosi dall’estetista ma possono essere richiesti specificatamente anche dalla cliente. Si tratta di Epilrelax, specifico per favorire un rilassamento profondo; Epilspring, ideale per tonificare; Epilsummer studiato per la stagione più calda ed Epilrepair, perfetto in autunno per contrastare la pelle stressata da settimane di sole e salsedine. Esiste poi uno specifico rituale per l’epilazione viso. Epilcera è l’unico brand in Italia a proporre rituali stagionali di epilazione.

Epilcera a casa tua

A casa è possibile, e consigliabile, mantenere una beauty routine con alcuni prodotti studiati ad hoc da Epilcera e acquistabili presso tutti i centri estetici che utilizzano il metodo.

Una buona abitudine da acquisire è, ad esempio, l’uso sulla pelle asciutta di Epil Brush, la spazzola realizzata con crine di cavallo e rame, capace di liberare la pelle da impurità e da peli incarniti e migliorare il microcircolo cutaneo grazie alla presenza delle fibre di questo prezioso metallo. È necessario effettuare movimenti dal basso verso l’alto della gamba. A questa è possibile abbinare sotto la doccia Epil scrub, un delicato scrub salino idratante a base di cera d’api e olio di Argan e, infine, concludere con una lozione a base di aloe vera, Epil lotion, per garantire la massima resa al momento della ceretta, portando la pelle a essere sempre più idratata e preparata e consentendo nel tempo di ottenere una riduzione della crescita dei peli. Infine, Epil Coconut un sapone con olio di cocco e nocciolo di albicocca, ideale per un’esfoliazione delicata del viso ed Epil Shine un olio illuminante in vendita nella stagione estiva, cosmetico specifico per idratare ed illuminare la pelle durante e dopo l’esposizione solare.

I centri Epilcera si trovano in tutta Italia e offrono i rituali dai 29 ai 69 euro, a seconda della tipologia che si sceglie. Maggiori informazioni su Epilcera e su dove si trovano i centri sono reperibili al sito http://www.epilcera.com e sui canali social Facebook e Instagram.

“Epilcera non è una ceretta normale ma un rituale di benessere che garantisce un’epilazione indolore e che è in grado di migliorare lo stato generale della pelle” spiega Raffaele La Montagna. “Il momento della ceretta non è più un appuntamento spiacevole, ma si abbina a un trattamento di bellezza in grado di portare grandi benefici alla pelle, massimizzandone l’idratazione e l’elasticità. Un modo nuovo e innovativo per concedersi un trattamento beauty e insieme avere il piacere di ottenere delle gambe lisce ogni mese. Una soluzione che offre due trattamenti in uno, consentendo anche di risparmiare senza doversi privare di nulla”.

Epilcera è una società nata nel 2015 fondata da Raffaele La Montagna, imprenditore ed esperto del mondo beauty, con una formazione iniziata in Diego della Palma e Giorgio Armani Cosmetics. In Italia ci sono ad oggi circa 400 centri estetici che utilizzano il metodo Epilcera in cabina e 15 all’estero, tra Svizzera e Danimarca. Info sul sito http://www.epilcera.com, e sui canali social Facebook e Instagram.

Epilrepair,
il trattamento Epilcera specifico per la stagione autunnale
e per pelli molto secche

Il metodo Epilcera prevede un vero e proprio rituale beauty all’insegna del relax in occasione della ceretta. Un appuntamento mensile che promette di essere indolore, grazie ai trattamenti che vengono effettuati per preparare la pelle.

Epilcera è l’unico brand in Italia a proporre rituali stagionali di epilazione. In autunno e in inverno, da settembre a dicembre e nei casi di problematiche specifiche di pelle secca, propone, alle clienti dei suoi centri estetici affiliati, Epilrepair.

Con l’inizio della stagione fredda la pelle richiede di essere idratata, in particolare dopo il periodo di esposizione a sole e salsedine, tipico del periodo estivo che ne ha causato l’inaridimento e l’ha resa ispessita. Forte è, inoltre, l’esigenza di non eliminare l’abbronzatura, nonostante il bisogno di fare la ceretta. Il classico rituale Epilcera viene così studiato e adattato per ottimizzare il trattamento in funzione di queste specifiche esigenze. La pelle, in inverno, diventa molto più secca, spessa, sensibile e più facilmente irritabile. Per colpa del freddo e dell’uso di indumenti pesanti, si diventa anche più pigre nel fare la ceretta e aumenta così il rischio di peli incarniti.

