Archivio | dicembre 2019

Consorzio della Focaccia di Recco, 2019 un anno di successi…

Il Consorzio della Focaccia di Recco, piccolo sodalizio che continua con tenacia, caparbietà e sacrifici a promuovere il proprio territorio e la sua eccezionale specialità gastronomica prova, anche per sommi capi, a fare una sintesi di quanto fatto nel corso dell’anno, che per la sua complessità risulta compito difficile raccontarlo, a tratti arduo. Ricordando come buon auspicio l’inizio del 2018 con l’arrivo a Recco al ristorante Dal Ponte di RAI UNO per le riprese della trasmissione Tempo&Denaro, il 2019 ne è stato degno erede: un anno indimenticabile, forse irripetibile, con una intensa attività di comunicazione, coronata da eventi e partecipazioni memorabili.
Gennaio: esce negli USA un allegato al New York Times dedicato alle 52 mete turistiche più belle del mondo; sorpresa inaspettata, c’è il Golfo Paradiso e la Focaccia di Recco viene citata come “must gastronomico” grazie alla sua rinomanza e alla tutela europea IGP. L’articolo viene ripreso dalla stampa internazionale e nazionale, per il Consorzio inizia la “caccia all’inviato” del New York Times che ogni settimana visiterà una delle 52 mete inserite.
Febbraio: con l’agenzia Regionale In Liguria, arriva un educational per stampa estera (francesi e spagnoli, con uscite sui quotidiani spagnoli La Vanguardia ed El Pais), “must” la focaccia…
Marzo: iniziano le promozioni “on the road” con il Salone Agroalimentare Ligure di Finale Ligure. Marzo ed aprile: tornano le Serate Gastronomiche Recchesi dedicate a Gianni Carbone, indimenticato ristoratore delle Città; un grande successo annunciato con proposte innovative: street food di alto livello e serate dedicate a prodotti dei presidi Slow Food.
Aprile: il Comune di Recco assegna al Consorzio il “Recchellino d’oro” per la sua intensa attività di promozione ed il prestigio ottenuto con il raggiungimento del marchio di tutela europeo IGP. La TV australiana dedica uno speciale alla famiglia Bisso del ristorante da ö Vittorio dove non manca la focaccia di Recco IGP. Alla fine del mese arriva la notizia che Rai Uno dedicherà una puntata al Golfo Paradiso, ed iniziano i sopralluoghi con produttore, regista e autori.
Maggio: “mese di fuoco”. Dal 9 al 13 “Slow Fish” a Genova in Porto Antico, 13/17, sopralluoghi per le riprese di Linea Verde (in onda il 9 giugno), il 15 l’inaugurazione Mn. Maria Grazia Onorato, la più grande ro-ro del Mediterraneo, 18/19 la Festa della Focaccia a Recco.
Giugno: il 2 in piazza De Ferrari a Genova per la “Grande Festa della Repubblica” evento di Regione Liguria; il 9 va in onda “Linea Verde” di Rai Uno, ampi spazi per la Focaccia di Recco IGP, registrazioni dal Panificio Moltedo 1874, riprese anche a Sori da Edobar (un trionfo per il territorio della Focaccia di Recco IGP, con 2,9 milioni di telespettatori). Il 16 su Sky TV “Piccola Italia” dedicata a Recco e alla Festa della Focaccia. Fine giugno a La Spezia per “Liguria da bere”.

Luglio: “Collisioni”, Festival agri_rock, mega-evento di Barolo con artisti di fama mondiale. Grande promozione ed immagine al centro di Barolo al fianco di Regione Liguria e Agenzia in Liguria.
Agosto: si inizia con l’educational per un importante food blogger belga (registrazioni dal Panificio Moltedo G.B.). Finalmente arriva l’inviato del New York Times Seb Modak, tour del Golfo Paradiso assaggiando le nostre specialità, prima fra tutte la Focaccia di Recco IGP! (tappe ai Panifici Tossini e al ristorante Manuelina di Recco e al Boschetto a Sori). Esce l’articolo sul New York Times edizioni USA, Internazionale e web con oltre 9 milioni di contatti. In USA la Focaccia di Recco è una star, altro articolo sul New York Magazine (concorrente del NYT) e sulla rubrica “Lifestyle Yahoo” raccogliendo oltre 50 milioni di click, quindi un articolo su “Forbes” dal titolo “8 places of foodies along the Italian Riviera” dove la focaccia di Recco è definita “irrinunciabile”. Da Lino riprese video e interviste per la Città Metropolitana. Agosto culmina con una nuova citazione sul NYT di Seb Modak che, a metà percorso, ricorda come miglior cibo la Focaccia di Recco IGP.

