Archivio | 1 ottobre 2019

MILANO GOLOSA 2019 DAL 12 AL 14 OTTOBRE TORNA A PALAZZO DEL GHIACCIO LA MANIFESTAZIONE DEDICATA AGLI ARTIGIANI DEL GUSTO

Dal 12 al 14 ottobre al Palazzo del Ghiaccio di Milano torna l’appuntamento Milano Golosa, la manifestazione enogastronomica ideata dal Gastronauta© Davide Paolini dedicata alla produzione artigianale italiana di nicchia giunta ormai alla sua ottava edizione. Un’edizione che segna una svolta nella tradizione dell’evento, puntando sulla contaminazione culturale e gastronomica. Milano Golosa 2019 ospita infatti Asian Taste, un intero padiglione dedicato all’Estremo Oriente e ai ristoratori che hanno portato l’offerta gastronomica asiatica italiana a un alto livello, cambiandone il paradigma di consumo e rendendola un mercato in netta crescita.
“Quest’anno Milano Golosa ospita Asian Taste perché Milano deve diventare la capitale della contaminazione culturale, anche in cucina”, afferma Davide Paolini. Asian Taste, nato dalla collaborazione tra Gastronauta e NO MAYO di Maria Pranzo (la prima guida ai ristoranti asiatici in Italia, http://www.nomayo.org), è un vero viaggio nel gusto, un’immersione nelle tradizioni e nelle diverse culture asiatiche che sembrano così distanti dalla nostra ma che danno la possibilità di esplorare la contaminazione. Tutto questo con uno sguardo rivolto alle necessità ambientali contemporanee: Milano Golosa ha infatti orgogliosamente conseguito l’obiettivo di essere totalmente ecosostenibile, eliminando totalmente la plastica dai prodotti e dall’allestimento, utilizzando prodotti e riunendo produttori che hanno in comune con la manifestazione la massima attenzione all’ambiente. Grazie alla collaborazione con Celli Group verranno distribuite borracce plastic free, mentre l’acqua ufficiale di manifestazione, Acqua Levico, è totalmente in vetro.
Sabato 12 ottobre alle 15, all’interno dell’area masterclass è imperdibile il dibattito sull’ecosostenibilità che vede il Gastronauta insieme ai partner Acque Levico nella persona di Marilì Franzoni, Celli Group con Mauro Gallavotti, Testa Conserve con Nino Testa, Molino Quaglia con Piero Gabrielli, Giò Porro con Andrea Porro e Tu si Bio con Maurizio Rubera per discutere sulla sostenibilità nei diversi comparti dell’enogastronomia, dalla pesca alla salumeria, all’acqua, farina fino al packaging.
COOKING SHOW E MASTERCLASS Gli appuntamenti con gli chef e i produttori sono le colonne portanti di Milano Golosa e Asian Taste. Le masterclass e i cooking show hanno una durata di 45 minuti, sono gratuiti previa iscrizione in loco.
Sabato 12 ottobre alle 14 nell’area Volvo di Milano Golosa si inizia a spron battuto con il cooking show dello chef Fabio Pisani de Il Luogo di Aimo e Nadia, e alle 15 con quello dello chef Guglielmo Paolucci, del ristorante orientale Gong, nell’area di Asian Taste. A seguire, alle 16 il cooking show di Federico Sisti, chef dell’Antica Osteria Il Ronchettino di Milano, e per Asian Taste l’incontro con lo chef Umberto Bombana del ristorante 8 1/2 Otto E Mezzo BOMBANA, il celebre ristorante italiano di Hong Kong unico tre stelle Michelin italiano fuori dai confini nazionali, che racconta alcuni funghi asiatici, tra cui il pregiato Matsutake. Per ogni cooking show il Consorzio Prosecco doc prevede un momento di brindisi per sigillare l’incontro.
Domenica 13, si parte alle 12 con il cooking show dello chef bistellato Giuseppe Mancino, del Piccolo Principe a Viareggio, seguito alle 15 dallo chef del Al Pont de Ferr Ivan Milani. Alla stessa ora ma nello spazio di Asian Taste lo chef e il sushiman dello stellato giapponese Iyo e la masterclass dedicata alla cerimonia del tè tenuta dal ristorante di cucina tradizionale cantonese MU dimsum. Particolare rilievo al tema della contaminazione nel cooking show dello chef Gabriele Faggionato del celebre Carlo e Camilla in Duomo, che alle 16 nell’area Volvo propone capesante marinate con blue tea e ibisco, yuzu, mela verde e wasabi. Sempre di contaminazione tratta la degustazione di sakè in abbinamento ai prodotti italiani tenuta da Uniontrade alle 16 così come il cooking show delle 19 dello chef di Casa Ramen Luca Catalfamo.
Lunedì 14 ottobre la giornata inizia alle 10,30 con la premiazione da parte di Davide Paolini dei locali storici milanese, a cui nel pomeriggio seguiranno i premi alla miglior pizzeria e miglior gelateria per Milano Golosa, e al miglior ristorante asiatico per Asian Taste a cura di NO MAYO. Alle 11 c’è il cooking show dello chef Diego Rossi di Trippa e alle 12 la degustazione del vino cinese Ao Yun tenuta dal sommelier del ristorante La Pergola di Roma, Marco Reitano. Alle 13 lo chef Kumalè, alias Vittorio Castellani, tiene un showcooking in collaborazione con Uniontrade nell’area Volvo. La tradizione millenaria del taglio del tonno giapponese viene raccontata da Longino & Cardenal con Balfegò alle 12,30 con l’appuntamento “Il katai di Noboyuki Tajiri”, in cui un tonno Belfagò di oltre 100 kg viene sezionato secondo l’arte millenaria del Katai dal sushi master Noboyuki Tajiri; e alle 14 il cooking show dello chef spagnolo Ekaitz Apraiz Olaeta (del Ristorante Tunateca di Barcellona) che racconta come cucinare il quinto quarto del tonno, le parti che vengono comunemente scartate. A partecipare a questi momenti la Regione Lombardia: il pomeriggio di sabato 12 ottobre ha in progetto una merenda e un laboratorio sui dolci dimenticati lombardi raccontati da uno storico; e anche la Basilicata, tra le regioni più rappresentate e rappresentative dell’ottava edizione di Milano Golosa, che alle 14 di sabato 12 mette in campo un making show sulla mozzarella, mostrando sul momento come viene fatto il prodotto caseario più famoso d’Italia. Sono numerose le aziende lucane tra Potenza e Matera che quest’anno partecipano a Milano Golosa, portando le eccellenze artigiane della regione nel capoluogo meneghino, mostrando le proprie chicche gastronomiche, come i peperoni cruschi, i salumi di cinghiale e le marmellate di fagioli di Sarconi, e mettendo in luce come la contaminazione con gli altri prodotti dall’Italia e dall’Asia dia risultati originali. Al termine del percorso di visita di Asian Taste c’è la possibilità di portare a casa ad un prezzo vantaggioso un pezzo di oriente: un bento-box di Mulan Group con tre piatti asiatici pronti a scelta tra cinese, giapponese e ravioli.

