Archivio | dicembre 2018

CHIARA CAPRETTINI: PANE, BURRO E HYGGE SOTTOTITOLO: IMPRESSIONI DI SPIRITO NORDICO

Risultati immagini per CHIARA CAPRETTINI: PANE, BURRO E HYGGE SOTTOTITOLO: IMPRESSIONI DI SPIRITO NORDICOÈ una sensazione intima, profonda, a tratti struggente. Quando ho gli occhi lucidi a quel pensiero capisco che in me sta succedendo qualcosa. Se penso al Nord, i suoi paesaggi fanno capolinea nella mia testa, tra ricordi e cuore, facendosi sentire con prepotenza. Perché il Nord lo sa di essere Nord: sa di essere potente, invadente ma con poesia, sa che è capace di lasciarti a bocca aperta, sa che ti ha tolto tutte le parole per descriverlo, sa che una volta provato ti mancherà e sarà come se non potessi più farne a meno. Sono impressioni di spirito nordico quelle che punteggiano queste pagine, in un mosaico di evanescenze e gusti, di colori e sfumature, di esperienze, sapori e incontri tra Danimarca, Svezia e Norvegia, con passaggi in Svizzera e Germania.
Chiara Caprettini, laureata in Filologia germanica all’Università degli Studi di Torino, appassionata di lingue e letterature europee, è autrice del romanzo Gira il tempo al contrario (Cartman Edizioni 2014). Foodblogger e sommelier, nel 2015 ha creato il blog Nordfoodovestest che è anche titolo del suo saggio Nordfoodovestest. La scienza dell’ospitalità tra le saghe islandesi e gli home restaurant (Cartman Edizioni 2017)

Risultati immagini per CHIARA CAPRETTINI: PANE, BURRO E HYGGE SOTTOTITOLO: IMPRESSIONI DI SPIRITO NORDICOIl concetto di ospitalità affonda le sue più profonde radici, culturali ed etimologiche, in un mondo in cui la figura dell’ospite poteva essere tanto ostile quanto benevola. Il termine ospite contiene questa duplice valenza: l’ospite, quindi, è nemico o amico? “Nordfoodovestest. La scienza dell’ospitalità tra le saghe islandesi e gli home restaurant” parte proprio da questo e, attraverso un excursus che dal mondo germanico antico giunge fino ai giorni nostri, esamina le bizzarre quanto straordinarie somiglianze tra le saghe islandesi medievali e l’odierna cultura degli home restaurant, toccando anche valori antropologici spesso caduti in disuso ma appartenenti al nostro background culturale. Il valore del dono come offerta e del cibo come condivisione costituiscono il corollario necessario di questa analisi tanto suggestiva quanto appassionante, volta a farci rispolverare radici, usi e costumi, riscoprendo così i valori più autentici della consapevolezza umana. La parte finale del lavoro è dedicata al foodblog Nordfoodovestest, nato alla fine del 2015 con l’idea di scoprire e promuovere i piccoli produttori, viticoltori e artigiani del cibo. Sono presenti anche alcune ricette selezionate, realizzate dall’autrice proprio adoperando e valorizzando i prodotti scoperti grazie al blog.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 28 dicembre 2018, in Uncategorized.

LA ROMAGNA PRESENTA LE SUE VACANZE DI NATALE

La Romagna presenta le sue vacanze di NatalePer le vacanze di Natale sono centinaia gli appuntamenti organizzati per ogni gusto e ogni interesse: grandi concerti di piazza dove saranno protagonisti nelle varie città nomi come Nek, i Maneskin, Enrico Ruggeri, Baby K. e Cheryl Porter, cultura in primo piano con mostre come quelle di Gustave Courbet a Ferrara e Ferdinando Scianna a Forlì, senza dimenticare tutta la ricca offerta romagnola legata al vivere bene- le terme, i parchi naturali, il mare d’inverno-, al buon cibo e alle tradizioni.