Settembre: ricominciano le promozioni “on the road”: il 6 e 7 a Piacenza ospiti d’onore del Consorzio Salumi DOP Piacentini per l’evento “Un mare di sapori”; 19/24, il Salone Nautico Internazionale a Genova e 20/ 23 a Brà per “Cheese”, i due eventi più prestigiosi dell’anno che richiedono però grandissimo impegno e responsabilità.
Ottobre: Dal 4 al 6, Il Festival Internazionale del Cibo di Strada a Cesena vede il Consorzio di Recco quale “debuttante” nell’evento che ha lanciato in Italia il cibo di strada, il più importante nel suo genere. Pur alla loro prima volta a Cesena, i recchesi si aggiudicano subito il Premio “Miglior proposta di cibo di strada italiano” dedicato all’ideatore dell’evento “Gianpiero Giordani. Il 12 ottobre, presenti al fianco di Regione Liguria per festeggiare a Genova in piazza De Ferrari la Protezione Civile ritrovando molti amici conosciuti sotto il tragico Ponte Morandi.

Novembre: 8 e 9 terza edizione di Fattore Comune, in casa propria, l’evento dedicato alle eccellenze agroalimentari tutelate dai marchi europei DOP e IGP: crescita d’interesse e partecipazioni di prestigio assoluto. Educational (ambitissimo) di due giorni, con oltre 40 tra giornalisti e blogger, sulla scia dei successi già precedentemente conseguiti, tappe a Camogli alla Focacceria Revello e, dopo il ristorante Da Angelo a San Rocco, questa volta pranzo di chiusura al ristorante Lino a Recco. Il territorio e la focaccia di Recco IGP beneficia di un feedback con oltre 200 articoli su numerosi mezzi d’informazione e social. Sabato 16, grazie all’Assessore al Marketing Territoriale del comune di Genova, il Consorzio organizza al MOG di Genova una “masterclass” con Moltedo G.B. per tre super-chef americani che promuoveranno la Liguria a New York. Ma novembre riserva la sorpresa più prestigiosa: dal 18 al 23 Recco protagonisti dell’evento promosso in tutto il mondo dal Ministero degli Esteri: “La settimana della cucina italiana” in due location di grande fama: a Parigi il Ristorante Manuelina con Cesare Carbone per l’Associazione Ristoranti Buon Ricordo e il Consorzio della Focaccia di Recco con Fabrizio Passano (ristorante Alfredo), Umberto Squarzati (ristorante Vitturin 1860) e Lucio Bernini (responsabile del Consorzio) a Gedda, in Arabia Saudita, esperienza indimenticabile.

Dicembre: il 10 del mese “The best of la mia Liguria” al palazzo della Borsa con Camera di Commercio di Genova e Regione Liguria; il 12 a Roma alla presentazione dell’Atlante Qualivita, unico ed esclusivo volume europeo dedicato ai prodotti DOP e IGP, quest’anno con la prestigiosa firma Treccani edito dall’Istituto della Enciclopedia Italiana.

Tutto questo oltre ad una miriade di diverse iniziative cui il Consorzio e i suoi consorziati hanno partecipato rendendo fama ed onori alla Focaccia di Recco IGP ed alla Città di cui porta il nome. In poche parole un anno eccezionale, ed i recchesi sono già al lavoro per tentare di bissarlo, o superarlo?

Masterclass al MOG a Genova, prima a destra l’assessore Comune di Genova Laura Gaggero.

Le attività aderenti al Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio: Ristoranti a Recco: Alfredo – Angelo – Da Lino – Da ö Vittorio – Del Ponte – Manuelina Vitturin – Focacceria Manuelina. Panifici a Recco: Panifici Tossini – Panificio Moltedo G.B. – Panificio Moltedo 1874 Ristoranti a Sori: Edobar – Il Boschetto – Focacceria Tossini. Asporto a Camogli: Revello Focacceria

Secondo da destra, Seb Modak, inviato del New York Times

http://www.focacciadirecco.it Pagine FB. La festa della Focaccia di Recco oppure Focaccia DI Recco Instagram. focacciadirecco_igp

le riprese di Linea Verde

I recchesi a Jeddah per la settimana della cucina italiana nel mondo, terzo da sinistra il Console generale Stefano Stucci

Questa voce è stata pubblicata il 31 dicembre 2019, in Uncategorized.

