Archivio | aprile 2020

Dal Salento arriva una notizia positiva: non si ferma la creatività degli imprenditori!

Risultato immagine per Masseria Ficazzana Bocca di Dama
Una sfida tutta golosa e salentina al coronavirus

Finalmente una notizia positiva

I piedi sono fermi, ma la mente viaggia e continua ad esprimersi in tutta
la sua creatività. Anche in tempi di coronavirus.

Dopo il successo del rustico dolce, Susanna Pepe presenta un’altra golosa
novità. Questa volta la dolce Bocca di dama, principessa della pasticceria
salentina nata nei Conventi, è diventata salata. Anzi, pure leggermente
piccantina.

E se per il rustico dolce il motto era: “Io ce l’ho dolce”, ora per la
bocca di dama salata il nuovo slogan è “Felice di essere piccante”. Sì,
piccante e frizzantina come Susanna Pepe, titolare della Masseria
Ficazzana, che ha da sempre avuto voglia di rompere con gli schemi e dare
via libera alla creatività che caratterizza la sua arte.

Dice Susanna Pepe: “In questo periodo in cui tutto è fermo e l’unico
passatempo è diventata, un po’ per tutti, la cucina, io, che ho fatto della
cucina e in particolar mondo della pasticceria la mia passione e la mia
professione, non mi sono abbattuta e, a furia di sperimentare ricette
nuove, ho inventato la Bocca di dama salata”.

Ma come è fatta questa nuova prelibatezza?

“Il procedimento utilizzato è lo stesso che si usa per  preparare la Bocca
di dama dolce, ma nella versione salata… Ho ricreato un savoiardo salato
con peperoncino e semi di papavero, crema pasticciera salata con pomodori
secchi, il tutto avvolto in una glassa al pecorino e…. a fare da ciliegina
sulla Bocca di Dama è… un bel pomodorino rosso ciliegino.

Questa nuova Bocca di dama non profuma di vaniglia, ma di sole del Salento, di pomodorini secchi stesi al sole ed essenze della macchia mediterraneaVisualizza immagine di origine”.

Per ora, Susanna Pepe ha sfornato pochissimi esemplari, ma vi è già
tantissima richiesta. E cresce la curiosità. Le Bocche di dama salate,
assieme agli altri prodotti firmati Masseria Ficazzana, si potranno
trovare, surgelate, nei supermercati e nei punti vendita di eccellenze
enogastronomiche oppure possono essere ordinate on line sul sito
www.masseriaficazzana.it e arriveranno direttamente a casa e sulla pagina
FB Masseria Ficazzana.

I prodotti sono igienicamente sicuri, perché, dopo essere stati preparati
artigianalmente, vengono abbattuti conservando tutte le loro proprietà
nutritive. Quando arrivano a destinazione, vanno solo scongelati e messi
per alcuni minuti nel forno caldo. Sprigioneranno subito tutti i loro
profumi e sarà una gioia per il palato e per il cuore che vi farà viaggiare
lontano fino al Salento.

Masseria Ficazzana è infine un importante giardino botanico. I ricercatori
dell’Università del Salento coltivano e studiano ben 37 varietà di fichi,
assieme alla pera selvatica, un frutto tipico che rischia di estinguersi.

E dai frutteti che circondano la Masseria nascono anche altri fragranti
prodotti, molto apprezzati dal mercato. Accanto al rustico dolce e salato
con
la Bocca di dama salata e piccantina, c’è la linea dei Soffici: Fica Regina
con bianca confettura di fragole, cacao, crema di latte e bianca crema al
cioccolato, Fica Morettina, con mela e cannella, carota e mandorla, pera e
gocce di cioccolato, Fica Paccia con mela e cannella, cioccolato e pera. E
poi ci sono i semifreddi:  Fica Rosa con arancia e cioccolato, mascarpone e
ciliegia, limoncello e mandorla, Fica della Monaca con frutti rossi,
ricotta e cupeta (croccante alle mandorle) e Fica della Signura con
mascarpone e caffè, pistacchio, albicocca e amaretto.

Ed è un tripudio di bontà a portata di mouse.

Guarda il video

https://www.facebook.com/620441691475750/videos/937010173410716/

Masseria Ficazzana

Azienda Pepe Susanna Maria

SP Salve – Pescoluse

73050 Salve (LE)

Tel 338. 90 93 368

www.masseriaficazzana.it

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2020, in Uncategorized.