L’AREA DELLE ESPERIENZE Un’altra novità a Milano Golosa 2019 è l’area delle esperienze, uno spazio dedicato alle isole tematiche del caffè, della farina, e del panino. Con l’Accademia del Panino Italiano il pubblico avrà la possibilità di sperimentare a tutto tondo, dagli abbinamenti tra panini e caffè e panini e tè, alla possibilità di creare il proprio panino perfetto, al racconto del panino insieme a diversi produttori. Molino Quaglia, con le sue farine Petra, dà la possibilità di sporcarsi le mani a chi ha voglia di mettersi alla prova con i suoi impasti, creando pane pizza e lievitati e scoprendo i trucchi del mestiere con degustazioni narrate. Lavazza invece, all’interno della sua area dedicata all’esperienza, oltre a spiegare il caffè come prodotto, le sue origini, le proprietà organolettica, lo rende un’esperienza diversa: il mattino è dedicato all’arte della moka, il pomeriggio invece ai cocktail fatti in miscelazione con il caffè, reinventando il momento dell’aperitivo.

LE PILLOLE DI MILANO GOLOSA
Tra i produttori di Milano Golosa, una selezione di quelli più curiosi e insoliti:
• KETCHUP DI CIPOLLA DI GIARRATANA • PROSCIUTTO DI PICCIONE • ERBORINATI AFFINATI NEI COCKTAIL • PROSCIUTTO BAZZONE • SALUMI DI SUINO NERO DEI NEBRODI • GENOVESE E RAGÙ NAPOLETANI INFO GENERALI Milano Golosa è aperta al pubblico sabato 12 ottobre (dalle 12 alle 20), domenica 13 ottobre (dalle 10 alle 20) e lunedì 14 ottobre (dalle 10 alle 17). L’ingresso è a pagamento; i biglietti saranno presto acquistabili online e in cassa. Il programma sarà presto disponibile sul sito della manifestazione (www.milanogolosa.it). Bambini sotto i 6 anni gratuiti. Dai 6 ai 12 biglietto ridotto 5 euro. 12-13-14 ottobre 2019 Palazzo del Ghiaccio, via G.B. Piranesi 14, Milano Tel. 0286462555/1919 – mail: info@milanogolosa.it http://www.milanogolosa.it Orari al pubblico
 Sabato 12 ottobre – 12:00 – 20:00 Domenica 13 ottobre – 10:00 – 20:00 Lunedì 14 ottobre – 10:00 – 17:00 Follow us Facebook: @MilanoGolosa Twitter: @ilgastronauta Instagram: @gastronauta_official NO MAYO http://www.nomayo.org Instagram: @nomayo_02

Questa voce è stata pubblicata il 1 ottobre 2019, in Uncategorized.