PIANO DI SVILUPPO DEL MERCATO AGROALIMENTARE MILANO…PARTONO I LAVORI

La società Sogemi diventa proprietaria della superficie fondiaria e immobiliare del comprensorio agroalimentare con un aumento di capitale di 273 milioni di euro
Al via la riqualificazione del Mercato Ortofrutticolo, con un investimento di 100 milioni di euro

Milano, capitale del Food in Italia, finalmente avrà un Mercato all’ingrosso all’altezza di una città tesa ai modelli delle grandi capitali europee, che offrirà servizi innovativi per operatori e consumatori, concepito secondo i valori di qualità e sicurezza alimentare, sostenibilità ambientale e innovazione.

Foody – Mercato Agroalimentare Milano, già oggi tra i più grandi ed importanti mercati all’ingrosso di tutta Europa, composto da 4 mercati – Ortofrutta, Ittico, Fiori e Carni – oltre 1 miliardo di euro/anno di merci scambiate e 10 milioni di consumatori serviti, cambia marcia guardando proprio ai modelli virtuosi.

Il progetto di riqualificazione approvato a fine 2018 oggi infatti passa alla fase attuativa grazie all’aumento di capitale di 273 milioni di euro formalizzato il mese scorso. Un evento eccezionale e decisivo per le sorti di Sogemi, che per conto del Comune di Milano, gestisce i mercati all’ingrosso della città: 49 milioni di euro per cassa e 224 milioni di euro in natura attraverso il conferimento da parte dell’azionista Comune di Milano della proprietà fondiaria e immobiliare del comprensorio agroalimentare.

Con un investimento complessivo di oltre 100 milioni di euro entro il 2022, il progetto prevede: un nuovo Padiglione Ortofrutta, rivisto in chiave più moderna e innovativa; una nuova piattaforma logistica che sarà punto di riferimento per le attività complementari; un rinnovato Palazzo Affari, che seguirà una progressiva riqualificazione per divenire un polo per aziende e professionisti italiani e internazionali che operano nella filiera agroalimentare, offrendo spazi lavorativi di smartworking e co-working e servizi pensati per soddisfare le necessità odierne e future.

“Negli ultimi 20 anni abbiamo assistito ad una progressiva perdita di competitività a causa di piani di sviluppo mai approvati (8 in 20 anni) e dell’assenza di adeguati investimenti per una struttura costruita nel 1965 e ormai inefficiente” – afferma Cesare Ferrero, Presidente Sogemi. “I mercati di Madrid, Parigi, Barcellona, con volumi di transazioni superiori a 2 miliardi di euro ci dimostrano il potenziale di queste strutture strategiche per il commercio, l’approvvigionamento e la distribuzione alimentare delle grandi città. Abbiamo perso molto tempo, ma il nostro potenziale di crescita può ancora esprimersi appieno.”

La riqualificazione sarà accompagnata anche da un lavoro capillare di costruzione di una nuova identità in linea con il nuovo Mercato. Foody-Mercato Agroalimentare Milano è il nuovo brand che accompagnerà tutta la comunicazione e le attività commerciali dei mercati all’ingrosso di Milano.

Foody, il noto simbolo di Expo2015, riconosciuto nel mondo come emblema di qualità, freschezza, biodiversità dei prodotti agroalimentari, ambasciatore di una cultura dell’alimentazione innovativa e sostenibile, attenta all’equilibrio del pianeta, oggi rappresenta il Mercato Agroalimentare Milano i suoi valori e ciò in cui si sta trasformando.

“Per il futuro – continua Ferrero – auspico che il Mercato Agroalimentare Milano si trasformi ed evolva in un polo di innovazione e sperimentazione per tutta la filiera agroalimentare italiana. Con i suoi marchi di qualità Foody e MIM (Mercato Ittico Milano), una nuova logistica più sostenibile, una presenza più capillare attraverso i mercati di quartiere, il Mercato Agroalimentare Milano conquisterà una sua nuova identità per la città, con la sua rete di dettaglianti e ristoratori, e per i milanesi.”

Foody – Mercato Agroalimentare Milano pone grande attenzione anche al tema sociale del recupero alimentare. Il Mercato rappresenta una fonte di approvvigionamento preziosa per più di 60 associazioni onlus presenti sul territorio milanese. Anche questo Natale (così come durante tutto l’anno) Sogemi partecipa, con un contributo fattivo dei propri operatori, alla donazione di prodotti alimentari alle Onlus Banco Alimentare, Pane Quotidiano e Caritas.