Yamamay – campagna social progetto balconi “Give me the Sun”

Anteprima immagine#givemethesunAnteprima immagine

LA CAMPAGNA SOCIAL SCATTATA SUI BALCONI D’ITALIA

Anteprima immagineYamamay, per comunicare la voglia di ricominciare e il desiderio di libertà che in questo momento è più forte che mai, riparte dai luoghi che sono stati uno dei simboli più forti del desiderio di rinascita, di socialità e riapertura al mondo durante questa quarantena forzata e cioè i balconi, le finestre e i terrazzi delle abitazioni di ciascuno di noi, che diventano questa volta il set fotografico di una campagna social autoprodotta. Protagonisti del progetto alcuni talents italiani che indossano i capi della collezione Yamamay primavera/estate 2020: look confortevoli e pose naturali per una campagna che rispecchia il comune sentire in isolamento: tanta voglia di sole, libertà e ritorno alla normalità. Completi lingerie, bikini e costumi, abbinati a trucco fai da te, capelli legati o avvolti nell’asciugamano, tazze di caffè, libri, riviste e piedi nudi. Le immagini sono state catturate dall’obiettivo dei ragazzi stessi con molta naturalezza: macchina fotografica e iPhone alla mano, i talents si sono messi in posa, scegliendo gli angoli più instagrammabili dei propri balconi, terrazzi e giardini, aiutati da compagni di quarantena o più semplicemente dall’autoscatto.Anteprima immagine«Il balcone e i terrazzi rappresentano in questi giorni più che mai una finestra sul mondo: quei pochi metri quadri di spazio all’aperto sono infatti diventati il nostro luogo sicuro, un posto che ci accomuna, il luogo in cui l’Italia canta e balla per esorcizzare la paura ma anche il simbolo della ripartenza e del ritorno alla normalità. Il divieto di uscire di casa per l’emergenza ha scatenato la creatività degli italiani e anche la nostra, dandoci l’idea per questo progetto: una campagna autoprodotta dai talents che hanno deciso di aderire. Abbiamo inviato a casa dei capi a modelli e talents che si sono fotografati autonomamente, senza set e senza fotografo, sui loro terrazzi, senza truccatore e parrucchiere. Anteprima immagineYamamay riparte così dal desiderio di raggi di sole, dai sorrisi che non ci abbandonano, perché la voglia di ricominciare è più forte che mai e, quando la quarantena finirà, con il giusto distanziamento, speriamo di poter riunire tutti i ragazzi e le ragazze in una grande terrazza». Gianluigi Cimmino, CEO di Pianoforte HoldingAnteprima immagine

Al progetto hanno partecipato: Elisa D’Ospina, Giulio Scarano e Michelle Sampaio, Clara Soccini, Simone Susinna, Giorgia Rossi, Veronica Alesci, Maria Vittoria Cassioli, Arianna Cavina, Alice Da Ros, Rossella Dattolo, Giulia Piscina, Chiara Sbardellati, Claudia Scuderi, Gemma Surgo e nei prossimi giorni se ne aggiungeranno altre.Anteprima immagine

La campagna ha preso il via sui canali social di Yamamay e sulle pagine Instagram dei talents lo scorso weekend.Anteprima immagine

Questa voce è stata pubblicata il 23 aprile 2020, in milano, moda.

Un regalo per le mamme di ieri e di oggi: l’Acqua di Colonia alle rose Wally 1925

Parte da lontano l’abitudine di nonne e bisnonne di spruzzarsi il corpo e le mani di profumo, oltre
che di profumare cassetti per la biancheria, lenzuola ma anche abiti e fazzoletti.

SON TUTTE BELLE LE MAMME DEL MONDO …

Visualizza immagine di origine
Wally nasce nel 1925 producendo un “Profumo speciale, Colonia Rosa d’Italia”, come recita
l’antica etichetta, e tutt’oggi, nel rispetto della più antica tradizione profumiera toscana, mantiene
una produzione artigianale di Acque di Colonia (Rosa d’Italia, Lavanda, Cuoio di Russia, Fougère,
Pelle di Spagna, Classica).
Confezionata nell’antica bottiglia ottagonale da 500 cl, con tappo in backelite e relativa pompetta
originale “verde bandiera”, in gomma rivestita in seta.
€ 34,00 + pompetta 9,00 €, il tutto acquistabile on line sul sito di Wally 1925.
http://www.wallycosmetici.com

Questa voce è stata pubblicata il 23 aprile 2020, in Uncategorized.