Visit Romagna ha scelto di fare le cose in grande per il Capodanno in Romagna del 2019, l’occasione in cui le Province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini si presentano ai turisti per la prima volta come un’unica grande meta.

Grazie a una nuova immagine coordinata e a un calendario che vuole superare i campanili per esaltare le caratteristiche di una terra che unisce nel segno dell’ospitalità, la Romagna sa essere forte sotto ogni aspetto dell’offerta turistica, dalla cultura al divertimento passando per il benessere e il cibo, perché capace di porsi come quattro territori, ciascuno con tesori turistici e identità proprie, che formano un mix di brand e prodotti distinti ma non distanti: Appennini e Riviera, le città d’arte e i grandi eventi di piazza, il silenzio della natura e le tradizioni più autentiche.

Un cambiamento che è partito da una profonda analisi delle proprie caratteristiche più distintive e dal confronto con le altre grandi destinazione turistiche nazionali e internazionali e si è concretizzato in un percorso che ha portato in dote anche il nome Visit Romagna e un nuovo marchio. Il logo è nato infatti dai valori universalmente conosciuti della Romagna, come l’ospitalità, la creatività, l’accoglienza e la passione, e si realizza in un grande abbraccio, a rappresentare i fil rouge che uniscono la Romagna: una firma autografa garanzia di identità, che si sviluppa dolce e rotonda, a raccontare una terra attraversata da alture e pianure e che si specchia nel mare. “Romagna, lo dici e sorridi”, come recita il claim del marchio per il mercato italiano.

A raccontare questo cambiamento, in una conferenza stampa a Milano, l’assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, il presidente di Visit Romagna e sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, e un grande amico della Romagna come Linus, il direttore artistico di Radio Deejay.
“La Romagna finalmente come un’unica grande destinazione – commenta l’Assessore Regionale al Turismo Corsini – a vantaggio dell’appeal del prodotto turistico. Senz’altro il Capodanno rappresenta una delle migliori opportunità in termini di promozione e ricaduta economica grazie ad un’offerta sempre più convincente e identitaria, funzionale anche al dialogo con nuovi mercati, in parallelo a quelli tradizionalmente affezionati alla Riviera”.
Tutti gli appuntamenti del Capodanno in Romagna sono sul sito www.capodannoinromagna.it e sull’app Capodanno in Romagna.

I fil rouge sono le linee guida lungo cui si sviluppa tutto il programma del Capodanno in Romagna insieme con i suoi strumenti: per la prima volta si supera la divisione esclusivamente su base geografica in favore di una caratterizzazione per affinità e gusti. La Romagna non chiede più al suo pubblico dove vuole andare a Capodanno: vuole sapere che Capodanno si sente di trascorrere.

Il Capodanno in Romagna allora è Rock quando i dj suonano dove nessuno potrebbe aspettarselo: a Rimini Marco Rissa dei Thegiornalisti sale in consolle sul palco di un teatro verdiano che guarda un castello rinascimentale, a Cervia si balla sotto una Torre del ‘600 e a Cesenatico mentre ci si specchia sul porto di Leonardo. La Romagna è anche i grandi concerti di piazza, prima e dopo Capodanno: il 31 dicembre saranno protagonisti Nek a Rimini, Cheryl Porter a Ravenna, Enrico Ruggeri e Baby K. a Bellaria, gli Africa Unite a Santarcangelo, mentre Riccione mette in campo i Måneskin il 30 dicembre e i The Kolors insieme a Irama il primo giorno dell’anno.

La Romagna Pop è quella più presente nell’immaginario collettivo, quella di tutti e per tutti: incanta con l’incendio del Castello Estense di Ferrara, con le mille luci dei parchi divertimenti e con la danza acrobatica dello spettacolo di fine anno di Forlì. Il Capodanno in Romagna è i mercatini in ogni città, è i Villaggi di Natale con le piste di pattinaggio sul ghiaccio più grandi d’Italia a Riccione e Milano Marittima, è Babbo Natale e la Befane che a Rimini animano il mare d’inverno per i più piccoli, è gli youtubers più famosi che conquistano Bellaria per tutto dicembre e fino all’Epifania.