Festival del Futuro Verona 16 e 17 novembre

Presso la sede milanese di Banco BPM è stata presentata la prima edizione del “Festival del Futuro – World Future Forum”, l’evento promosso dal Gruppo Editoriale Athesis, Harvard Business Review Italia ed Eccellenze d’Impresa, che si svolgerà il 16 e 17 novembre a Verona negli auditorium di Verona Fiere.
L’iniziativa, che avrà cadenza annuale, affronterà – attraverso il contributo di esperti e personalità di diverse discipline – le grandi tendenze dei prossimi anni, dalla tecnologia alla scienza, dall’economia al cambiamento climatico, dalla nutrizione alla salute di una popolazione mondiale sempre più longeva. Otto sessioni distribuite in due giorni di lavoro, durante i quali si alterneranno oltre 30 specialisti impegnati per uno scopo comune: decifrare i principali trend e le relative opportunità che essi offrono, valutando anche i possibili rischi che ne deriveranno.

“Verona, insieme all’area lombardo-veneta, rappresenta una piattaforma creativa, produttiva e industriale tra le più importanti a livello nazionale ed europeo – ha commentato Gian Luca Rana, Presidente del comitato direttivo del Festival del Futuro e CEO Pastificio Rana (nella foto) – Dare vita ad uno spazio di conoscenza e riflessione dedicato ai temi dell’innovazione, intesa nel suo complesso, dall’impatto sulla società a quello sull’economia, è una scelta tanto naturale quanto necessaria per ispirare imprenditori, professionisti e giovani, condividendo le molteplici interpretazioni degli scenari scientifici e tecnologici che si stanno delineando. È una chiave di lettura più umanistica, più olistica, per competere sui mercati con maggiore consapevolezza.”

Per realizzare questo ambizioso obiettivo si è generata una grande partecipazione di istituzioni, associazioni e aziende. I promotori dell’iniziativa – il Gruppo Editoriale Athesis, la rivista Harvard Business Review Italia ed Eccellenze d’Impresa – hanno infatti ottenuto il supporto della Commissione europea e di molte istituzioni locali, a partire dalle associazioni confindustriali di Verona, Vicenza e Brescia, e la collaborazione di realtà importanti come AsVis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile della Fondazione Unipolis e Università Tor Vergata), ITT (Istituto Italiano di Tecnologia, eccellenza internazionale nel campo della robotica), Politecnico di Milano e di Torino, Università Bocconi, Università di Verona, Festival della Scienza (appuntamento di riferimento per la divulgazione della cultura scientifica) e Oxford Economics (leader della previsione globale e nell’analisi quantitativa). Tra i patrocini ottenuti, anche quelli dei Comuni e delle Camere di Commercio di Verona, Brescia e Vicenza.“Il Festival del Futuro sarà una manifestazione di elevato livello culturale sia per i soggetti coinvolti sia per i temi di grande interesse e attualità che verranno affrontati. Come Banco BPM abbiamo subito deciso di sostenere questa manifestazione perché coniuga due concetti essenziali per noi: territorio e innovazione. – Ha sottolineato Giuseppe Castagna Amministratore Delegato di Banco BPM – Infatti il Festival viene presentato oggi qui a Milano e si terrà a novembre a Verona, le due città che ospitano le nostre sedi. Inoltre, la nostra banca rappresenta in sé il cambiamento perché è un caso unico di fusione fra banche realizzata in Europa negli ultimi anni: siamo un esempio concreto di come il futuro vada vissuto e cavalcato come un’occasione di miglioramento.

Per rendere più attrattiva e concreta questa proposta, il Festival ha scelto come hosting partner VeronaFiere ed è stata richiesta una collaborazione con il CES, Consumer Electronic Show di Las Vegas, una delle fiere dell’innovazione più avanzate su scala mondiale, per future iniziative comuni nel campo dell’innovazione tecnologica.

Un progetto che parte da una delle aree più dinamiche del Paese, il lombardo-veneto con il suo centro a Verona, e che vuole coinvolgere l’intero territorio, ed in particolare Brescia, dove la sera del 15 novembre si svolgerà l’evento introduttivo del Festival, e Vicenza, che la sera del 16 novembre ospiterà il Gala della manifestazione.

Questa voce è stata pubblicata il 1 ottobre 2019, in Uncategorized.