Il pane fatto in casa, nuova tendenza…CUOCIPANE WALD

IRisultato immagine per cuocipane waldIl Cuocipane riproduce al suo interno le caratteristiche del forno tradizionale dove cuocere il pane era una ‘festa’ per gli occhi e per il palato!

Facilissimo da usare cuoce il pane con una croccantezza e fragranza inimitabili.

Visualizza immagine di origineAll’interno del coperchio si crea il giusto grado di umidità che rende la cottura omogenea in ogni sua parte. Dopo solo 45 minuti di cottura in forno a 220 gradi, il pane è pronto e, per ‘dorare’ il pane rendendolo croccante secondo il proprio gusto, pochi minuti prima che finisca la cottura togliere il coperchio.

Grazie alla semplicità delle ricette che si possono realizzare e alla sua praticità d’uso diventerà uno strumento per la cottura indispensabile per avere il pane sempre appena sfornato!

La base, anche senza la cloche, è una pratica pirofila per cuocere al forno tante gustose ricette.

Quando il Cuocipane è freddo e asciutto, può servire per conservare e portare in tavola il pane.

All’interno di ciascuna confezione un ricettario con i consigli d’uso e tante originali e gustose ricette.

CUOCIPANE ø cm 28,5x33x16,5h- € 93,25

Il Cuocipane Wald® è realizzato in Kergrès®

argilla da forno di alta qualità.

http://www.wald.itVisualizza immagine di origine

Questa voce è stata pubblicata il 23 aprile 2020, in Uncategorized.

Fase due: “Affumigare la casa con buoni odori”… e igiennizzare le mani!

Parte da lontano l’abitudine di nonne e bisnonne di profumare cassetti per la biancheria, lenzuola
ma anche abiti e fazzoletti, senza contare le stanze e gli angoli più nascosti della casa.
La storia del profumo è antica quasi quanto l’uomo stesso, ebbe inizio con la scoperta del fuoco,
quando ci si rese conto che alcuni tipi di legno bruciando, sprigionavano un odore gradevole che
attraverso il fumo raggiungeva il cielo, per ciò questa pratica fu vista come qualcosa di magico che
permetteva di comunicare con gli dei. Questo spiega l’origine della parola “profumo”, che deriva
dal latino per = attraverso e fumum = fumo, ovvero “attraverso il fumo”.
Nel ‘300, dopo la pestilenza, Boccaccio nel “Decamerone” racconta che “Molti altri usavano e
senza rinchiudersi andavano a torno, portando nelle mani chi fiori, chi erbe odorifere e chi diverse
maniere di spezierie, quelle al naso ponendosi spesso, estimando essere ottima cosa il cerebro con
cotali odori confortare”. E invitava a “Affumigare la casa con buoni odori. Similmente la veste e a
tenere al naso et in bocca scorza di cedro e zettovaria (curcuma) o incenso”.
Anche Marsilio Ficino nel “De le tre vite” invita:“l’havere spesso al naso,e odorare la
mag​iorana o pure l’aqua di questa herba, tratta su col fiutare per le narici”.
Fino ad arrivare ai secoli a noi più vicini quando profumi ed essenze servivano non solo per coprire
odori non gradevoli, ma anche e soprattutto per essere più apprezzati dal prossimo e per purificare
l’aria e rendere più accoglienti le case.
Le profumazioni d’ambiente di Wally 1925 sono ideali per rendere più gradevoli gli ambienti che
dobbiamo frequentare.
Wally 1925 produce profumi per la persona ed essenze per profumare la casa create con materie
prima di qualità e oli essenziali. Proposte in confezioni raffinate, bottiglie in vetro lavorato da
artigiani toscani, tappi in legno di faggio e bastoncini in midollino di bambù che per capillarità
distribuiscono uniformemente il profumo nell’ambiente circostante.

