Archivio | 11 gennaio 2019

QUEEN LEAR…un dramma musicale en travesti ispirato a Re Lear di Shakespeare

Queen Lear | Nina's Drag Queens | Teatro CarcanoNel solco della tradizione shakespeariana, è uno spettacolo popolare e alto al tempo stesso, che prende forza dalle contaminazioni tra i generi: la musica classica dialoga con composizioni musicali originali, pop e elettroniche; i versi si trasformano in poesie, rap, melologhi e canzoni. La maschera eclettica ed eccessiva della drag queen, caratteristica della compagnia, è la chiave perfetta per una declinazione contemporanea del fool shakespeariano.

Personaggio centrale della storia, Lea Rossi, emigrata durante gli anni ’70 nel Regno Unito, dove ha aperto un negozio di giocattoli la cui insegna recita “Lea R.”. Il tempo è passato e per l’anziana signora è giunto il momento di chiudere l’attività. Alle prese con il decadimento fisico e la senilità, si scontra con le tre figlie e la fedele amica Kent, che cercano di prendersi cura di lei.

La tragedia shakespeariana viene calata in una realtà contemporanea, dove i castelli sono monolocali e le brughiere ospizi, dove la pazzia è demenza senile e le guerre si combattono a colpi di citazioni pop. QUEEN LEAR raccoglie temi importanti e scomodi del nostro tempo, come la vecchiaia, l’integrazione, la malattia e la morte, uniti al racconto di un dramma famigliare che riflette quello della nostra società disgregata.

La compagnia Nina’s Drag Queens è composta da attori e danzatori che hanno trovato nel personaggio drag queen la propria chiave espressiva. Nasce nel 2007 a Milano presso il Teatro Ringhiera da un’idea di Fabio Chiesa e sviluppa la propria poetica sotto la direzione artistica di Francesco Micheli. Partendo dal genere della rivista e dell’happening performativo, le Nina’s Drag Queens sono approdate sempre più a uno specifico teatrale, rivisitando i grandi classici (Čechov, John Gay, Jean Cocteau).

Il loro teatro, fatto di canzoni, coreografie, citazioni, attinge dalla cultura pop, dal cinema e dall’opera lirica. È una forma di teatro che manipola e sviluppa materiali esistenti, superando la divisione tra generi artistici. La poetica delle Nina’s, che da sempre creano coralmente i loro spettacoli, assomiglia a quella del clown: indossano un costume, una maschera di trucco, toccano la comicità, spesso rischiano il ridicolo. Ma, come accade per la vera clownerie, non si tratta solo di questo: una Drag Queen deve poter far ridere, ma anche emozionare, turbare, e perché no, commuovere.Risultati immagini per QUEEN LEAR

Questa voce è stata pubblicata il 11 gennaio 2019, in Uncategorized.

“IO SONO MIA” – IL FILM SU MIA MARTINI

Risultati immagini per PRESENTATO IL FILM SU MIA MARTINI IO SONO MIA

Dopo il grande successo cinematografico di

Fabrizio De André. Principe Libero

RAI FICTION

presenta

IL FILM SU MIA MARTINI

IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA AL CINEMA

“IO SONO MIA”

Viene presentato in anteprima sul Grande Schermo

solo il 14, 15, 16 gennaio

il biopic su un’artista unica dalla voce inimitabile

con Serena Rossi diretta da Riccardo Donna

a febbraio in onda su Rai1 e on line su RaiPlay

Una produzione Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction

Regiadi Riccardo Donna

Prodotto da Luca Barbareschi

Distribuzione Nexo Digital

Kit fotografico: https://we.tl/t-L40YWmcpBY

Trailer: https://youtu.be/7VJlVRi4BVY

Risultati immagini per PRESENTATO IL FILM SU MIA MARTINI IO SONO MIA

Ci sono artisti che, come pochi, hanno saputo esprimere lo spirito del proprio tempo e, anzi, persino anticiparne il corso. Tra questi c’è Mia Martini. Un’artista dalla voce unica, con un’esperienza umana scandita da grandi successi e un privato denso di emozioni, sempre in bilico tra crisi esistenziali e traguardi professionali.
Una personalità sincera e autentica, che ha saputo tenere testa a pregiudizi emarginanti, che non ha voluto scendere a compromessi, pagando a duro prezzo le proprie scelte artistiche e personali. Ora la sua storia e il racconto del pregiudizio che ha deviato il corso della sua vita arrivano in anteprima al cinema solo per tre giorni per un evento unico dedicato a tutti coloro che hanno amato la sua voce.