In generale, però, Epilrepair è consigliato anche in caso di pelle disidratata, opaca e ruvida. La secchezza è la principale nemica della ceretta indolore: se la pelle non è ben idratata, gli strappi saranno più fastidiosi. Il trattamento di Epilcera in generale ed Epilrepair in particolare sono indicati per chi soffre di questa problematica e, per un miglior risultato, è bene che vengano accompagnati da una corretta idratazione quotidiana.

Gli step del rituale Epilrepair

Primo step: un’esfoliazione meccanica, indispensabile per garantire un’epilazione efficace, realizzata con Epil brush, una spazzola in crine di cavallo e fibre di rame, capace di liberare la pelle da impurità e da peli incarniti e migliorare il microcircolo cutaneo. Il trattamento continua con Epil scrub, uno scrub salino a base di cera d’api e olio di Argan a cui viene abbinato Epil peeling un peeling enzimatico con papaina in grado di rallentare la ricrescita. Viene applicato poi il latte idratante Epil Milk e, una volta assorbito, il talco Epil Powder per asciugare la pelle.

È ora della ceretta: la tipologia di cera viene valutata in base alle esigenze della pelle della cliente. A seconda delle caratteristiche e della sua storia, l’estetista valuta se è possibile procedere con la cera brasiliana, Esmeralda, o se è più opportuno preparare la pelle con una cera con strappo tradizionale, chiamata Hindi, ed effettuare la brasiliana in futuro. Infatti, in caso di crescita disomogenea causata il più delle volte da un uso di rasoi o creme depilatorie prolungato nel tempo, per le prime sedute è opportuno optare per il rituale Hindi. Non si tratta comunque di una ceretta classica, perché la cera non viene eliminata dalla pelle con la classica striscia in tnt ma con la mussola, una striscia in cotone e lino molto più delicata nello strappo. La cera brasiliana Esmeralda invece viene tolta con un metodo più semplice: una volta solidificata sulla pelle, viene tirata delicatamente senza l’uso di strisce depilatorie. L’epilazione viene eseguita su una gamba alla volta e viene intervallata da un bendaggio caldo, che dura una decina di minuti, ad azione idratante a base d’acqua. Prima di essere applicate, le bende vengono trattate con acqua, Epil thermal water, un’acqua termale realizzata con propoli, camomilla e miele arricchita ed Epil Calm, olio essenziale di lavanda ad azione antibatterica, antinfiammatoria e cicatrizzante. Una volta applicate le bende, le gambe vengono avvolte da una copertura di cartene (un foglio in polietilene utilizzato per trattamenti estetici), così da creare un vero e proprio effetto sauna utile ad assorbire i diversi nutrienti. Il trattamento termina con un massaggio eseguito su tutto il corpo.

Il rituale, a prescindere dalla cera scelta, prevede una durata di un’ora e mezza circa, evita problemi di follicolite, bruciori e rossori e rallenta la ricrescita dei peli. Anche se l’epilazione interessa solo su una zona specifica, il trattamento di esfoliazione e il massaggio vengono eseguiti su tutto il corpo, così da garantire un relax totale.

https://drive.google.com/drive/folders/12GATzc0XQOAPuqNseIRisfZ6oY0jGYQR?usp=sharing

Vademecum estate: perché la ceretta rimane sempre una buona idea

Consigli e accorgimenti per mantenere gambe lisce e morbide anche durante l’estate e al rientro dalle vacanze, senza rinunciare all’abbronzatura, a cura di Raffaele La Montagna, esperto beauty e ideatore del metodo Epilcera

Estate significa sole, mare, gambe in vista e quindi inevitabilmente per molte donne significa anche appuntamento fisso con la ceretta. “L’ansia di rovinare l’abbronzatura porta molte a optare per l’uso di rasoi e creme depilatorie in questa stagione, interferendo sulla regolarità di crescita del pelo e creando una disomogeneità che poi andrà a interferire sulle successive cerette in autunno e inverno” spiega Raffaele La Montagna, esperto beauty e ideatore del metodo Epilcera, che prevede un vero e proprio rituale beauty in occasione della ceretta, che promette di essere indolore, grazie ai trattamenti che vengono effettuati per preparare la pelle studiati per le diverse stagionalità.