Le nostre proposte di primavera:

BREZZA DI MAREVisualizza immagine di origine
Voglia di mare, in questa profumazione fresca e agrumata, pervade l’ambiente di note mediterranee
ed evoca la piacevole sensazione che proviamo quando veniamo sfiorati dalla brezza del mare.
Disponibile nelle confezioni da 250 ml. e 500 ml. con bastoncini e EcoSpray da 100 ml.
Prezzo al pubblico a partire da Euro 23,00

Visualizza immagine di originePEONIA
fiorita e primaverile, suggerita per l’ingresso e la zona giorno della casa.
Disponibile nelle confezioni da 250 ml. e 500 ml. con bastoncini e EcoSpray da 100 ml.
Prezzo al pubblico a partire da Euro 23,00

Gel Igennizzante WALLY

WALLY Gel igienizzante

http://www.wallycosmetici.com

Questa voce è stata pubblicata il 22 aprile 2020, in Uncategorized.

RICONVERSIONE VIRTUOSA: VALIGERIA RONCATO E BOTECT, LA MASCHERINA RI-UTILIZZABILE

Idea Plast, Valigeria Roncato e Meca2 scendono in campo per la lotta al Covid-19: convertendo parte dei loro impianti produttivi per la produzione di mascherine di lunga durata, non monouso.Si possono lavare e riutilizzare le nuove mascherine prodotte da Roncato, la nota azienda di valigeria. Si chiamano Botect e sono nate dalla riconversione della tecnologia utilizzata per realizzare valigie. Proteggono naso e bocca, sono dotate di 25 filtri intercambiabili ed elastici regolabili. Sono pensate per essere usate in ambienti domestici e sul lavoro (anche se, ovviamente, non sostituiscono le mascherine professionali DPI e DM) e proteggono da vento, polveri, gocce, particelle, muco e saliva.
Già disponibili on line, sono lavabili e riutilizzabili infinite volte, sono le mascherine trasparenti di Roncato. Realizzate in collaborazione con Idea Plast e Meca2. Dotate di 25 filtri intercambiabili ed elastici regolabili

La mascherina è acquistabile sul sito https://www.roncato.com/it/

“Siamo tre aziende che hanno sempre lavorato insieme per realizzare valigie e articoli da viaggio, nella nostra sede di Campodarsego, in provincia di Padova. Oggi non possiamo chiudere gli occhi di fronte a quello che stiamo vivendo e come imprenditori ci sentiamo in dovere di agire al più presto per il bene della nostra Italia. Avendo la nostra sede produttiva in Italia abbiamo pensato di convertire i nostri impianti e macchinari per la realizzazione di ciò di cui oggi c’è maggiore necessità.” Hanno dichiarato gli imprenditori di Roncato, Meca2 e Idea Plast. 

Botect, le mascherine riutilizzabili

Si chiamano Botect, le nuove mascherine firmate Roncato, nate partendo dalla tecnologia per la valigeria riconvertita per l’emergenza in corso, proteggono naso e bocca, sono dotate di 25 filtri intercambiabili ed elastici regolabili. Efficaci contro vento, polveri, gocce, particelle, muco e saliva. Ma soprattutto lavabili e riutilizzabili finché non si danneggiano.

Realizzate in PVC morbido ed ergonomico, si adattano perfettamente al viso e grazie ad appositi filtri sostituibili, distanziati dalla bocca, migliorano la respirabilità. Per riutilizzarle basta igienizzarle passandole con un panno umido accompagnato da detergente e/o disinfettante, sostituendo il filtro circa ogni 8 ore di utilizzo.

Per ambienti domestici e pubblici

L’azienda le consiglia per ambienti domestici e pubblici, fatta eccezione per gli ambienti in cui sia necessaria, invece, l’adozione di mascherine DPI o DM. Sono state infatti concepite in vista delle nuove abitudini che caratterizzeranno le nostre vite anche nel dopo, quando la mascherina molto probabilmente diventerà un oggetto di utilizzo quotidiano, ma non hanno ancora le certificazioni DPI o da dispositivo medico.

Il costo è di meno di 30 euro per 2 Maschere in PVC medicale morbido ed ergonomico dotate di 25 filtri ciascuna.

 

“Poterci rendere utili ci permette anche di sperare più concretamente di uscire da questa crisi nel minor tempo possibile, facendo in modo di riprendere le nostre normali attività quanto prima. La voglia e la possibilità di viaggiare torneranno presto, ora è il tempo di esserci e di aiutare la nostra comunità”. Ha dichiarato Sandro Galdiolo, titolare dell’azienda Idea Plast, nonché autore dell’idea.

Questa voce è stata pubblicata il 20 aprile 2020, in Uncategorized.