C’è poi una Romagna Culture, che può vantarsi di un patrimonio impareggiabile di luoghi ed eventi: dalla grande mostra dedicata al genio del realismo francese Courbet a Ferrara al programma del Teatro Amintore Galli di Rimini, tornato a splendere dopo un’attesa lunga 75 anni, dal nuovo museo Classis Ravenna, capace di unire archeologia e moderne tecnologie in un unico emozionante racconto, all’esposizione a Forlì dei lavori del maestro Ferdinando Scianna, uno dei padri della fotografia italiana.
La Romagna Wellness può offrire a chi vuole vivere bene infinite possibilità per questo Capodanno: si va dal relax delle Terme, con pacchetti e proposte speciali nelle località sull’Appennino tra Forlì e Cesena, al silenzio delle Foreste Casentinesi, dove si può dormire in una baita in mezzo alla neve e poi iniziare l’anno con una ciaspolata. Il Capodanno in Romagna è perfetto anche per chi vuole una vacanza attiva: il mare d’inverno si trasforma in una grande pista d’atletica dove tanti corrono, camminano e fanno ginnastica, e i più temerari osano anche il bagno del primo giorno dell’anno.
Che in Romagna si mangi bene è una certezza, ma il Capodanno Food saprà stupire tutti i gusti. Alle centinaia di mercatini, sagre e appuntamenti con la tradizione si aggiunge infatti un ricco calendario di appuntamenti gourmet che portano grandi chef nei luoghi identitari: dal Museo del Delta di Comacchio al Castello Estense di Ferrara fino al Teatro Galli di Rimini. Il Capodanno in Romagna è anche la storia in un piatto, con le ricette artusiane da scoprire a Forlimpopoli e quelle rinascimentali da gustare a Ferrara.