Il progetto di riqualificazione partirà dalla costruzione del Nuovo Padiglione Ortofrutta (NPO) comprensivo del Mercato Ortofrutticolo e di una Piattaforma Logistica dedicata, area che sarà completamente rinnovata secondo logiche di efficienza e sostenibilità. La consegna dei lavori prevista per il 2022 ci restituirà un Padiglione Ortofrutta moderno e innovativo, con una ricca offerta di prodotti ortofrutticoli freschissimi grazie alla presenza di 114 grossisti e 97 produttori locali. Sarà un Mercato dove è garantita la sicurezza alimentare dei prodotti venduti – oltre 11 mila tonnellate ogni anno – lungo tutta la filiera e dove viene valorizzata la produzione locale.

Questa voce è stata pubblicata il 23 dicembre 2019, in Uncategorized.

BIOSCALIN BIOMACTIVE, IL PRIMO SISTEMA SINERGICO PREBIOTICO PER CAPELLI SANI E VITALI

La bellezza è anche questione di testa: per questo la Ricerca Giuliani ha pensato ai capelli con la nuova linea Bioscalin BiomActive, il primo sistema sinergico prebiotico per mantenerli sani, vitali e più belli! Si sa che stress, dieta disordinata, fumo e inquinamento, raggi UV, detersione e styling troppo aggressivi a lungo andare alterano il delicato equilibrio del microbioma del cuoio capelluto, provocando fastidi come desquamazione, prurito, arrossamenti ed eccessiva secrezione di sebo. Un problema che interessa la cute, ma anche i capelli che diventano opachi, spenti e fragili.

Il benessere dei capelli inizia dal microbioma. Ma cosa è e perché è importante? Il microbioma è l’insieme dei trilioni di microorganismi benefici che abitano praticamente ogni parte del nostro corpo, cuoio capelluto compreso; svolge diversi ruoli importanti tra cui protezione, riparazione e riduzione delle infiammazioni.
Gli studi scientifici più recenti hanno dimostrato che l’equilibrio del microbioma del cuoio capelluto è fondamentale per prevenire disturbi dello scalpo e mantenere il benessere dei capelli, e che usare prodotti delicati non basta.

In aiuto viene Bioscalin BiomActive, il sistema sinergico prebiotico in tre fasi che preserva l’equilibrio del microbioma del cuoio capelluto per favorire il benessere dei capelli di uomo e donna.

La linea è composta da: Shampoo prebiotico equilibrante, Balsamo prebiotico rigenerante e Scudo prebiotico attivo.

L’innovazione è racchiusa nell’esclusivo Prebiotic&Anti-pollution Complex, associazione di due attivi naturali:

  • il Bioecolia®, un prebiotico – nutrimento di cui i batteri hanno bisogno per vivere – che mantiene l’equilibrio del microbioma cutaneo. È un prebiotico α-glucan oligosaccharide ottenuto dalla fermentazione dello zucchero (saccarosio e maltosio).
  • L’Ormesia®, l’estratto di Maracuja (Passiflora edulis) ricco in polifenoli, stimola e potenzia l’attivazione delle naturali difese di cuoio capelluto e capelli per contrastare gli effetti negativi di inquinamento ed esposizione solare.

Ogni prodotto della linea è caratterizzato da una formulazione esclusiva con un’alta concentrazione di attivi naturali per detergere, nutrire e proteggere i capelli in modo delicato, completo ed efficace.

Formulazioni efficaci si uniscono a una grande piacevolezza d’uso. Le texture leggere e sensoriali non appesantiscono i capelli. Le proprietà riequilibranti e purificanti della linea si ritrovano anche nelle fragranze di limone, mandarino e arancio dolce, arricchite dalla freschezza di erbe aromatiche e note selvatiche.

Con Bioscalin BiomActive la hair care routine quotidiana si trasforma in un piacevole gesto che lascia cute e chioma pulite, morbide, vitali e piacevolmente profumate.

LA DETERSIONE: capelli puliti e cute protetta

Bioscalin BiomActive Shampoo Prebiotico Equilibrante rimuove delicatamente le particelle nocive che si accumulano sui capelli e ristabilisce il delicato equilibrio del microbioma cutaneo compromesso quotidianamente da numerosi stress e da aggressioni ambientali. La sua texture leggera a contatto con l’acqua si trasforma in una schiuma soffice, delicata e profumata. Indicato anche per lavaggi frequenti.

