Archivio | 5 febbraio 2020

Mediaset contro il cyberbullismo, al via la campagna di sensibilizzazione sociale “Pensa , prima di scrivere”

Lʼiniziativa, articolata attraverso spot tv, online, radio e con copertura digital e social, è la prima tappa 2020 del progetto “Mediaset ha a cuore il futuro”

Venerdì 7 febbraio, in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, parte una nuova campagna crossmediale di sensibilizzazione sociale ideata da Mediaset e intitolata “Pensa, prima di scrivere”. E’ articolata attraverso spot tv, online, radio e con copertura digital e social, e propone in rapida successione alcuni degli insulti più frequenti digitati via social e via chat contro ragazzi indifesi: scritte o parole che in pochi secondi oscurano interamente il volto o la voce di una ragazza.

L’iniziativa è finalizzata ad attirare l’attenzione su un fenomeno di cui gli stessi ragazzi non comprendono fino in fondo l’impatto devastante: il 59% delle vittime di atti di bullismo o cyberbullismo ha pensato al suicidio, dicono i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza. Una piaga che, secondo le ultime ricerche Istat, colpisce il 7% dei bambini tra 11 e 13 anni e il 5,2% degli adolescenti tra 14 e 17 anni.

“Pensa, prima di scrivere”, inserita dal Ministero dell’Istruzione all’interno delle iniziative promosse dal consorzio “Generazioni Connesse” per il Safer Internet Day, è la prima tappa 2020 del progetto “Mediaset ha a cuore il futuro”, che nel 2019 si è già impegnato con successo su temi come l’abbandono scolastico e la prevenzione dei tumori al seno. Nei prossimi mesi seguiranno altre campagne istituzionali su problematiche meritevoli di una forte sensibilizzazione sociale, come la discriminazione di genere e le fake news.

LINK VIDEO:

https://video.virgilio.it/guarda-video/contro-cyberbullismo-pensa-prima-di-scrivere_ms1080888

Questa voce è stata pubblicata il 5 febbraio 2020, in Uncategorized.

Bit 2020, a Milano torna la fiera del turismo

La 40° edizione da domenica 9 a martedì 11 febbraio

Happiness is a Journey, che vuole essere un richiamo al tema del viaggio vissuto in prima persona con ottimismo e voglia di scoprire e scoprirsi.

Tantissime le novità del 2020 – è la 40° edizione! – con nuovi padiglioni, nuovi Paesi ospiti e giorni di formazione per gli agenti di viaggio. Il Touring come sempre è partner e permette ai suoi soci di entrare gratuitamente all’evento in tutte e tre le giornate della manifestazione (vedi i dettagli in fondo).

Bit 2020 si conferma il più importante marketplace per la promozione del prodotto Italia con la presenza di molte realtà regionali e territoriali. Ma naturalmente sono presenti innumerevoli partner esteri, tra cui Stati europei ed extraeuropei.

Ma è tutto il concept di Bit che, grazie alla forte focalizzazione sull’esperienzialità, offre continue opportunità di aggiornamento e condivisione di conoscenza. A Bit 2020 si rafforzano, infatti, le aree già apprezzate durante le scorse edizioni. I Love Wedding, pensata per le professionalità che si muovono intorno al mondo specifico e diffuso del Destination Wedding; Bit4Job, l’area dedicata al recruiting per il settore turistico; BeTech, focalizzata sul digitale, le tecnologia e i servizi di business & networking; non meno importante il MICE Village, spazio per il mondo degli organizzatori di eventi, convegni, meeting.

Proseguono, inoltre, le iniziative rivolte all’altra anima di Bit, l’attività convegnistica: la nuova edizione proporrà un fitto calendario, che prevede più di 70 incontri e toccherà differenti aree tematiche – quattro in tutto: Formazione, Tecnologia, Hot Topics, Turismo enogastronomico – per creare un percorso di fruizione ancora migliore. Anche due tra le più importanti associazioni di riferimento nel mondo del turismo in Italia hanno scelto BitMilano: Astoi Confindustria Viaggi e Fto – Federazione del Turismo Organizzato porteranno in manifestazione contenuti e iniziative di grande interesse per gli operatori, valorizzando ulteriormente l’edizione 2020 della Borsa Internazionale del Turismo.

Questa voce è stata pubblicata il 5 febbraio 2020, in Uncategorized.