Mille e una festa nei luoghi e nelle piazze del Centro storico di Rimini, dopo il concerto di Nek in piazzale Fellini a due passi dal mare: dj set berlinesi che incrociano i ritmi latini, scenografie uniche, spettacoli di video mapping, contenitori culturali riqualificati come quinte uniche degli eventi e special guest Marco Rissa dei Thegiornalisti.
Tre giorni di grandi appuntamenti targati Radio Deejay: il 30 dicembre alle 16.30 arrivano i Maneskin, il Capodanno si festeggia con Rudy Zerbi, Chicco Giuliani e i Vitiello, mentre i protagonisti del 1 gennaio saranno dalle 16.30 The Kolors, Irama e Fasma.
DOVE: Riccione, piazzale Roma. QUANDO: Dal 30 dicembre al 1 gennaio
Il capodanno dei bambini a MimaOnIce
A Milano Marittima, nella pista di pattinaggio sul ghiaccio più grande d’Europa, il capodanno per i bambini inizia in anticipo, con il collegamento con l’Isola di Natale dove il 2019 arriva qualche ora prima, l’animazione dei personaggi del villaggio MimaOnIce e un brindisi a loro dedicato.
DOVE: Viale Gramsci, Milano Marittima. QUANDO: 31 dicembre alle 17
Meet&Greet con gli Youtuber
Gli youtuber più famosi d’Italia, con le loro milioni di visualizzazioni e le centiana di migliaia di follower tra i giovanissimi, sono a Bellaria per tutte le vacanze di Natale: gran finale con Favij il 6 gennaio, il 23 dicembre arrivano Luca&Katy e il 30 Gionni Scandal, il Biondo e Giulia Penna.
DOVE: Bellaria, Viale Dei Platani. QUANDO: 23 e 30 dicembre, 6 gennaio, alle 15.30
Courbet e la natura
Cinquanta opere dell’artista che ha lasciato un segno indelebile sulla sua epoca riuscendo a traghettare l’arte francese dal sogno romantico alla cruda pittura di realtà, e da questa a un nuovo amore per la natura.
DOVE: Ferrara, Palazzo Dei Diamanti. QUANDO: Fino al 6 gennaio, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19. Aperto il 31 dicembre fino alle 23.30, il 4 e il 5 gennaio fino alle 22.30
Viaggio Racconto Memoria
Il primo fotoreporter italiano a lavorare per la storica agenzia Magnum, Ferdinando Scianna ripercorre 50 anni di carriera in una mostra che racconta la sua Sicilia, i viaggi per il mondo, i ritratti, la moda e le sue ossessioni.
DOVE: Forlì, Musei San Domenico. QUANDO: Fino al 6 gennaio, chiuso tutti i lunedì e il 25 dicembre. 24 e 31 dicembre aperto dalle 9.30 alle 13.30, 1 gennaio dalle 14.30 alle 19
Ravenna tra storia e tecnologia
Vacanze di Natale all’insegna del dialogo tra passato e futuro nella città bizantina: a inizio dicembre ha inaugurato il museo Classis, che unisce reperti archeologici e strumenti tecnologici per raccontare la storia della Città dei Tre Imperi, nel Centro storico i monumenti come la Basilica di San Vitale, patrimonio Unesco, brillano grazie ai videomapping di Ravenna in Luce.
DOVE: Museo Classis, Lido Di Classe, Ravenna. QUANDO: Aperto tutti i giorni tranne il 25 dicembre, il 31 dicembre chiusura alle 14
A cena con gli Estensi
Viaggio tra storia e gusto per il Capodanno di Ferrara: si può mangiare al Castello Estense con il Cenone Rinascimentale nelle sale degli Imbarcaderi o con il Gran Cenone presso il piano nobile, oppure a Palazzo Ducale con il suo Gran Cenone, il Gran Buffet e l’apericena Prima della Scena. Il 28 dicembre e il 4 gennaio a lezione di cucina rinascimentale con L’arte del banchetto a Castello EstenseDOVE: Castello Estense e Palazzo Ducale. QUANDO: 31 dicembre, 28 dicembre e 4 gennaio
Le Terme
Pacchetti speciali e aperture straordinarie: sul sito http://www.emiliaromagnaterme.it ci sono tutte le informazioni utili per organizzare un ultimo dell’anno all’insegna del relax nei centri termali romagnoli, tra le colline di Cesena o in riva al mare a Ravenna.
Le Foreste Casentinesi
Un parco nazionale da vivere durante tutte le vacanze di Natale, con escursioni a tema dedicate al cibo, appuntamenti culturali, attività didattiche per i più piccoli e la possibilità di trascorrere il Capodanno in una delle baite o dei rifugi, per poi dedicarsi il 1 gennaio alle tradizionali ciaspolate.
Tutte le informazioni sul sito https://www.parcoforestecasentinesi.it/

Questa voce è stata pubblicata il 27 dicembre 2018, in Uncategorized.

IL FESTIVAL DELLA MAGIA DAL 2 AL 6 GENNAIO AL TEATRO MANZONI DI MILANO CON RAOUL CREMONA

Risultati immagini per IL FESTIVAL DELLA MAGIA DAL 2 AL 6 GENNAIO AL TEATRO MANZONI DI MILANO CON RAOUL CREMONA
FESTIVAL DELLA MAGIA

con Tusan – Inside Move (Italia), Pilou (Francia), Gérald Le Guilloux (Francia), Niek Takens (Olanda), Sos & Victoria (Armenia/Russia), Erix Logan e Sara Maya (Italia)

e con le incursioni di Felipe

regia di Jordan

Una Produzione Showlab

Dopo tre anni di grandi successi, torna il sorprendente viaggio magico condotto da Raul Cremona, giunto alla sua quarta edizione. Lo spettacolare Festival della Magia torna al Teatro Manzoni di Milano, pronto a stupire il pubblico dei grandi e dei piccoli con artisti provenienti da tutto il mondo.