IL CONDITIONER: capelli nutriti, disciplinati e protetti

Bioscalin Biomactive Balsamo Prebiotico Rigenerante è un latte spray senza risciacquo, leggero e ricco di attivi naturali che nutre, idrata, illumina e disciplina i capelli senza appesantirli. Previene l’alterazione del delicato equilibrio del microbioma cutaneo, compromesso da numerosi fattori ambientali.

La formula senza risciacquo evita la dispersione degli attivi e ne potenzia l’azione, proteggendo i capelli dallo stress dei lavaggi frequenti e dal calore di phon e piastra e prevenendo la formazione delle doppie punte.

LA PROTEZIONE: forza e vitalità ai capelli ogni giorno

Bioscalin BiomActive Scudo Prebiotico Attivo è un innovativo spray, dal tocco leggero e dal finish luminoso, studiato per difendere capelli e cuoio capelluto dalle aggressioni a cui sono sottoposti ogni giorno – stress, inquinamento, fumo, calore, raggi UV/IR – e favorire il loro benessere. La sua esclusiva formulazione riveste i capelli senza appesantirli, creando una barriera attiva che preserva il naturale equilibrio microbioma-capelli. È indicato per un uso quotidiano.

I risultati di Bioscalin BiomActive sono provati da test clinici.

Tutti i prodotti BiomActive sono dermatologicamente testati. Senza Parabeni, Solfati, Siliconi, Coloranti. Nichel Tested. Ph Fisiologico. Si trovano in Farmacia e Parafarmacia.

www.bioscalin.it

Questa voce è stata pubblicata il 23 dicembre 2019, in Uncategorized.

WYNIE COSMETICS

Wynie Cosmetics, brand spagnolo nel settore make-up e accessori moda molto amato dal pubblico, dà il benvenuto all’anno nuovo con una splendida collezione di prodotti dalle alte performance che si dividono tra make-up, prodotti per la nail art e accessori beauty, skin care e moda. Dagli illuminanti ai rossetti super luminosi e a lunga durata, agli ombretti in tantissimi finish diversi. E ancora: mascara, matite occhi e labbra, fondotinta, blush, bijoux (nichel-free) e moltissimo altro. Il marchio è cruelty-free.

Il claim è “Sparkling Colours” (letteralmente “Colori che brillano”), con una mission rivolta a portare colore ovunque, prendendo ispirazione dalle ultime tendenze e cercando di fornire un prodotto di qualità ma allo stesso tempo con prezzi competitivi per permettere a tutti di usufruirne. Il make-up è amore, una forma d’arte dedita a esprimere se stesse. Ognuno deve sentirsi libero di tirare fuori il proprio stile, con pregi e difetti, ma proprio per questo perfettamente imperfetto e vero.

About Wynie Cosmetics

Wynie Cosmetics nasce in Spagna nel 1999, ma solo nel 2018 approda in Italia, in occasione dei suoi 20 anni, ampiamente festeggiati con tre eventi tra Milano e Bologna a partire dal dicembre scorso. Il 2019 è un anno ricco di impegni. Le numerose collaborazioni vedono nomi importanti, tra cui Melita Toniolo, Silvia Casonato, Laura Chiari. Da gennaio, il brand diventa partner ufficiale del film indipendente “Calma Apparente”, diretto dal giovane regista Eric Veneziano e tratto dall’omonimo romanzo di Mauro Valente.

Wynie Cosmetics collabora regolarmente con influencer, make-up artist, esperti nel mondo beauty, prendendo inoltre parte a progetti dove la performance del prodotto è essenziale: shooting fotografici, tv, wedding, cosplay

www.wynie.ithttps://instagram.com/wynieitaliahttps://facebook.com/wynieit

Questa voce è stata pubblicata il 20 dicembre 2019, in Uncategorized.

“Storia d’amore in ascensore”. Sentimenti e fobie bloccati al quinto piano

Quando il sentimento nasce dove meno te lo aspetti. Uno spazio ridotto –la cabina di un ascensore in panne- per grandi sviluppi. Evoluzione e involuzione di una coppia bizzarra e improbabile, all’interno di un abitacolo che non sale e non scende. In scena dal 19 dicembre al 5 gennaio. Replica speciale a Capodanno (spettacolo+brindisi 40 euro).

Questa è una storia che potrebbe appartenere a chiunque. Tanto che i due protagonisti non hanno nome.