Prodotto da Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction, Io sono Mia, diretto daRiccardo Donna,scritto da Monica Rametta einterpretato da Serena Rossi,arriverà nelle sale italiane solo per tre giorni, il 14, 15 e 16 gennaio,distribuito da Nexo Digital (elenco sale a breve su www.nexodigital.it), per andare poi in onda a febbraio su Rai1 e on line su RaiPlay.Risultati immagini per PRESENTATO IL FILM SU MIA MARTINI IO SONO MIA

Interpretato da Serena Rossi (nel ruolo di Mia Martini), Io sono Mia si apre a Sanremo, nel 1989, quando un’esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del teatro Ariston. È Mia Martini al suo rientro sulle scene dopo anni di abbandono: “Sai la gente è strana prima si odia poi si ama” è la prima strofa della sua nuova canzone, della sua nuova vita. Mimì, in una serrata intervista con Sandra (Lucia Mascino), una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che considera Mia Martini solo un ripiego, ripercorre la sua vita: gli inizi difficili da bohémienne; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge segnando il suo destino sentimentale; il marchio infamante che le si attacca addosso come la peste condizionando la sua carriera con alti e bassi vertiginosi; il buio, fino alla nuova dimensione di vita più pacificata. Io sono Mia è la storia di un’artista unica dalla voce inimitabile; la storia di una donna appassionata che ha amato fino in fondo con ogni fibra del suo essere.

IO SONO MIA è prodotto da Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction. Regia di Riccardo Donna,con Serena Rossi, Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina Torresi, Daniele Mariani, Francesca Turrini, Fabrizio Coniglio, Gioia Spaziani, Duccio Camerini, Simone Gandolfo, Corrado Invernizzi e Edoardo Pesce. Sarà nei cinema italiani solo il 14, 15, 16 gennaiodistribuito da Nexo Digital con i media partner Radio Deejay, Mymovies.it, Rockol.it e Onstage. In arrivo a febbraio su Rai1 e RaiPlay. Risultati immagini per PRESENTATO IL FILM SU MIA MARTINI IO SONO MIA

Questa voce è stata pubblicata il 11 gennaio 2019, in Uncategorized.

Presentato il manifesto d’autore del Carnevale di Viareggio 2019 firmato da Graziella Marchi

Risultati immagini per PRESENTATO IERI IL CARNEVALE DI VIAREGGIO
Ecco il manifesto d’autore firmato dall’artista Graziella Marchi per il Carnevale di Viareggio 2019. Un’opera d’arte speciale che arricchisce la collezione di tributi delle più importanti firme contemporanee alla storia, alla tradizione e alla cultura del Carnevale di Viareggio. Nel manifesto quel “realismo immaginario”, che caratterizza la produzione di Graziella Marchi, sprigiona la sua forza e coinvolge l’osservatore nel mezzo un gioco di forza e velocità tra le onde e la grande vela in evoluzione, come nelle grandi regate.

Andrà alla étoile della danza Carla Fracci il premio Ondina del Carnevale di Viareggio 2019, intitolato alla maschera femminile simbolo della manifestazione e rappresenta il riconoscimento della città a donne straordinarie.

La Fracci sarà ospite d’onore della cerimonia di inaugurazione del Carnevale, che precede la prima sfilata dei carri allegorici, il 9 febbraio.L’edizione 2019 del Carnevale di Viareggio è dedicata alla donna. Nell’occasione, a Milano è stato presentato anche il manifesto d’autore del Carnevale realizzato dall’artista Graziella Marchi, che va ad arricchire la collezione di opere d’arte contemporanea, patrimonio del Carnevale di Viareggio. Saranno cinque le sfilate dei grandi carri allegorici del Carnevale di Viareggio 2019: sabato 9, domenica 17, e sabato 23 febbraio, e domenica 3 e martedì 5 marzo.

Risultati immagini per PRESENTATO IERI IL CARNEVALE DI VIAREGGIO

Questa voce è stata pubblicata il 11 gennaio 2019, in Uncategorized.