Lo spettacolo porterà sul palco alcuni degli artisti più interessanti del panorama italiano e internazionale: dalla Francia Pilou con il suo numero tra la giocoleria e la magia; dall’Olanda Niek Takens, specializzato nell’arte della manipolazione; da Armenia e Russia Sos & Victoria, i più veloci trasformisti del mondo; sempre dalla Francia Gerald Le Guilloux con un numero moderno di apparizione di colombe.

Ospiti d’onore Erix Logan e Sara Maya, illusionisti italiani celebri in tutto il mondo.

Tra le novità della quarta edizione la partecipazione del gruppo di ballo di strada Tusan – Inside Move che, con l’ausilio di incredibili effetti speciali, ci condurrà in una sorta di storia dell’umanità.

Raul Cremona, ideatore del Festival, sarà il filo conduttore della serata e, con i suoi personaggi storici e i suoi intermezzi, farà divertire e volare con la fantasia, spalleggiato come sempre dal comico Felipe.

Il Festival della Magia è un’idea di Raul Cremona, prodotto da Showlab con la regia di Jordan.

Questa voce è stata pubblicata il 27 dicembre 2018, in Uncategorized.

Rossopomodoro fa il bis a Milano e inaugura nello stesso giorno due riaperture ispirate al nuovo concept “come un giorno a Napoli” che invita ad un’esperienza ancora più autentica ed emozionante, secondo qualità, tradizione e allegria napoletana.

Rossopomodoro: nuova apertura a MilanoIl 20 dicembre è stata una data storica per il team Rossopomodoro, capitanato da Roberto Colombo, nuovo AD di Sebeto Spa: due nuove riaperture nello stesso giorno, a seguito di straordinari restyling, uno nel cuore di Milano in Zona Moscova per lo storico Rossopomodoro di Largo La Foppa 1 e un’altra nel Centro Commerciale Bicocca Village. Con queste due nuove riaperture passano a 7 i Rossopomodoro allineati alla nuova versione “2.0” ispirata alla nuova filosofia del brand “Come un giorno a Napoli”.

Questo il nuovo claim che ha dato vita al nuovo menù, stile e immagine di Rossopomodoro, così come alle nuove divise e finanche alla musica di sottofondo in sala. Un concentrato di storia, arte e allegria napoletana che si può già assaporare in tutti i nuovi Rossopomodoro. Il primo ad inaugurare la nuova filosofia è stato quello storico di Milano in Viale Sabotino, seguito da un altro restyling a Roma in Largo di Torre Argentina. Sempre a Roma, nel Centro Commerciale Roma Est ha aperto da pochissimo le porte un Rossopomodoro totalmente nuovo e ancora a Milano nella Stazione Centrale è nata una nuova “Puteca” di Rossopomodoro, la versione “al banco” del brand. Infine, la settimana scorsa ha riaperto anche un Rossopomodoro rinnovato nel complesso Multibit di Casoria. Con un sempre crescente numero di locali, Rossopomodoro continua ad affermarsi come “ambasciatore di Napoli” – in Italiae nel mondo – della cultura gastronomica e della pizza.Rossopomodoro

Roberto Colombo, Amministratore Delegato del noto brand napoletano, ha dichiarato:“Sono soddisfatto del lavoro svolto e ringrazio il mio team di lavoro perché insieme siamo riusciti a dare vita ad una storia entusiasmante sia per noi che per i nostri clienti. Ora ci prepariamo al 2019 che sarà ricco di altrettante novità. Infatti, sono già in vista nuove inaugurazioni di Rossopomodoro secondo un fitto calendario: solo in Lombardia ne sono previste 3, Monza, Carugate e Assago, oltre a Palermo, e Molfetta per Rossosapore, altro brand del Gruppo Sebeto.Insomma siamo davvero ottimisti perché anche nel futuro non mancherà mai l’impegno, la passione e, come direbbero a Napoli, anche con “nu poco ‘e sciorta”, che in napoletano significa un po’ di fortuna!

http://www.rossopomodoro.it

Rossopomodoro Milano

Largo La Foppa 1

Telefono 02 29061511

Aperto tutti i giorni

Rossopomodoro Milano

Bicocca Village – Area Food – 1° piano

Telefono 02 64109382

Aperto tutti i giorni

Questa voce è stata pubblicata il 27 dicembre 2018, in Uncategorized.