E non ne hanno nemmeno bisogno: scena dopo scena, arriveremo a conoscerli nel profondo. Vizi, virtù, fobie, manie, sogni e aspirazioni di una coppia forzata e davvero singolare scaturiranno dall’improvviso guasto all’ascensore che stanno occupando. Un imprevisto che costringerà i due a cancellare i rispettivi programmi e tratteggiare una nuova relazione. Una convivenza troppo stretta, dapprima infastidita e poi divertita, che cambierà in poco tempo atteggiamenti e destini. L’unico punto fermo, ma proprio fermo, è l’ascensore, mentre tra le sue pareti va in scena un saliscendi continuo di umori e un turbinio di situazioni, dagli sguardi teneri alle battute al veleno, dai passi di swing ai panini ipercalorici… Il guasto si riparerà? E la coppia scoppierà? Forse a saperlo è solo… l’ascensore.

STORIA D’AMORE IN ASCENSORE-ELEVATI E LAVATI

di Barbara Bertato, Alfredo Colina e Paola Galassi, diretto da Paola Galassi. Con Barbara Bertato (anonima) e Alfredo Colina (anonimo). Produzione Teatro Binario7.

Scene e Costumi Rosaria Ricci, Coreografie Michele Casula.

Ferragosto, Milano svuotata. Metti due sconosciuti in un ascensore bloccato. Un guasto al motore, ma anche ai loro progetti. Le imminenti vacanze restano per entrambi chiuse fuori, mentre nell’abitacolo vanno in scena le vite già vissute. I due si presentano, si raccontano, si conoscono e si annusano! Tutto è fermo al quinto piano, ma l’amore si muove con mezzi propri.

Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 26 euro intero.

Abbonamenti a partire da 62 euro.

Il Martinitt

Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

Questa voce è stata pubblicata il 20 dicembre 2019, in Uncategorized.

ABB presenta Casa Aumentata, l’abitazione in evoluzione

La trasformazione digitale di ABB si concretizza in una nuova soluzione per la casa, supportata da una campagna di marketing diretta al consumatore finale e un nuovo Ambassador: Alessandro Borghese

ABB presenta “Casa Aumentata” e si posiziona nel mercato home come player rilevante e digitale, trasformando la tradizionale logica della “home automation” in “home augmentation”: una spinta in termini di innovazione per il mercato, che concretizza la trasformazione digitale dell’azienda.

Casa Aumentata è “l’abitazione in evoluzione”: una soluzione per la casa capace di evolvere nel tempo, una risposta completa e sostenibile ai bisogni in termini di comfort, sicurezza e gestione dell’energia.

Un ecosistema che integra il meglio delle soluzioni di ABB in un progetto per la casa scalabile, flessibile e modulare. Home automation, videocitofonia, antintrusione, gestione e generazione dell’energia e sistemi di ricarica dei veicoli elettrici: tutti i sistemi sono integrati tra loro e ampliabili nel tempo. La soluzione inoltre comprende e dà finalmente valore ad altri dispositivi come Amazon Alexa, Sonos e Philips Hue: tutto è integrato, per una casa più confortevole, più sicura e sempre più sostenibile ed energeticamente autosufficiente.

Per comunicare la soluzione, ABB si rivolge a tre target: il target tecnico più tradizionale come i distributori di materiale elettrico ed elettricisti; il target più progettuale come quello degli architetti, ingegneri, geometri e i professionisti che pensano al concetto delle nuove abitazioni e ristrutturazioni. Infine il consumatore finale, focus per ABB in questa fase, che tramite l’ascolto dei bisogni e desideri struttura una nuova campagna di marketing nella quale Alessandro Borghese è ambassador e protagonista. Casa Borghese diventerà una vera e propria casa aumentata ABB. Borghese ha infatti installato nella sua casa una vera e propria Casa Aumentata e sarà proprio il celebre chef a raccontare e svelare in modo diretto sul suo canale Instagram, per tutto il 2020, come la soluzione di ABB sia capace di amplificare emozioni ed esperienze vissute all’interno della casa.

Il piano di comunicazione si articola in più fasi, dall’awareness alla consideration per tutto il 2020, su più canali e piattaforme: si parte dai canali proprietari di ABB, prevedendo investimenti sia sulle piattaforme social come Facebook e Instagram, sia su Google Display, Search e YouTube e altre piattaforme e collaborazioni con un importante ruolo affidato al sito http://www.casaaumentata.it. La campagna prevede investimenti non solo digitali ma anche offline come eventi, keynote, partnership editoriali per raccontare la storia di Casa Aumentata ABB in modo integrato.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è un leader tecnologico che sta guidando la trasformazione digitale delle industrie. Con una storia di innovazione che dura da oltre 130 anni, ABB ha quattro business leader a livello globale, orientati al cliente: Electrification, Industrial Automation, Motion e Robotics & Discrete Automation, supportati dalla piattaforma digitale ABB AbilityTM. L’attività di ABB Power Grids sarà ceduta a Hitachi nel 2020. ABB opera in oltre 100 paesi con circa 147.000 dipendenti. http://www.abb.it

Questa voce è stata pubblicata il 19 dicembre 2019, in Uncategorized.