Optare per il rasoio d’estate, in generale ma soprattutto se già sei abituata a fare la ceretta, non è mai una buona idea. Raffaele La Montagna di Epilcera spiega in questo vademecum perché e come fare per garantire pelle liscia, idratata e con una meravigliosa abbronzatura per tutta l’estate e al rientro dalle vacanze.

1- SE ALTERNI RASOIO E CERETTA TI ESPONI A FOLLICOLITE

Interrompere la ceretta sostituendola con l’uso del rasoio in estate ti espone a maggiore rischio di peli incarniti e follicolite. La rasatura, soprattutto per il fatto di essere un gesto reiterato quotidiano, tende a irritare il follicolo e i microorganismi, che in estate proliferano più facilmente a livello cutaneo a causa di sudore, esposizioni al sole, spiaggia e salsedine, hanno più occasioni di colonizzare la cute, determinando la comparsa di diversi inestetismi.

2- SE ALTERNI RASOIO E CERETTA INTERROMPI LA CRESCITA REGOLARE DEL PELO

Interrompere la ceretta sostituendola con l’uso del rasoio interferisce sulla regolare crescita omogenea del pelo ottenuta grazie al procedimento di epilazione. In autunno si dovrà ricorrere a cerette più frequenti per ottenere nuovamente una regolarità.

3- FALSO MITO: LA CERETTA NON ELIMINA L’ABBRONZATURA

Un’abbronzatura sana, ottenuta in modo graduale e su pelle idratata non sarà compromessa dall’epilazione. In particolare se si adottano misure di trattamento specifiche per questa stagione, come prevedono i rituali Epilcera, che abbinano alla ceretta brasiliana o classica un pre e post trattamento altamente idratante, lenitivo e cicatrizzante. Una pelle idratata, anche con cura domiciliare costante, non perderà la sua abbronzatura e consentirà un’epilazione non dolorosa.

4- L’ESTATE NON E’ UNA STAGIONE AMICA DELLA PELLE

Inaridimento, secchezza diffusa, irritazioni sono tra le principali cause di dolore in fase epilatoria e di inestetismi cutanei diffusi. Una buona beauty routine è necessaria soprattutto in questa stagione. Una volta a settimana è bene fare uno scrub a base idratante per ridurre

ispessimenti, esfoliare e nutrire la pelle. Per almeno dieci giorni prima e nei dieci giorni dopo aver fatto la ceretta è necessario idratare con continuità. Epilcera propone come trattamento domiciliare una crema idratante a base di aloe vera.

5- CERETTA PERFETTA: LE REGOLE DELLE 24 ORE PRIMA E DOPO IL TRATTAMENTO

Esfoliare, idratare sono le regole base. Ma prima e dopo aver fatto la ceretta è bene avere alcuni accorgimenti importanti e il giorno del trattamento, prendersi una giornata di pausa lontano da sole e stress. Ecco perché:

Astenersi dall’esposizione solare o dalle lampade abbronzanti.

Evitare il contatto con il cloro, (quindi niente piscina!) profumi e creme che non siano a base lenitiva.

Evitare l’uso di tessuti sintetici e abbigliamento troppo stretto: subito dopo la ceretta irriteranno la pelle e prima della ceretta rischiano di far proliferare i batteri a causa della possibile sudorazione.

No workout il giorno del trattamento: evitare di sudare serve a prevenire irritazioni cutanee e possibili micro infezioni

6- ACCORGIMENTI PER LA CERETTA IN ESTATE MA NON SOLO…

1 – ESFOLIARE la pelle con EPIL SCRUB almeno una volta a settimana.

2 – IDRATARE: applicare EPIL LOTION per almeno i 10 giorni PRIMA E DOPO il trattamento.

3 – NON ESPORSI AL SOLE O LAMPADE si possono causare irritazioni, macchie cutanee. 4 – EVITARE IL CONTATTO con il cloro, profumi, e creme non idonee.

5 – ABBIGLIAMENTO: evitare pantaloni e slip troppo stretti e aderenti, di tessuti sintetici.

6 – NO WORKOUT (allenamenti intensi): evitare di sudare troppo il giorno stesso del trattamento.