VANINI: NUOVA LINEA DI TAVOLETTE PRODOTTE CON CACAO BIOLOGICO MONORIGINE UGANDA

Risultati immagini per VANINI: NUOVA LINEA DI TAVOLETTE PRODOTTE CON CACAO BIOLOGICO MONORIGINE UGANDAVanini, brand premium di Icam – storica azienda italiana di riferimento per la lavora zione del cacao e la produzione di cioccolato di alta qualità secondo un modello di filiera integrata –lancia una golosa proposta bio composta da 6 nuove preziose tavolette prodotte con cacao biologico monorigine Uganda, tutte con formato da 100g.

Le sei tavolette nascono da un lungo lavoro svolto da Vanini negli stabilimenti produttivi di Orsenigo, alla ricerca di combinazioni equilibrate nel gusto e nella consistenza e innovative negli ingredienti.

Le prime fondamentali scelte di base sono state quelle di utilizzare cacao biologico e puntare su quello coltivato in Uganda, materia prima nobilissima e poco nota al grande pubblico, con un profilo aromatico particolare caratterizzato da note dolci e amabili.

Nelle sei tavolette Vanini sviluppa al meglio la sua abilità nella lavorazione del cacao, perfezionata negli oltre 70 anni di attività di Icam che l’hanno portata ad essere la prima azienda produttrice di cioccolato biologico al mondo. A questa expertise si aggiunge una golosa inventiva che combina in modo estremamente piacevole al palato note dolci e sfumature salate, un cioccolato rotondo e inclusioni croccanti e dal gusto deciso.

Anima di questa golosità è il cacao monorigine, prodotto da coltivazioni biologiche in Uganda, certificato BIO ECOCERT. Si tratta infatti di un cacao unico nel suo genere, proveniente dalle cooperative della regione di Bundibugyo, dove Icam è presente con un proprio centro di raccolta, fermentazione ed essicazione della materia prima fresca.

Dal 1946 ICAM è interprete di un’autentica cultura del cioccolato italiano e si è imposta come portavoce di eccellenza dell’arte cioccolatiera Made in Italy. Fortemente impegnata nel rispetto della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dei suoi fornitori, Icam è una delle poche aziende al mondo che controlla in maniera completa ed integrata la filiera produttiva, selezionando le migliori piantagioni di cacao nel mondo e collaborando strettamente con i produttori locali.

Fondente 70% BIO – La tavoletta di cioccolato fondente bio è la ricetta di riferimento per gli amanti del fondente e consente di apprezzare a pieno il profilo gustativo del cacao Ugandese. Con un’elevata percentuale di cacao questa tavoletta è dedicata a persone amanti dei gusti decisi e pieni.

Fondente 56% con il 20% di nocciole intere e caramello Bio – La tavoletta di cioccolato fondente con nocciole e caramello interamente biologica. Nasce dalla volontà di creare una ricetta estremamente golosa al passo con il trend del fondente. Questo particolare abbinamento tra le note dolci del cacao biologico ugandese e le nocciole intere unite al caramello, rende la tavoletta invitante e piacevole sia da mordere che da degustare.

Fondente 56% con il 20% di pistacchi interi salati BIO – La tavoletta di cioccolato fondente con pistacchi interi salati biologica è la vera chicca della nuova gamma Vanini. Questa tavoletta unisce le note dolci e amabili del cioccolato monorigine ugandese con le sfumature salate dei pistacchi interi. Il particolare accostamento di gusti rende la tavoletta golosa e davvero invitante per chi ricerca un gusto ricco e mai banale.

Latte 34% BIO – La tavoletta di cioccolato al latte bio, prodotta con cacao monorigine ugandese, è un prodotto di alta qualità dedicata a persone amanti dei sapori delicati, che prediligono il cioccolato senza inclusioni, ricercano note dolci di caramello e amano il gusto pieno di latte.