FESTIVAL DELLA MAGIA A MILANO – V EDIZIONE – DAL 02 GENNAIO 2020 AL 06 GENNAIO 2020

DA UN’IDEA DI RAUL CREMONA
CON ANSON LEE (TAIWAN), IGOR TRIFUNOV (SERBIA), JORDAN (ITALIA), LORD MARTIN (FRANCIA), OTTO WESSELY (FRANCIA)E CON LE INCURSIONI DI FELIPE


Quinta edizione dello spettacolare Festival della Magia che, anche questa volta, vedrà sul palco un cast internazionale di eccezionali artisti. Novità di quest’anno la presenza di un rappresentante della magia asiatica: da Taiwan sarà infatti ospite Anson Lee con il suo numero di manipolazione di carte e papillon. Dalla Serbia arriverà Igor Trifunov che non mancherà di sbalordire con il suo numero di apparizioni di bottiglie di champagne. L’Italia sarà rappresentata da Jordan, uno dei più eclettici illusionisti del panorama magico, mentre dalla Francia ci sorprenderà la troupe di Lord Martin, reduce dai più importanti show televisivi internazionali. Ospite d’onore il francese Otto Wessely, celebre per i suoi numeri di magia comica. A Raul Cremona, che ci diletterà con i suoi personaggi e i suoi intermezzi, sarà naturalmente affidato il ruolo di padrone di casa, affiancato dall’immancabile comico Felipe.

Questa voce è stata pubblicata il 19 dicembre 2019, in Uncategorized.

I LEGNANESI IL NUOVO SPETTACOLO IN TUTTI I TEATRI D’ITALIA

Sono in tanti a chiedersi perche la Monnalisa da tutti conosciuta come Gioconda di Leonardo Da Vinci si trovi in Francia e non in Italia, Teresa in primis e fermamente convinta che il quadro debba legittimamente essere restituito alla nostra nazione. Per questo motivo trovandosi in gita a Parigi e piu precisamente in visita al Louvre, decide di appropriarsi di cio che da sempre sente appartenerle.
Messa al corrente da Mabilia sullesistenza di un sortilegio legato al furto del celebre quadro decide senza indugio di far compiere il fattaccio al povero Giovanni.
Detto e fatto i nostri tre si ritroveranno catapultati nel 1504, anno di realizzazione dellopera. Incontri incredibili faranno da scenario a questo rocambolesco viaggio nel tempo, personaggi come Michelangelo, Raffaello, Botticelli e lo stesso Leonardo condurranno la famiglia Colombo in unaltra epoca, in unaltra dimensione.
Sara la forte amicizia fra lo stesso Leonardo e la nostra Teresa a rivelarsi risolutiva per tutti i problemi coniugali della nostra eroina con il marito?
O forse non sempre quella che sembra una soluzione lo e?
Per fortuna ce la nostra Mabilia che con razionalita e giudizio ristabilira gli equilibri familiari facendo luce sui veri valori della vita.

Un viaggio nel tempo corredato da balletti spumeggianti, colorati e raffinati in perfetto stile Parigino che ci incanteranno come solo la musica e i colori sanno fare.
Uno spettacolo che ci fara divertire e riflettere, ricordandoci che nonostante i problemi e le difficolta della vita NON CI RESTA CHE RIDERE!.

Questa voce è stata pubblicata il 19 dicembre 2019, in Uncategorized.

Il Magico Paese di Natale di Govone nella TOP 20 europea dei migliori mercatini di Natale: 13 posto tra g li European Best Christmas Markets 2020

Concluse le votazioni che assegnano al candidato italiano il 13° posto tra gli European Best Christmas Markets 2020

Il borgo piemontese di Govone porta a casa un nuovo importante riconoscimento, il 13° posto nella classifica degli European Best Christmas Markets 2020.

Il Magico Paese di Natale e Govone, caratteristico paesino del Roero già identificato da ben due siti decretati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, ovvero il Castello di Govone, l’antica residenza sabauda, e il paesaggio vitivinicolo Langhe – Roero e Monferrato, un panorama di colline ricoperte da vigneti a perdita occhio, diventa il più piccolo paese ad entrare nella classifica dei TOP 20 mercatini di Natale d’Europa per European Best Christmas Markets (con 7.221 voti ricevuti), classifica annuale delle migliori destinazioni natalizie. Sono Con i suoi 2.200 abitanti Govone si è messo a confronto di città capitali quali Budapest, vincitrice del titolo, Vienna, seconda classificata, Bruxelles, quarta classificata, ma anche Praga, che lo ha preceduto di una sola posizione e Bratislava classificatasi al 19° posto. Le altre città in classifica hanno qualche centinaio di migliaio di abitanti o, come minimo, cinque volte gli abitanti di Govone.

l mercatino, che quest’anno si è già aggiudicato il titolo di più grande d’Italia per numero di espositori, ben 117, offre una selezione di grande qualità e prodotti provenienti da tutta la Penisola, posizionandosi come un’ottima destinazione sia per i visitatori italiani che per quelli stranieri, che negli scorsi anni lo hanno premiato con oltre 200.000 presenze.

“Govone e l’Italia hanno partecipato per la prima volta al contest European Best Christmas Markets 2020, ottenendo un risultato straordinario” – commenta Pier Paolo Guelfo presidente dell’Associazione Generazione che da 13 anni organizza l’evento Il Magico Paese di Natale – “L’emozione di vedere Govone tra le più importanti destinazioni turistiche europee è stata immensa e altrettanto lo è stato vedere la classifica in cui ci siamo classificati tredicesimi, perché i mercatini in concorso hanno tutti alle spalle grandi città e grandi tradizioni. Enorme la soddisfazione nel vedere un piccolo paese del Piemonte che grazie al sostegno dei piemontesi e degli italiani è riuscito a surclassare mercatini storici come Winchester, Colonia, Bratislava. Siamo orgogliosi di aver fatto la nostra parte, contribuendo a far crescere il turismo nel nostro territorio”.

 

Un treno storico per il Magico Paese di Natale

Ultimo appuntamento, il 22 dicembre, con il caratteristico viaggio a bordo del Locomotore D.445.1108 con carrozze centoporte

Un treno speciale per il  Magico Paese di Natale di Govone. Il paesino piemontese, teatro di una delle più caratteristiche iniziative natalizie, potrà essere raggiunto a bordo di un treno storico che per l’occasione si popola di personaggi a tema natalizio offrendo ai suoi passeggeri un’esperienza assolutamente originale.

Originario degli anni ’20, il caratteristico Locomotore D.445.1108 con carrozze centoporte, diventa così protagonista di una corsa straordinaria da Milano (in programma il 22 dicembre). L’iniziativa è stata organizzata, grazie all’accordo tra Fondazione Ferrovie dello Stato e Regione Piemonte e propone due corse straordinarie con partenza da Torino e Milano interamente dedicate alla manifestazione.

L’arrivo è previsto alla stazione di Motta di Costigliole (CN), dove un bus-navetta accompagnerà i visitatori direttamente a Govone, con un breve trasferimento di 15 minuti, sia in andata che in ritorno. Il Treno Storico de Il Magico Paese di Natale offre l’opportunità di raggiungere in modo alternativo l’affascinante borgo nel cuore del Roero, aggiungendo al fascino di un mezzo storico, il piacere di un intrattenimento a tema. Le carrozze anni ‘20, infatti, frequentate da elfi e personaggi magici, si animano fra musiche natalizie, racconti a tema Natale e una piccola colazione a base di dolci tipici dell’azienda Amaretti Virginia durante il percorso di andata, mentre un rilassante aperitivo in musica ravviva il ritorno, proponendo la degustazione delle bollicine del Consorzio dell’Asti DOCG e dei prodotti Valgrana; oltre all’acqua Levissima presente durante i viaggi.

Con oltre 200.000 visitatori, Il Magico Paese di Natale è un evento che si distingue anche per le sue dimensioni, coinvolgendo l’intero borgo di Govone. Rappresenta inoltre un’opportunità unica per visitare un luogo identificato da ben due siti decretati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità: il Castello di Govone, l’antica residenza sabauda che per l’occasione ospita la famosa Casa di Babbo Natale, e il paesaggio vitivinicolo Langhe – Roero e Monferrato, un panorama di colline ricoperte da vigneti a perdita occhio, fra piccoli borghi e suggestivi castelli.

Info e biglietti: https://www.magicopaesedinatale.com/it-it/Info-Biglietti
http://www.piemontevic.com/viaggi-treno-storico-22-dicembre-2019.html

 

 

Questa voce è stata pubblicata il 19 dicembre 2019, in Uncategorized.