Latte 34% con il 20% di mandorle intere BIO – Questa tavoletta di cioccolato al latte con mandorle intere arricchisce la gamma Vanini Bio con un accostamento di gusti classico, ma allo stesso tempo decisamente intrigante grazie alla tostatura precisa delle mandorle. Il gusto e la consistenza del prodotto sono estremamente accattivanti per tutti gli amanti dei gusti a base latte, ma anche per chi ricerca una sfiziosa variazione sul tema.

Gianduia con il 20% di nocciole intere BIO – Tavoletta gianduia con nocciole intere creata con cacao monorigine e biologico dell’Uganda. Morbida e cremosa nel contrasto con la croccantezza delle nocciole, la tavoletta al gianduia è adatta a tutti gli amanti del cioccolato dai gusti dolci e delle nocciole intere.

Questa voce è stata pubblicata il 27 dicembre 2018, in Uncategorized.

I LEGNANESI… 70 VOGLIA DI RIDERE C’È…DAL 29 DICEMBRE 2018 AL 3 MARZO 2019 TEATRO LUNA

Risultati immagini per I LEGNANESI TEATRO LUNA MILANO 2018

ANTONIO PROVASIO, ENRICO DALCERI, LUIGI CAMPISI
regia Antonio Provasio

Dopo il record di oltre 60.000 spettatori al Teatro della Luna nella scorsa stagione (oltre 150.000 in tutto il tour), I LEGNANESI tornano a grande richiesta nella stagione 2018/2019 con il nuovo attesissimo spettacolo, “70 VOGLIA DI RIDERE C’È”. Settanta come gli “anni” della compagnia de I LEGNANESI, che nel 2019 festeggiano un anniversario importante, e lo faranno naturalmente a teatro, per ridere insieme al loro pubblico. C’è tanta voglia di ridere, di trascorrere due ore spensierate insieme alla Famiglia Colombo (Antonio Provasio/Teresa, Enrico Dalceri/Mabilia e Luigi Campisi/Giovanni) e lasciarsi trasportare dai sontuosi quadri della Rivista all’Italiana: I LEGNANESI, ancora una volta, vi stupiranno!

Risultati immagini per I LEGNANESI TEATRO LUNA MILANO 2018Spettacolo speciale 31 dicembre per salutare l’arrivo del nuovo anno.

Questa voce è stata pubblicata il 21 dicembre 2018, in Uncategorized.

ALIS…TEATRO DELLA LUNA

Risultati immagini per alis teatro della luna 2018

ALIS torna a grande richiesta a Milano, la città che la scorsa stagione lo ha applaudito facendo registrare sold out a ripetizione e record di pubblico. Un’occasione da non perdere, perché sarà l’ultimo tour italiano, dopo aver toccato 24 città con 85 show e oltre 130.000 spettatori entusiasti.Risultati immagini per alis teatro della luna 2018

I migliori artisti del Cirque du Soleil e del Circo Contemporaneo mondiale insieme, porteranno in scena i numeri a terra e aerei che li hanno resi famosi, e nuove performance create appositamente per ALIS. Quasi 2 ore di esibizioni emozionanti e sorprendenti senza interruzioni, durante le quali non vengono mai utilizzati animali. Il pubblico sarà coinvolto in un viaggio immaginario alla scoperta delle qualità umane attraverso un suggestivo intreccio di atmosfere, ispirate dalla letteratura fantastica dell’800 e da “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Un cast rinnovato, con in scena oltre 24 superstar acclamate in tutto il mondo, tra equilibristi, acrobati, giocolieri, musicisti, tra cui YVES DECOSTE, VIKTOR KEE,, ONOFRIO COLUCCI, ASIA TROMLER.Risultati immagini per alis teatro della luna 2018Risultati immagini per alis teatro della luna 2018

Questa voce è stata pubblicata il 18 dicembre 2018, in Uncategorized.